Pescara. Nata a Costantina nello Stato del Rio Grande do Sul e affermatasi nella squadra del Chapecò, Lediane Marcolan, meglio conosciuta con il soprannome di Tampa, approda finalmente in riva all’Adriatico. La nazionale verdero, classe '91, campionessa del mondo 2015, già in procinto di indossare la maglia biancazzurra sin da gennaio scorso, è un altro grande colpo messo a segno dal Pescara in questa campagna acquisti.

Pescara. La calcettista sarda classe 93, Jessica Exana, approda a Pescara. Ex Real Statte, Ternana & Sinnai, Jessica arriva in casa biancazzurra dopo un corteggiamento durato 1 anno e mezzo.

Pescara. L'ASD Pescara Femminile comunica che: Jessica Marques, Roberta Maione, Marcela Pedace, Gabriela Marranghello, Nagy Tunde, Gabriella Csepregi, Ellen De Castro, e Francesca Mannavola nella prossima stagione non faranno più parte del Pescara Femminile.

Si ringraziano le calcettiste per la loro professionalità e dedizione in tutto il periodo di permanenza in maglia biancazzurra.

Pescara. Un grande professionista e uomo che ha dimostrato grande attaccamento ai colori biancazzurri. Il difensore italo-brasiliano di Caxias do Sul, Alex Ghiotti,  saluta il team adriatico dopo una grande stagione, con la fascia di capitano sul braccio, condita da una supercoppa italiana, una coppa italia e le due finali di Winter Cup & Scudetto.

Pescara. Ufficiale! Everaldo Sergio David Segundo siederà sulla panchina del Pescara Femminile anche nella stagione 2017/2018. iI tecnico italo-brasiliano resterà in biancazzurro con il chiaro obiettivo di ribaltare il risultato della stagione appena conclusa.

Montesilvano. Nuova sfida sportiva per il gruppo Polizia Municipale Città di Montesilvano. Dopo l’ultimo successo ottenuto a San Benedetto del Tronto con la conquista della prestigiosa “Coppa Italia 2016”, il gruppo parteciperà alla 20^ edizione del campionato A.S.P.M.I. (Associazione Sportiva Polizie Municipali d’Italia) in programma dal 19 al 24 giugno prossimo a Lecce.
«La nostra squadra - dichiara l’allenatore Roberto Marzoli – è pronta a riconquistare il “Tricolore”, consapevole di aver costruito in questi ultimi anni un solido gruppo, ed è determinata a riportare in alto il nome dell’Abruzzo. Insieme al Comando, il gruppo sportivo ha promosso da circa 17 anni iniziative sociali a favore di Associazioni no-profit con pregevoli riconoscimenti nazionali».
L’ultimo evento organizzato a gennaio con il “Trofeo San Sebastiano”, torneo interforze internazionale di calcio a 5, ha contribuito al sostegno all’Associazione “Progetto Noemi Onlus” di Guardiagrele. Anche in occasione del Campionato Italiano la rappresentativa abruzzese darà continuità e risalto a questo progetto. La squadra del Gruppo Sportivo Montesilvano ha disputato 5 finali per l’assegnazione del titolo nazionale conquistandone 3, rispettivamente ad Ostuni nel 2014, a San Donato di Lecce nel 2009 ed il primo a Venezia nel 2007.
«La squadra della Polizia Municipale - dichiara l’assessore Valter Cozzi - ci ha sempre regalato grandissime soddisfazioni dal punto di vista sportivo, ma ancor di più è stata sempre fonte di orgoglio per le iniziative di solidarietà e le importanti cause che ha sposato e supportato. Ultimo in ordine di tempo, il sostegno fornito all’associazione nata nel nome di Noemi, la speciale bimba di Guardiagrele affetta da Sma 1, di cui abbiamo ospitato anche un’emozionante mostra fotografica in occasione della cerimonia nazionale della Bandiera Verde e a cui continueremo a stare vicino per migliorare insieme giorno dopo giorno».
Le squadre che si affronteranno per l’ambito titolo di “Campioni d’Italia 2017” riservato alla categoria ed organizzato dall’A.S.P.M.I. saranno 12: Torino, Genova, Andria, Palermo, Torre del Greco, Salerno, Montesilvano, Bari, Pesaro, San Severo, Reggio Calabria, Castellammare di Stabia.
Questa la rosa del team abruzzese a disposizione dell’allenatore Roberto Marzoli per la trasferta in Puglia: Dino Trave (P) - Alberto Di Teodoro (P) – Fabio Di Vincenzo – Paolo Di Fiore – Pasquale Ciccarelli – Marco Speranza – Roberto Visioni – Corrado Cesaroni – Francesco Bonanni – Marco Albertini – Nando Foglia (K) – Armando Fedele, quest’ultimo miglior realizzatore della Coppa Italia 2016. Dello staff faranno parte il massaggiatore Ciro Fusco, il preparare prof. Remigio Gianni e gli accompagnatori Giancarlo Castorani e Pasquale Castorani.

Pescara. Il mercato in casa biancazzurra parte col botto. Vanessa Cristina Pereira e' il primo innesto nel roster del Pescara Femminile 2017/2018.La classe 88’verdeoro, eletta tre volte miglior giocatrice del mondo nel 2010, 2011 e 2012, sposa il progetto della società adriatica dopo aver realizzato 52 reti nella stagione appena conclusa. È il primo importante tassello del team pescarese, a testimonianza dell'ambizione e della grande voglia di rivalsa della società biancazzurra dopo una stagione deludente sotto il punto di vista dei risultati.

Pescara. Una terza coppa si è aggiunta stamane alle due conquistate dai team della Pescara Calcio a 5, ricevuti con i vertici societari a Palazzo di Città dal sindaco Marco Alessandrini, dall'assessore allo Sport Giuliano Diodati, dai consiglieri Adamo Scurti e Tiziana Di Giampietro per la Commissione Sport e dai ragazzi della media Pascoli. Alla squadra Under 21 e alla squadra adulta sono andate la Coppa Città di Pescara e le medaglie che l'Amministrazione ha voluto tributare loro per la doppia vittoria in Coppa Italia.

“E' bellissimo vedere questo tripudio di coppe e tanta energia – così il sindaco Marco Alessandrini prima della premiazione – Questi ragazzi sono per noi una metafora dello sport che funziona, visto che questo è l'ennesimo riconoscimento che consegnamo alla vostra società. Siamo davvero orgogliosi di questi risultati e di entrambe le avventure che hanno portato alla conquista della Coppa Italia Under 21 e della prima squadra. Con la Coppa siamo certi di interpretare il sentimento della città e vogliamo ringraziare sia le squadre che tutto lo staff, nonché la compagine societaria che sta puntando molto su questi ragazzi e si sta affermando a livello nazionale e non solo nazionale. Teniamo le dita incrociatissime per lo scudetto e per quello che verrà dopo”.

“Grazie ai ragazzi che hanno condotto una scalata senza precedenti, aggiudicandosi le Coppe su entrambe le categorie – aggiunge l'assessore allo Sport Giuliano Diodati - Ringrazio il Pescara per i tanti successi conseguiti nelle ultime stagioni. Parliamo della vittoria del Campionato, di due volte Supercoppe e ora della Coppa Italia della prima squadra e della under 21. Mai si era verificata una tale doppietta nella storia di questa disciplina e mai una Coppa Italia era rimasta nelle mani dei nostri biancazzurri per due campionati di seguito. Bravi ai ragazzi che hanno lottato per conquistare e mantenere il titolo, complimenti alla società che ha saputo motivarli e regalare alla città e a questo sport un campionato avvincente e bello come quello che si è concluso con la nostra vittoria al Pala Giovanni Paolo II”.

“E' un periodo fortunato – conclude il presidente del Pescara Calcio a 5 Danilo Iannascoli – E' un cammino a cui crediamo molto, ringrazio il sindaco, l'assessore e la Giunta che sono sempre stati al nostro fianco. Torniamo a Palazzo di Città con gioia, perché amiamo lo sport e facciamo sport anche puntando a portare più in alto il nome della nostra città. Oggi festeggiamo la doppia Coppa Italia, i successi ci regalano grande fiducia e ci danno la forza per andare avanti per raccogliere altri successi, anche con i giovanissimi visto che ieri abbiamo portato a casa anche il titolo regionale Juniores. Speriamo di tornare qui fra un paio di mesi perché allora vorrà dire che riusciti a portare a casa ancora qualcosa di importante”.

Montesilvano. Addio definitivo al sogno playoff, con un turno d’anticipo rispetto alla fine del campionato, ma i ragazzi di mister Marzuoli possono dire ancora una volta di aver dato tutto, anche in un pomeriggio certamente amaro e sfortunato. Costretti a giocare lontano dal PalaRoma, a Colonnella, i biancazzurri hanno dominato il primo tempo contro il Buldog Lucrezia, facendo costantemente la partita e costruendo una gran quantità di nitide palle gol senza però riuscire a concretizzare. Gli avversari, viceversa, sono stati abili e fortunati a trovare il gol nell’unica occasione che hanno avuto. Nel secondo tempo, dopo l’1-1 firmato da Rapacchietta, gli ospiti sono tornati in vantaggio, chiudendo in seguito la partita con due gol segnati contro un Montesilvano chiaramente sbilanciato in avanti e con il portiere di movimeno. Negli ultimi minuti, i giocatori biancazzurri sono rimasti senza guida dalla panchina, date le successive espulsioni del viceallenatore Aldo Di Pietro, del tecnico Gianluca Marzuoli e dei due dirigenti accompagnatori. A far infuriare è stata soprattutto l’espulsione di Bibì, per una doppia quanto inesistente simulazione.
Nell’ultima giornata di campionato, il Montesilvano renderà visita al Corinaldo, squadra ancora invischiata nella lotta per non retrocedere. Nonostante l’obiettivo playoff sia sfumato, massimi impegno e determinazione saranno garantiti dai biancazzurri per onorare fino alla fine l’impegno e chiudere in bellezza una stagione che rimane, per un Montesilvano giovanissimo e che ha attraversato mille difficoltà, assolutamente lodevole e positiva.

Bucchianico. Il Doogle non si ferma più anzi ci sta prendendo decisamente gusto. Altra settimana da ricordare per i ragazzi di Mister Zuccarini che stanno decisamente prendendo sempre più consapevolezza di essere una delle più belle realtà di questa stagione.
La vittoria casalinga nel ritorno delle semifinali di Coppa Abruzzo per 5-3 porta la squadra ad una storica finale ed il successo in trasferta in campionato nello scontro al vertice contro il San Pietro Tollo le fa mantenere la vetta solitaria della classifica con un punto di vantaggio sul Sant’Eusanio. Sabato prossimo dunque si deciderà una buona fetta di questo entusiasmante campionato nell’attesissimo match a Bucchianico proprio fra Doogle e Sant’Eusanio.
I grandi risultati raggiunti finora sono senza ombra di dubbio frutto del grande gruppo a disposizione di Mister Zuccarini, uno che ha saputo lavorare in punta di piedi portando i suoi a quella tranquillità mentale che ha garantito l’andare in campo sempre con la concentrazione giusta.
Dietro ovviamente c’è anche il buon operato dello staff societario che ha creduto in un progetto e in una filosofia di sport stando accanto ai giocatori anche nei momenti difficili di una stagione lunga che finora si è rivelata decisamente positiva.

La partita di coppa ha messo in evidenza la grande forza del gruppo Doogle: storditi all’inizio da un arrembante inizio del Pizzoli (uno 0-3 nel primo quarto d’ora che avrebbe fiaccato qualunque squadra), i giocatori hanno saputo reagire ed invertire le sorti di un match che stava diventando pericoloso in chiave qualificazione.
Un grande gol di Di Nardo (l’uomo chiave del mercato invernale del Doogle che ha saputo inserirsi al meglio nei meccanismi di gioco del mister) e una rete allo scadere del primo tempo del bomber De Sanctis hanno permesso di andare al riposo su un 2-3 che lasciava ampi margini di recupero nella ripresa.
Nella seconda frazione di gioco è stato tutto un altro Doogle: ancora Di Nardo firmava il pareggio e poi Rebecchino con un incredibile gol in girata volante e De Fabiis siglavano il 5-3 che significa andare a giocare la finale prevista il prossimo 25 aprile.

In campionato l’attesissimo scontro al vertice in trasferta con il San Pietro Tollo ha decretato una volta in più che il Doogle è uno dei grandi protagonisti di questa stagione: la squadra di casa voleva fortemente una vittoria dopo la cocente eliminazione in Coppa Abruzzo, invece ha subito una sconfitta che ne complica le ambizioni di successo finale.
Ha aperto le marcature il solito De Sanctis su punizione, poi però il Tollo ha saputo prima pareggiare e poi ribaltare il risultato portandosi sul 2-1.
A quel punto il match si accendeva con due squadre decise a darsi battaglia fino alla fine.
Il primo tempo si chiudeva comunque sul 2-1 per i padroni di casa.
Il Doogle rientrava in campo con un atteggiamento più spavaldo: Mister Zuccarini alzava il baricentro dei suoi per provare ad essere più incisivi in fase di attacco e a dare meno spazio ai quotati avversari. La scelta alla fine risulterà vincente.
Tante infatti le azioni offensive, tre gol messi a segno ancora da De Sanctis, Colalongo e Rebecchino e altri sfiorati (il clamoroso lob di De Sanctis a conclusione di una splendida azione solitaria col pallone che è uscito di un soffio grida ancora vendetta).
Da segnalare che sul finale il Tollo ha giocato la carta del portiere di movimento, ma senza successo anzi il giocatore è stato anche espulso per un fallo a gioco fermo sul portiere Andrea D’Onofrio.
Proprio “il panterone” e capitano del Doogle ha regalato gli ultimi brividi del match quando ha parato un tiro libero allo scadere. Il risultato finale di 4-2 premia la squadra che ha messo in mostra il miglior gioco, ma soprattutto uno spirito indomito di tutti i giocatori che ha regalato un successo preziosissimo in chiave classifica.

Questi i commenti sul magico periodo del Doogle di Mister Gabriele Zuccarini e Wladimiro Di Nardo, sempre più elemento fondamentale nello scacchiere della squadra:

Mister Zuccarini: “Sono davvero entusiasta dei risultati che stiamo raggiungendo grazie a questo gruppo. Il successo contro il San Pietro Tollo mi rende consapevole che siamo sulla strada giusta, visto che è arrivato contro una squadra forte da molti accreditata sin da inizio stagione come una delle candidate più autorevoli alla vittoria del campionato.
Non era facile disputare una partita a viso aperto contro di loro, ma soprattutto rientrare in campo per il secondo tempo con un gol da recuperare. Siamo riusciti ad impostare il match come volevamo adeguando il nostro gioco alla loro forza cercando di essere più incisivi in attacco. Ancora una volta è stata una scelta giusta e sono arrivati tre punti che ci permettono di mantenere la vetta solitaria della classifica solitaria in attesa del recupero della partita del Sant’Eusanio, ma in particolare ci lascia ben sperare in vista di importanti scontri, in primis quello al vertice con il Sant’Eusanio stesso previsto sabato prossimo, poi con la finalissima di Coppa Abruzzo.
Sono ovviamente felicissimo per la storica qualificazione alla finale di coppa: è stato cammino difficile anche in questa competizione alla quale teniamo molto e speriamo di finire anche qui nel migliore dei modi”.

Wladimiro Di Nardo: “Sono arrivato in questa squadra nel mercato invernale e ho trovato un gran clima. Non è mai facile ambientarsi in un gruppo già ben saldo eppure tutti mi hanno subito accolto come se mi conoscessero da una vita.
Malgrado non fossi in perfetta forma fisica, mi sono messo subito a disposizione del Mister Zuccarini pronto a dare una mano ai compagni di squadra nei momenti di difficoltà grazie anche alla mia esperienza maturata negli anni in questo sport.
Partita dopo partita siamo andati sempre meglio e grazie alla nostra forza siamo riusciti ad arrivare prima in finale di Coppa Abruzzo e poi ad ottenere il primato solitario in classifica vincendo anche lo scontro diretto con il Tollo.
La nostra forza? Un gran gruppo capace di unirsi ancora di più nei momenti critici delle partite: quando infatti potrebbe essere facile perdere la testa, noi riusciamo invece a reagire nel modo giusto e a capovolgere le sorti di partite che potrebbero sembrare segnate.
È successo nel ritorno di coppa contro il Pizzoli: eravamo sotto 0-3, invece abbiamo vinto 5-3.
La cosa si è ripetuta a Tollo dove, dopo essere passati in vantaggio grazie al bomber della squadra De Sanctis, siamo andati negli spogliatoi sul 2-1 per loro, ma al rientro in campo la musica è stata ben diversa. Abbiamo capovolto il risultato prima con il “brasiliano” della squadra “Dieguito” Colalongo , poi con un altro acuto di De Sanctis e la ciliegina sulla torta l’ha messa Rebecchino sempre monumentale nonostante le sue non buone condizioni fisiche.
Nel finale c’è stato spazio per una bella parata del “panterone” Andrea D'Onofrio che ha neutralizzato un tiro libero. Un gran gruppo che non ha paura di niente e nessuno: ormai siamo come una grande famiglia tutti uniti dal primo all'ultimo. Un applauso va a tutta la dirigenza.
Dedico il raggiungimento della finale di coppa al nostro tifoso numero uno, Enzo, che ci segue da inizio campionato. Un mio bilancio di questa esperienza finora? Decisamente positivo, sono contentissimo di essere arrivato qui!”.

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione