Pescara. Ufficiale! Everaldo Sergio David Segundo siederà sulla panchina del Pescara Femminile anche nella stagione 2017/2018. iI tecnico italo-brasiliano resterà in biancazzurro con il chiaro obiettivo di ribaltare il risultato della stagione appena conclusa.

Montesilvano. Nuova sfida sportiva per il gruppo Polizia Municipale Città di Montesilvano. Dopo l’ultimo successo ottenuto a San Benedetto del Tronto con la conquista della prestigiosa “Coppa Italia 2016”, il gruppo parteciperà alla 20^ edizione del campionato A.S.P.M.I. (Associazione Sportiva Polizie Municipali d’Italia) in programma dal 19 al 24 giugno prossimo a Lecce.
«La nostra squadra - dichiara l’allenatore Roberto Marzoli – è pronta a riconquistare il “Tricolore”, consapevole di aver costruito in questi ultimi anni un solido gruppo, ed è determinata a riportare in alto il nome dell’Abruzzo. Insieme al Comando, il gruppo sportivo ha promosso da circa 17 anni iniziative sociali a favore di Associazioni no-profit con pregevoli riconoscimenti nazionali».
L’ultimo evento organizzato a gennaio con il “Trofeo San Sebastiano”, torneo interforze internazionale di calcio a 5, ha contribuito al sostegno all’Associazione “Progetto Noemi Onlus” di Guardiagrele. Anche in occasione del Campionato Italiano la rappresentativa abruzzese darà continuità e risalto a questo progetto. La squadra del Gruppo Sportivo Montesilvano ha disputato 5 finali per l’assegnazione del titolo nazionale conquistandone 3, rispettivamente ad Ostuni nel 2014, a San Donato di Lecce nel 2009 ed il primo a Venezia nel 2007.
«La squadra della Polizia Municipale - dichiara l’assessore Valter Cozzi - ci ha sempre regalato grandissime soddisfazioni dal punto di vista sportivo, ma ancor di più è stata sempre fonte di orgoglio per le iniziative di solidarietà e le importanti cause che ha sposato e supportato. Ultimo in ordine di tempo, il sostegno fornito all’associazione nata nel nome di Noemi, la speciale bimba di Guardiagrele affetta da Sma 1, di cui abbiamo ospitato anche un’emozionante mostra fotografica in occasione della cerimonia nazionale della Bandiera Verde e a cui continueremo a stare vicino per migliorare insieme giorno dopo giorno».
Le squadre che si affronteranno per l’ambito titolo di “Campioni d’Italia 2017” riservato alla categoria ed organizzato dall’A.S.P.M.I. saranno 12: Torino, Genova, Andria, Palermo, Torre del Greco, Salerno, Montesilvano, Bari, Pesaro, San Severo, Reggio Calabria, Castellammare di Stabia.
Questa la rosa del team abruzzese a disposizione dell’allenatore Roberto Marzoli per la trasferta in Puglia: Dino Trave (P) - Alberto Di Teodoro (P) – Fabio Di Vincenzo – Paolo Di Fiore – Pasquale Ciccarelli – Marco Speranza – Roberto Visioni – Corrado Cesaroni – Francesco Bonanni – Marco Albertini – Nando Foglia (K) – Armando Fedele, quest’ultimo miglior realizzatore della Coppa Italia 2016. Dello staff faranno parte il massaggiatore Ciro Fusco, il preparare prof. Remigio Gianni e gli accompagnatori Giancarlo Castorani e Pasquale Castorani.

Pescara. Il mercato in casa biancazzurra parte col botto. Vanessa Cristina Pereira e' il primo innesto nel roster del Pescara Femminile 2017/2018.La classe 88’verdeoro, eletta tre volte miglior giocatrice del mondo nel 2010, 2011 e 2012, sposa il progetto della società adriatica dopo aver realizzato 52 reti nella stagione appena conclusa. È il primo importante tassello del team pescarese, a testimonianza dell'ambizione e della grande voglia di rivalsa della società biancazzurra dopo una stagione deludente sotto il punto di vista dei risultati.

Pescara. Una terza coppa si è aggiunta stamane alle due conquistate dai team della Pescara Calcio a 5, ricevuti con i vertici societari a Palazzo di Città dal sindaco Marco Alessandrini, dall'assessore allo Sport Giuliano Diodati, dai consiglieri Adamo Scurti e Tiziana Di Giampietro per la Commissione Sport e dai ragazzi della media Pascoli. Alla squadra Under 21 e alla squadra adulta sono andate la Coppa Città di Pescara e le medaglie che l'Amministrazione ha voluto tributare loro per la doppia vittoria in Coppa Italia.

“E' bellissimo vedere questo tripudio di coppe e tanta energia – così il sindaco Marco Alessandrini prima della premiazione – Questi ragazzi sono per noi una metafora dello sport che funziona, visto che questo è l'ennesimo riconoscimento che consegnamo alla vostra società. Siamo davvero orgogliosi di questi risultati e di entrambe le avventure che hanno portato alla conquista della Coppa Italia Under 21 e della prima squadra. Con la Coppa siamo certi di interpretare il sentimento della città e vogliamo ringraziare sia le squadre che tutto lo staff, nonché la compagine societaria che sta puntando molto su questi ragazzi e si sta affermando a livello nazionale e non solo nazionale. Teniamo le dita incrociatissime per lo scudetto e per quello che verrà dopo”.

“Grazie ai ragazzi che hanno condotto una scalata senza precedenti, aggiudicandosi le Coppe su entrambe le categorie – aggiunge l'assessore allo Sport Giuliano Diodati - Ringrazio il Pescara per i tanti successi conseguiti nelle ultime stagioni. Parliamo della vittoria del Campionato, di due volte Supercoppe e ora della Coppa Italia della prima squadra e della under 21. Mai si era verificata una tale doppietta nella storia di questa disciplina e mai una Coppa Italia era rimasta nelle mani dei nostri biancazzurri per due campionati di seguito. Bravi ai ragazzi che hanno lottato per conquistare e mantenere il titolo, complimenti alla società che ha saputo motivarli e regalare alla città e a questo sport un campionato avvincente e bello come quello che si è concluso con la nostra vittoria al Pala Giovanni Paolo II”.

“E' un periodo fortunato – conclude il presidente del Pescara Calcio a 5 Danilo Iannascoli – E' un cammino a cui crediamo molto, ringrazio il sindaco, l'assessore e la Giunta che sono sempre stati al nostro fianco. Torniamo a Palazzo di Città con gioia, perché amiamo lo sport e facciamo sport anche puntando a portare più in alto il nome della nostra città. Oggi festeggiamo la doppia Coppa Italia, i successi ci regalano grande fiducia e ci danno la forza per andare avanti per raccogliere altri successi, anche con i giovanissimi visto che ieri abbiamo portato a casa anche il titolo regionale Juniores. Speriamo di tornare qui fra un paio di mesi perché allora vorrà dire che riusciti a portare a casa ancora qualcosa di importante”.

Montesilvano. Addio definitivo al sogno playoff, con un turno d’anticipo rispetto alla fine del campionato, ma i ragazzi di mister Marzuoli possono dire ancora una volta di aver dato tutto, anche in un pomeriggio certamente amaro e sfortunato. Costretti a giocare lontano dal PalaRoma, a Colonnella, i biancazzurri hanno dominato il primo tempo contro il Buldog Lucrezia, facendo costantemente la partita e costruendo una gran quantità di nitide palle gol senza però riuscire a concretizzare. Gli avversari, viceversa, sono stati abili e fortunati a trovare il gol nell’unica occasione che hanno avuto. Nel secondo tempo, dopo l’1-1 firmato da Rapacchietta, gli ospiti sono tornati in vantaggio, chiudendo in seguito la partita con due gol segnati contro un Montesilvano chiaramente sbilanciato in avanti e con il portiere di movimeno. Negli ultimi minuti, i giocatori biancazzurri sono rimasti senza guida dalla panchina, date le successive espulsioni del viceallenatore Aldo Di Pietro, del tecnico Gianluca Marzuoli e dei due dirigenti accompagnatori. A far infuriare è stata soprattutto l’espulsione di Bibì, per una doppia quanto inesistente simulazione.
Nell’ultima giornata di campionato, il Montesilvano renderà visita al Corinaldo, squadra ancora invischiata nella lotta per non retrocedere. Nonostante l’obiettivo playoff sia sfumato, massimi impegno e determinazione saranno garantiti dai biancazzurri per onorare fino alla fine l’impegno e chiudere in bellezza una stagione che rimane, per un Montesilvano giovanissimo e che ha attraversato mille difficoltà, assolutamente lodevole e positiva.

Bucchianico. Il Doogle non si ferma più anzi ci sta prendendo decisamente gusto. Altra settimana da ricordare per i ragazzi di Mister Zuccarini che stanno decisamente prendendo sempre più consapevolezza di essere una delle più belle realtà di questa stagione.
La vittoria casalinga nel ritorno delle semifinali di Coppa Abruzzo per 5-3 porta la squadra ad una storica finale ed il successo in trasferta in campionato nello scontro al vertice contro il San Pietro Tollo le fa mantenere la vetta solitaria della classifica con un punto di vantaggio sul Sant’Eusanio. Sabato prossimo dunque si deciderà una buona fetta di questo entusiasmante campionato nell’attesissimo match a Bucchianico proprio fra Doogle e Sant’Eusanio.
I grandi risultati raggiunti finora sono senza ombra di dubbio frutto del grande gruppo a disposizione di Mister Zuccarini, uno che ha saputo lavorare in punta di piedi portando i suoi a quella tranquillità mentale che ha garantito l’andare in campo sempre con la concentrazione giusta.
Dietro ovviamente c’è anche il buon operato dello staff societario che ha creduto in un progetto e in una filosofia di sport stando accanto ai giocatori anche nei momenti difficili di una stagione lunga che finora si è rivelata decisamente positiva.

La partita di coppa ha messo in evidenza la grande forza del gruppo Doogle: storditi all’inizio da un arrembante inizio del Pizzoli (uno 0-3 nel primo quarto d’ora che avrebbe fiaccato qualunque squadra), i giocatori hanno saputo reagire ed invertire le sorti di un match che stava diventando pericoloso in chiave qualificazione.
Un grande gol di Di Nardo (l’uomo chiave del mercato invernale del Doogle che ha saputo inserirsi al meglio nei meccanismi di gioco del mister) e una rete allo scadere del primo tempo del bomber De Sanctis hanno permesso di andare al riposo su un 2-3 che lasciava ampi margini di recupero nella ripresa.
Nella seconda frazione di gioco è stato tutto un altro Doogle: ancora Di Nardo firmava il pareggio e poi Rebecchino con un incredibile gol in girata volante e De Fabiis siglavano il 5-3 che significa andare a giocare la finale prevista il prossimo 25 aprile.

In campionato l’attesissimo scontro al vertice in trasferta con il San Pietro Tollo ha decretato una volta in più che il Doogle è uno dei grandi protagonisti di questa stagione: la squadra di casa voleva fortemente una vittoria dopo la cocente eliminazione in Coppa Abruzzo, invece ha subito una sconfitta che ne complica le ambizioni di successo finale.
Ha aperto le marcature il solito De Sanctis su punizione, poi però il Tollo ha saputo prima pareggiare e poi ribaltare il risultato portandosi sul 2-1.
A quel punto il match si accendeva con due squadre decise a darsi battaglia fino alla fine.
Il primo tempo si chiudeva comunque sul 2-1 per i padroni di casa.
Il Doogle rientrava in campo con un atteggiamento più spavaldo: Mister Zuccarini alzava il baricentro dei suoi per provare ad essere più incisivi in fase di attacco e a dare meno spazio ai quotati avversari. La scelta alla fine risulterà vincente.
Tante infatti le azioni offensive, tre gol messi a segno ancora da De Sanctis, Colalongo e Rebecchino e altri sfiorati (il clamoroso lob di De Sanctis a conclusione di una splendida azione solitaria col pallone che è uscito di un soffio grida ancora vendetta).
Da segnalare che sul finale il Tollo ha giocato la carta del portiere di movimento, ma senza successo anzi il giocatore è stato anche espulso per un fallo a gioco fermo sul portiere Andrea D’Onofrio.
Proprio “il panterone” e capitano del Doogle ha regalato gli ultimi brividi del match quando ha parato un tiro libero allo scadere. Il risultato finale di 4-2 premia la squadra che ha messo in mostra il miglior gioco, ma soprattutto uno spirito indomito di tutti i giocatori che ha regalato un successo preziosissimo in chiave classifica.

Questi i commenti sul magico periodo del Doogle di Mister Gabriele Zuccarini e Wladimiro Di Nardo, sempre più elemento fondamentale nello scacchiere della squadra:

Mister Zuccarini: “Sono davvero entusiasta dei risultati che stiamo raggiungendo grazie a questo gruppo. Il successo contro il San Pietro Tollo mi rende consapevole che siamo sulla strada giusta, visto che è arrivato contro una squadra forte da molti accreditata sin da inizio stagione come una delle candidate più autorevoli alla vittoria del campionato.
Non era facile disputare una partita a viso aperto contro di loro, ma soprattutto rientrare in campo per il secondo tempo con un gol da recuperare. Siamo riusciti ad impostare il match come volevamo adeguando il nostro gioco alla loro forza cercando di essere più incisivi in attacco. Ancora una volta è stata una scelta giusta e sono arrivati tre punti che ci permettono di mantenere la vetta solitaria della classifica solitaria in attesa del recupero della partita del Sant’Eusanio, ma in particolare ci lascia ben sperare in vista di importanti scontri, in primis quello al vertice con il Sant’Eusanio stesso previsto sabato prossimo, poi con la finalissima di Coppa Abruzzo.
Sono ovviamente felicissimo per la storica qualificazione alla finale di coppa: è stato cammino difficile anche in questa competizione alla quale teniamo molto e speriamo di finire anche qui nel migliore dei modi”.

Wladimiro Di Nardo: “Sono arrivato in questa squadra nel mercato invernale e ho trovato un gran clima. Non è mai facile ambientarsi in un gruppo già ben saldo eppure tutti mi hanno subito accolto come se mi conoscessero da una vita.
Malgrado non fossi in perfetta forma fisica, mi sono messo subito a disposizione del Mister Zuccarini pronto a dare una mano ai compagni di squadra nei momenti di difficoltà grazie anche alla mia esperienza maturata negli anni in questo sport.
Partita dopo partita siamo andati sempre meglio e grazie alla nostra forza siamo riusciti ad arrivare prima in finale di Coppa Abruzzo e poi ad ottenere il primato solitario in classifica vincendo anche lo scontro diretto con il Tollo.
La nostra forza? Un gran gruppo capace di unirsi ancora di più nei momenti critici delle partite: quando infatti potrebbe essere facile perdere la testa, noi riusciamo invece a reagire nel modo giusto e a capovolgere le sorti di partite che potrebbero sembrare segnate.
È successo nel ritorno di coppa contro il Pizzoli: eravamo sotto 0-3, invece abbiamo vinto 5-3.
La cosa si è ripetuta a Tollo dove, dopo essere passati in vantaggio grazie al bomber della squadra De Sanctis, siamo andati negli spogliatoi sul 2-1 per loro, ma al rientro in campo la musica è stata ben diversa. Abbiamo capovolto il risultato prima con il “brasiliano” della squadra “Dieguito” Colalongo , poi con un altro acuto di De Sanctis e la ciliegina sulla torta l’ha messa Rebecchino sempre monumentale nonostante le sue non buone condizioni fisiche.
Nel finale c’è stato spazio per una bella parata del “panterone” Andrea D'Onofrio che ha neutralizzato un tiro libero. Un gran gruppo che non ha paura di niente e nessuno: ormai siamo come una grande famiglia tutti uniti dal primo all'ultimo. Un applauso va a tutta la dirigenza.
Dedico il raggiungimento della finale di coppa al nostro tifoso numero uno, Enzo, che ci segue da inizio campionato. Un mio bilancio di questa esperienza finora? Decisamente positivo, sono contentissimo di essere arrivato qui!”.

Pescara. “Fine settimana denso di eventi per il Calcio a 5. E’ partita oggi al Palarigopiano e andrà avanti fino a venerdì 24 marzo la Final Eight di Coppa Italia Under 21, che vedrà coinvolte le migliori otto società italiane di Calcio a 5, fra cui la ASD Pescara. Un calendario fitto di appuntamenti che vedranno sul campo oltre a noi anche l’Asd Napoli Calcio a 5, l’Asd Kaos Futsal, la Futsal Cisternino, Futsal Regalbuto, la Fenice di Venezia Mestre, l’Asd Asti calcio a 5 e la Lecco Calcio a 5".Così in una nota l'assessore allo Sport del Comune di Pescara, Giuliano Diodati, che aggiunge: "La finale il 24 alle ore 19, uno spettacolo per tutti, per uno sport in cui Pescara continua a distinguersi, sia per il suo agguerrito team, sia per l’accoglienza che la vede pienamente dentro i circuiti di questa avvincente disciplina. Infatti, lo spettacolo si allargherà al Pala Giovanni Paolo II, dove si disputeranno le semifinali e la finalissima della Final Four di Coppa Italia di Calcio a 5, una manifestazione che rappresenta il più importante torneo nazionale di questa disciplina e che vedrà le migliori squadre italiane sfidarsi per conquistare la prestigiosa Coppa Italia in ventuno gare di altissimo valore tecnico. Il tabellone è stato sorteggiato a Milano. Le partite si disputeranno prima a Tolentino e poi, semifinali e finale, al Pala Giovanni Paolo II di Pescara. Si comincia giovedì 23 alle ore 11con il match fra Pescara e Ma Group Imola. Le vincenti si trasferiranno da noi a Pescara e giocheranno le semifinali al Pala Giovanni Paolo II, dove la fase finale di Coppa Italia si svolge per la quinta volta consecutiva. Lo scorso anno la Coppa fu vinta proprio dal nostro team. Anche quest’anno abbiamo accolto con particolare soddisfazione la richiesta della Federazione Italiana Gioco calcio, Divisione Calcio a 5 che ha riproposto la nostra città per la Final Eight di Serie A. Le ultime edizioni, hanno registrato numeri importanti: l'evento richiama infatti l'attenzione di migliaia di spettatori: 15.000 presenze nei quattro giorni di gara, 30 scuole intervenute, 3.000 bambini coinvolti, 20 ore di diretta tv, oltre 45 articoli usciti sui maggiori quotidiani nazionali, 300 spot sulle principali emittenti radiofoniche abruzzesi, 80 goal e tantissime emozioni. La fase clou si concentra fra sabato 25 marzo, il giorno delle semifinali alle ore 16.00 e 18.30 e poi domenica 26, per la finale, in programma alle ore 17.00”.

Bucchianico. Il Doogle agguanta la vetta della classifica: con la vittoria casalinga per 2-0 contro il Casoli la squadra di Mister Zuccarini raggiunge quota 38 punti ed ora ne ha uno di vantaggio sul Sant’Eusanio.
C’è tanto entusiasmo nell’ambiente che si prepara anche al ritorno di Coppa Abruzzo contro il Pizzoli previsto mercoledì prossimo al Palazzetto dello Sport di Bucchianico (si ripartirà forti del 5-1 esterno ottenuto all’andata a L’Aquila).
Contro il Casoli non è stata facile, ma la voglia di rifarsi del 5-2 subito all’andata era troppo forte: il Doogle è sceso con il giusto atteggiamento in campo e lo ha mantenuto fino al termine del match.
Un gol da cineteca di Marco De Sanctis dopo meno di 30 secondi di gioco ha sicuramente cambiato il match: il bomber salta un paio di avversari ed anche il portiere depositando in rete fra gli applausi e mettendo così la partita in salita per gli ospiti. Nei primi minuti il Doogle mantiene l'iniziativa. Il Casoli comincia però a prendere le misure alla squadra di casa ed impensierisce più volte l'ottimo “panterone” Andrea D’Onofrio che risponde da campione ai tentativi avversari.
Il primo tempo che si chiude sull’1-0 per i padroni di casa dopo trenta minuti ricchi di azioni da una parte e dall'altra. Al rientro in campo il Casoli va subito in pressing cercando di recuperare il risultato, ma la difesa del Doogle è attentissima a non farsi cogliere impreparata e quando non riesce a fermare l’impeto dei casolani ci pensa ancora il capitano Andrea D’Onofrio, migliore in campo, a bloccare le loro sortite in avanti: due le sue prodezze in particolare, la prima in occasione di una parata nell'angolo basso e l’altra quando, con un colpo di reni, toglie il pallone dall’incrocio dei pali su un gran tiro di un giocatore ospite. Dopo una serie di occasioni mancate dal Doogle, una rapida ripartenza genera un calcio d’angolo che viene griffato con il gol dalla “premiata ditta” De Sanctis - Colalongo: il bomber batte e il vice capitano finalizza per il gol del 2-0.
Nell’ultima fase del match De Sanctis è costretto ad uscire per una botta rimediata da un avversario. Il Casoli prova ad approfittarne e comincia a tirare da tutte le parti del campo, ma i ragazzi di Mister Zuccarini sono bravi a chiudere gli spazi in difesa e mettono alle corde il Casoli con pericolose ripartenze in una delle quali sfiorano il gol prima Di Nardo e poi Buccione.
Finisce 2-0 per il Doogle ora solitaria capolista. Da rimarcare ancora una volta la prestazione del gruppo sempre più consapevole di poter dire la sua fino al termine della stagione.

Questi i commenti a fine partita del Mister Gabriele Zuccarini, del bomber Marco De Sanctis e di Andrea Rebecchino, uno dei maggiori protagonisti di questa splendida cavalcata del Doogle in questa stagione:

Mister Zuccarini: “Questo è un gruppo che ormai riesce a mettere in pratica al meglio il suo gioco non solo adattandolo in base all'avversario, ma anche e soprattutto nei momenti difficili di ogni partita. È una vittoria che ci permette di guadagnare per il momento la vetta solitaria e ci dà morale per il fondamentale match di mercoledì che ci potrebbe regalare l’accesso alla finalissima di Coppa Abruzzo e darci, in caso di risultato positivo, anche ulteriore fiducia in vista dello scontro diretto di sabato prossimo in campionato con il San Pietro Tollo.”.

Marco De Sanctis: “È un momento bellissimo per noi, ci riesce tutto e giochiamo bene: quando siamo al completo difficilmente ci riescono a segnare e infatti, se non erro, nel girone di ritorno a parte la partita contro l’Agnone che non conta per la classifica, abbiamo preso solo un gol in campionato e uno in coppa. Tutto questo anche grazie al forte legame che abbiamo l’uno con l’altro, ci sacrifichiamo tutti sia chi gioca di più sia chi lo fa meno: è il gruppo che si è creato la vera forza della squadra . Ci vogliamo tutti bene e, a mio parere, questo è il gruppo più bello nel quale mi sono trovato. Con il Casoli è stata una partita difficile perché loro sono una bella ed organizzata squadra, ma noi siamo andati in vantaggio dopo pochi secondi con un mio gol mettendo subito il match in discesa . Grazie alla nostra solidità difensiva e anche alle grandi parate del nostro capitano Andrea D’Onofrio siamo riusciti a non subire reti nel primo tempo. Nel secondo abbiamo giocato ancora meglio con ottime trame arrivando in zona gol due tre volte, anche se poi abbiamo commesso alcuni errori sotto porta. Da un mio calcio d’angolo un ottimo movimento di Diego Colalongo ha generato il 2-0 che ha chiuso la partita. Ora siamo in testa, ma ci aspettano delle partite difficili che decideranno tutto: andremo a Tollo e poi giocheremo in casa col Sant’Eusanio, lo faremo con la ferma intenzione di vincere e chiudere definitivamente il campionato”.

Andrea Rebecchino: “Abbiamo giocato un’ottima partita, il risultato finale è stato giusto a mio parere. Noi abbiamo avuto tante occasioni, ma anche loro ne hanno avute. Voglio sottolineare la grande prova del nostro capitano Andrea D’Onofrio che è stato miracoloso in almeno un paio di interventi. Noi abbiamo sciupato troppe palle gol che in altre partite avremmo messo in rete.
La causa? I molti problemi fisici che ci affliggono e forse ci fanno arrivare davanti alla porta con poca lucidità, ma anche le tante partite in questo periodo. Non sempre riusciamo dunque a finalizzare quanto di bello costruiamo. Faccio comunque i complimenti al Casoli che è una signora squadra. Noi stiamo vivendo un buon momento, subiamo poche reti e anche questo ci dà la forza per essere uniti. Nella nostra squadra fa la differenza il gruppo oltre naturalmente ai singoli giocatori che sono molto forti come Marco De Sanctis (grande uomo prima che grande giocatore), Diego Colalongo, Luca Buccione, Wladimiro Di Nardo, Camillo e Andrea D’Onofrio, Tonino Zappalorto e tutti gli altri che sono giocatori e uomini straordinari. Il gruppo è fantastico e questo ci darà la spinta in più per affrontare al meglio le prossime partite. Siamo in un momento nel quale dovremo rimanere sempre concentrati, partita dopo partita bisognerà avere la stessa forza che ci ha caratterizzato finora e mantenere il gioco che il mister ci ha dato. Ci dovremo aiutare l’uno con l’altro e continuare su questa strada. La società non ci ha mai fatto mancare nulla, tutti ci sono stati vicini anche nei momenti di difficoltà credendo in noi e nelle nostre potenzialità. Adesso c’è da ballare? … e noi balleremo! Non ci tiriamo indietro, serve rimanere umili e lottare sempre perché nessuno ci regalerà niente.Tutti giocheranno contro il Doogle per fare risultato, non dovremo mai sottovalutare gli avversari. Voglio fare dunque un applauso a tutti, ma, come ho detto anche prima, il più grande lo faccio a Marco De Sanctis perché è un grandissimo giocatore che merita categorie superiori”.

Montesilvano. Al termine di una sfida equilibrata e di una divertente serata di calcio a 5, il Montesilvano cede 4-2 davanti al proprio pubblico nel derby contro il Civitella Sicurezza Pro. Un ottimo primo tempo, quello giocato dai biancazzurri, chiuso in vantaggio 1-0 grazie al gol di Dambrosio (minuto 16.11) e condotto con grande agonismo, personalità e attenzione. Nella seconda frazione è progressivamente venuta fuori la qualità degli avversari e il loro roster più ampio, ma il Montesilvano ha comunque dato battaglia fino all’ultimo. Dopo il pareggio di Fragassi (10.29), è arrivato il nuovo vantaggio dei padroni di casa con Comignani (13.59); sette secondi dopo, con il Civitella furiosamente in avanti alla ricerca del pareggio e col portiere di movimento, Dambrosio ha colpito una clamorosa traversa a porta sguarnita, mancando così l’appuntamento con il 3-1. Negli ultimi cinque minuti, la pressione costante del Civitella contro un Montesilvano ormai a corto di fiato ha portato alla rimonta finale: altri due gol per Fragassi (il secondo dei quali approfittando di un momento di distrazione della difesa di casa e di una controversa decisione arbitrale), seguiti dalla quarta rete a firma di Carvalho. A 41 secondi dal termine, i biancazzurri hanno avuto l’occasione di riaprire il match, ma Mazzocchetti ha respinto con il viso il tiro libero calciato da Tatonetti.
“Sono molto contento della prova dei miei ragazzi questa sera – ha dichiarato a fine partita mister Gianluca Marzuoli –. È stata una bella partita, giocata bene da entrambe le squadre. Noi sapevamo di avere contro un grande avversario, abbiamo cercato di metterlo in difficoltà tenendo la linea difensiva alta e pressando in maniera molto aggressiva, e nel primo tempo si sono visti i risultati. Poi però abbiamo sofferto non solo la loro qualità, quanto soprattutto l’impossibilità di poter ruotare i nostri giocatori come invece potevano fare loro. Siamo arrivati a fine partita molto stanchi, e se a questo si aggiunge un Junior non al meglio, ecco che diventa facile comprendere che non potevamo fare molto di più. Il risultato non ci ha dato ragione, ma teniamoci la prestazione: questa sera si è visto un bel Montesilvano”.

Montesilvano. Seconda di tre partite in sette giorni, tutte al PalaRoma, per i ragazzi di mister Marzuoli, che dopo aver battuto il Tenax Castelfidardo in uno scontro diretto decisivo per continuare la corsa ai playoff, ospiteranno domani il Civitella Sicurezza Pro, senza dubbio una delle squadre più forti del campionato. La partita, non disputata lo scorso 21 gennaio per l’indisponibilità dell’impianto di gioco, vede affrontarsi due squadre che attraversano un buon momento, con il Civitella che è reduce dalla vittoria di Fano di sabato scorso. Tutti a disposizione per mister Marzuoli, compreso il portoghese Bibì, che con il suo talento e la sua esperienza costituisce una delle colonne del Montesilvano di quest’anno:
“A Montesilvano mi trovo molto bene, il mio rendimento è cresciuto assieme a quello di tutta la squadra. A inizio stagione, sono arrivato convinto di lottare per la vittoria del campionato, ma nel corso dell’anno gli obiettivi sono naturalmente cambiati. C’erano tantissimi ragazzi alla loro prima esperienza in prima squadra, e all’inizio abbiamo pagato pegno per questo. Poi, dopo che è andato via anche Morgado, ho capito che il nostro principale obiettivo quest’anno doveva essere quello di far crescere i miei compagni più giovani, e devo dire che da questo punto di vista la stagione sta andando alla grande. In questi mesi li ho visti migliorare molto, sia come rendimento tecnico che come personalità, e adesso siamo una squadra tosta, difficile da battere per chiunque. Sono convinto che questi ragazzi abbiano di fronte a sé delle belle carriere, e mi auguro per loro che continuino a crescere e che si mantengano come sono adesso dal punto di vista caratteriale: ragazzi umili, educati e con la voglia di imparare. Per quanto mi riguarda, è il primo anno nella mia carriera che non lotto per vincere un trofeo o una competizione, ma sono comunque contento della mia stagione fin qui. Con il Civitella sarà una gara molto dura, loro sono forti, ma noi possiamo dire la nostra. Nei playoff ci crediamo, siamo lì, e se superiamo bene il doppio confronto con Civitella e PSG, poi il calendario sarà in discesa. Certamente, per continuare a inseguire l’obiettivo, domani sera servirà una vittoria!”.

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Notizie Recenti

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione