Francavilla al Mare. Revocata la delibera che prevedeva il project financing per la realizzazione di un impianto crematorio all'interno del Cimitero comunale. La Giunta guidata dal Sindaco Antonio Luciani ha revocato durante la seduta odierna la delibera del 18 maggio scorso (n.146) avente ad oggetto "Proposta di project financing depositata dalla ditta DF De Francesco Costruzioni sas con sede in Project Financing per la Progettazione, costruzione e gestione di un impianto Crematorio nel Comune di Francavilla al Mare, ai sensi dell'articolo 183 c.15 del D.Lgs n. 50/2016 e s.m.i., per la durata complessiva di anni 30, dell'importo complessivo di € 2.428.736,80".
La decisione è stata presa sentiti i consiglieri di maggioranza e considerato l'impatto che la notizia della possibilità di realizzare un impianto di cremazione ha avuto tra i cittadini, in particolare tra quelli residenti nei quartieri collinari vicini alla sede cimiteriale. Il bando di gara era stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale solo pochi giorni fa. A seguito di tale pubblicazione sia i consiglieri di maggioranza che una parte dei cittadini hanno avanzato perplessità in ordine all’ impatto che una realizzazione di questo tipo avrebbe potuto determinare sul territorio. Sebbene questa Amministrazione ritenga la cremazione una pratica da incoraggiare per molte ragioni, compresa quella di ridurre il consumo di suolo per gli ampliamenti o riadattamento del cimitero e la manutenzione dello stesso, le perplessità avanzate hanno indotto l'assise ad un ulteriore approfondimento dell’opportunità di realizzazione dell’impianto, e dunque alla revoca dell'approvazione del relativo project.

Francavilla la Mare. In questi giorni c'è stato un botta e risposta su Facebook tra il consigliere dii opposizione, Daniele D'Amario, ed il sindaco di Francavilla, Antonio Luciani, sulla gestione del Cimitero del centro adriatico.
Questo è quanto ha postato D'Amario: "Ancora una volta al cimitero di Francavilla succedono cose strane. Infatti dopo il raddoppio delle tariffe di sepoltura, l’aumento spropositato dei costi dei loculi, i servizi tutt’altro che migliorati, l'attuale ditta gestore del nostro cimitero (De Francesco Costruzioni sas) se ne è inventata un’altra. Ha inviato a molti nostri concittadini una lettera nel totale silenzio dell’amministrazione comunale in cui intima ai concessionari dei loculi cimiteriali a pagare di nuovo il canone concessorio cioè a ripagare di nuovo il loculo cimiteriale. Tutto questo perché secondo la DE FRANCESCO COSTRUZIONI sas con sede a Castelpetroso (IS) i nostri concittadini in possesso di un loculo in concessione per la durata di novantanove anni lo dovrebbero ripagare dopo trenta perché a loro parere la scadenza della concessione è a trent'anni. E’ di tutta evidenza che i nostri concittadini concessionari dei loculi sono in possesso di un regolare contratto di concessione a novantanove anni con il Comune di Francavilla al mare. Ho sollevato più di una volta in commissione consiliare e in consiglio comunale il problema ma evidentemente al Sindaco Giunta e Consiglieri comunali non interessa. Saremmo felici di sapere quale è la posizione ufficiale dell’amministrazione comunale rispetto all’invio di queste lettere, (in considerazione del fatto che i contratti in oggetto sono stati stipulati dal comune stesso) in cui si intima di pagare entro cinque giorni o estumulare la salma. Ci piacerebbe sapere qual è la posizione rispetto ai loculi provvisori che la ditta gestore sta vendendo ai nostri concittadini (che definirli indecorosi è veramente poco) . Mi sembra di capire che all’ amministrazione interessi di più la pubblicazione di un nuovo project financing sempre della De Francesco Costruzioni sas che prevede nel nostro cimitero comunale la costruzione di un forno crematorio, ma questa è un’altra storia".
Così replica il sindaco Luciani: "Leggo un post con il quale il Consigliere D'Amario si lamenta di alcune lettere inviate un paio di mesi fa dalla ditta concessionaria a cittadini che hanno pagato concessioni per loculi della durata di 30 anni ricevendo invece in cambio concessioni sulle quali è riportata la durata di 99 anni. Ci stiamo occupando della questione ma è singolare notare come D'Amario non si preoccupi dell'enorme danno che ciò potrebbe comportare per la collettività (circa 600 mila euro da una prima stima) nè di come risolvere il problema della conseguente carenza di loculi per il futuro se si aderisse alla tesi della validità delle concessioni e men che meno del fatto che anche le amministrazioni delle quali lui ha fatto parte hanno creato questa situazione. No, il Consigliere chiede cosa farà la mia amministrazione nei confronti dei cittadini ignari che si sono visti attribuire 69 anni di concessione gratis. Bene, io partirei dicendogli cosa NON succede più all'interno del Cimitero. Non ci sono più muratori che si fanno pagare in nero 100, 200 o 400 euro a seconda delle conoscenze e delle simpatie. E se seguire le regole comporta essere trattati tutti allo stesso modo seppur con qualche costo in più ritengo che sia giusto. Non si accumulano detriti scaricando macerie dietro la collina. Non si rilasciano concessioni per un tempo più lungo del consentito. Non si provvede all'assegnazione degli spazi alla rinfusa e si crea, invece, un catasto cimiteriale in modo che anche la collocazione dei nostri cari sia certa e definita. I registri non vengono buttati a terra in una stanza nè sommersi da deiezioni dei piccioni. Non si permette l'occupazione della casa del custode alla prima persona che passa, seppur bisognosa. Cosa sta facendo e cosa farà questa amministrazione? Farà le cose giuste e le farà a tempo debito, solo dopo aver studiato con attenzione il problema del quale si lamenta il Consigliere. Certo seguirà la legge e risolverà. Già, ormai siamo abituati a risolvere i problemi che il Consigliere D'Amario insieme ai suoi compagni di viaggio ci ha lasciato. Quello che D'Amario non dice è che quei cittadini che hanno avuto quella concessione a 99 anni invece che a 30 hanno avuto un ingiusto vantaggio e sapete chi pagherà questo? La collettività intera, ossia noi!! Farsi portatore di quel singolo interesse, avendo fatto parte di Amministrazioni composte anche da chi quell'errore lo ha commesso fa nascere perplessità. A volte si perde l'occasione per tacere".

Francavilla al Mare. Questa sera a Francavilla si è formalizzata la Costituzione del Coordinamento locale di Art.1 MDP, alla presenza del Consigliere Comunale e Capogruppo Art.1 MDP Stefano Di Renzo. Il gruppo di cittadini che ha aderito e che si confrontando da mesi, ha deciso di darsi i seguenti incarichi all'interno del Coordinamento:
- Matteo De Luca, Responsabile Tesoreria e Tesseramento
- Francesco Cotugno, Componente Esecutivo Provinciale
- Anna Ferrari, Pubblica Istruzione e Scuole
- Emiliano Piergiovanni, Responsabile Comunicazione
- Stefano Di Renzo, Responsabile Organizzazione Eventi.
La squadra, coesa ed entusiasta si auspica di crescere e di proporsi quale Movimento partecipativo di riferimento Democratico e Progressista alla città. Gli schemi della vecchia politica imposta dall'alto resteranno lontani dal nostro gruppo che si propone di essere plurale e partecipativo dando voce alle donne e agli uomini di Francavilla.

Francavilla al Mare. Immerso tra le colline di Orsogna si è svolto, sabato 9 settembre, un momento di solidarietà promosso dal Rotary Club di Francavilla al Mare.
Il Club, in collaborazione con l’azienda vinicola “Il Feuduccio”, ha sostenuto una raccolta fondi per la realizzazione di un laboratorio di analisi in Senegal.
La comunità dove verrà realizzato il laboratorio in questione, si trova a far fronte a circa 10.000 accessi l’anno tenendo conto anche delle visite prenatali, il tutto nella totale assenza di qualsivoglia strumento di analisi.
Il progetto, ideato dal Rotary Club Pescara Oveste appoggiato da diversi Club Rotary, prevede la ristrutturazione e l’ampliamento di una struttura esistente, la formazione del personale, la dotazione di ecografi emoderni strumenti di analisi.
La serata, preceduta da un’interessante visitaall’azienda vinicola “Il Feuduccio” che ha ospitato l’evento, è stata inoltre allietata dall’arricchimento della compagine del Club di due soci desiderosi di mettersi al servizio degli altri: Stefania Pazienza e Mauro Paolini.

Francavilla al Mare. Sono ottimi i risultati delle ultime analisi delle acque di balneazione. A dirlo sono i dati dell'Arta dello scorso 11 settembre, che confermano in tutti i punti di campionamento acqua di buona qualità, eccellente in molti casi e comunque su tutto il litorale ben al di sotto delle soglie previste dalla legge, per quello che riguarda escherichia coli ed enterococchi intestinali, che sono gli elementi rintracciati dai prelievi dell'Arta.
Una stagione balneare che ha avuto mare pulito per tutta la sua durata. Da giugno a settembre, infatti, i risultati delle analisi sono stati sempre ottimi e questo ha contribuito al successo di una stagione splendida per chi ha deciso di trascorrere a Francavilla le proprie vacanze. I dati Arta danno ulteriore conferma di come abbiano sortito gli effetti sperati i lavori effettuati sui due depuratori di Francavilla, quello in zona Pretaro e quello nella zona del Foro, da parte di Aca, eseguiti lo scorso anno e che hanno restituito buona qualità dell'acqua anche nelle zone tipicamente più critiche, come quella di fosso San Lorenzo nella zona sud di Francavilla. Soddisfatto l'assessore all'Ambiente Wiliams Marinelli: "Ho seguito con gli uffici l'evolversi anche dei fenomeni meteorologici per tutta la stagione, controllando ogni segnalazione dei cittadini, ogni fenomeno del nostro mare. Abbiamo avuto una splendida stagione sotto ogni punto di vista. La balneazione si è chiusa lo scorso 3 settembre, ed i tempi sono maturi per poterci dire soddisfatti. Lavoriamo costantemente ad un grande obiettivo, quello di riprendere al più presto la nostra bella Bandiera Blu".

Francavilla al Mare. La società Risco presenta il suo nuovo sito web. La società che per conto del Comune di Francavilla al Mare gestisce i servizi di Mensa, Affissioni e Tributi propone una nuova veste grafica, una nuova interfaccia web per il sito di servizio, che risponde all'indirizzo www.riscosrl.it. Il nuovo sito è dotato di responsive design, ovvero è ottimizzato per i dispositivi mobili come smartphone e tablet, e consenta una navigazione più facile per l'utenza. La grafica è intuitiva, sono state aggiunte nuove sezioni e potenziata quella relativa alla modulistica, attraverso la quale gli utenti potranno eseguire una serie di operazioni direttamente da casa senza doversi recare allo sportello. Un'altra novità è costituita dall'utilizzo della Newsletter, grazie alla quale chi si iscriverà potrà essere costantemente aggiornato su tutti i servizi offerti dalla società. Il sito è stato realizzato dalla società Go Services di Francavilla. "Sono soddisfatta del prodotto che è venuto fuori dal lavoro sui contenuti e sulla grafica del nuovo sito", commenta l'Amministratore unico di Risco, Gaia Baldassarre, "esso è oggi più semplice di utilizzo e ci consente una maggiore efficienza nei servizi". Soddisfatto anche l'assessore all'informatica Rocco Alibertini, che annuncia che il nuovo portale rientra in un discorso più ampio di innovazione tecnologica nelle idee dell'Amministrazione: "Il nuovo sito Risco anticipa di qualche settimana il lancio del nuovo portale istituzionale del Comunale di Francavilla, che è in fase di ultimazione e che presenteremo a breve. Stiamo lavorando ad un prodotto che anche in  questo caso sarà dal design responsive, quindi adatto alla portata di tutti ed in ogni momento. Questo ente, inoltre, sta lavorando anche all'erogazione della Carta di Identità Elettronica, che pure sarà disponibile a breve,ed all'installazione, anch'essa imminente, della linea internet ad alta velocità all'interno delle scuole. L'idea è quella di rendere più semplice la vita dei nostri concittadini, con servizi al passo coi tempi e di semplice fruizione".

Francavilla al Mare. Rientro tra i banchi di circa 2000 studenti di Francavilla. Questa mattina i due Istituti Comprensivi cittadini, Masci e Michetti, hanno accolto  gli alunni per il nuovo anno scolastico, mentre le strutture scolastiche proseguono il loro percorso di riqualificazione, miglioramento sismico e ristrutturazione. Quasi ultimati i lavori nella scuola secondaria di primo grado Michetti,  i ragazzi per le prime settimane di didattica sono rientrati all'interno della vicina elementare d'Annunzio, pure ristrutturata e riaperta l'anno scorso, salvo poi spostarsi nel giro di breve tempo nella scuola rinnovata. Anche nel plesso Masci di via Zara i lavori di ristrutturazione proseguono spediti. E' pronta ed è stata riconsegnata la palestra, messa a nuovo ed a disposizione di tutti i ragazzi, ed a seconda dell'avanzamento dei lavori verranno riconsegnati man mano i vari locali. Gli alunni sono rientrati quasi tutti nel loro plesso, ad eccezione di tre classi che verranno momentaneamente ospitate, come lo scorso, anno nella sede succursale del comprensivo che si trova in via Monte Amaro. Il grande lavoro di manutenzione avviato dal 2011 consente ormai di disporre di un patrimonio scolastico curato ed accogliente.  Con l' avvio dell'anno scolastico, grazie ad un lavoro sinergico, mensa, pre, post scuola e tutti i servizi per gli alunni con disabilita', sono partiti proprio con l'avvio delle lezioni. "I ragazzi potranno pranzare a scuola sin da subito e le famiglie beneficiare dei servizi di estensione dell'orario assicurata dal Comune. E' importante,in un momento come questo, che l'ente pubblico faccia il massimo per garantire alla collettività sempre più servizi ed in particolare quelli che aiutino le famiglie nella conciliazione" spiega l'Assessore all'Istruzione e Vicesindaco Francesca Buttari, "auguro a tutti gli studenti di Francavilla un meraviglioso e  produttivo anno scolastico, e sono certa che il personale della scuola tutto si impegnerà  al massimo per dare ai nostri ragazzi, come ogni anno, le giuste basi per formare i buoni cittadini di domani."

Francavilla al Mare. Con riferimento a quanto apparso questa mattina su alcuni organi di stampa, si precisa quanto segue:
Nei giorni scorsi non è stato promosso alcun incontro tra Sinistra Italiana e l'amministrazione comunale per discutere della bonifica del fiume Alento, intervento previsto nel masterplan della Regione Abruzzo. Tale notizia, infatti, risulta ripresa una conferenza stampa avvenuta più un anno fa a Francavilla ed evidentemente riportata per errore da qualche organo di stampa. Dallo scorso anno, data dell'incontro, l'amministrazione Luciani al secondo mandato ha messo in campo una serie di strumenti per sollecitare la Regione sul tema, non ultimo la preparazione di un dossier a cura dell'ufficio tecnico del Comune di Francavilla e dell'assessore all'Ambiente Wiliams Marinelli consegnato all'assessorato regionale alcuni mesi fa. "È chiaro che il tema è di particolare interesse per la città" commenta Marinelli, "e tutti auspichiamo che vi siano presto novità importanti sull'argomento da poter comunicare ai cittadini in un incontro aggiornato. Siamo in attesa che la Regione convochi un tavolo tecnico sul tema".

Francavilla al Mare. "A nome del comitato Risorgi Sirena stigmatizzo i resocontI giornalistici seguiti all'incontro svoltosi a palazzo di città tra lo stesso Sindaco e la Soprintendente Mencarelli".
Così in una nota il portavoce del Comitato Risorgi Sirena, che prosegue: "In essi si lascia intendere che il procedimento della Soprintendenza sia chiuso, senza precisare che ve n’è in corso un altro a L'Aquila che riguarda il vincolo etno-antropologico. Precisiamo, a tal proposito, che anche il procedimento sul vincolo architettonico, così come previsto dal codice dei beni culturali all'art 12, deve concludersi con un Decreto della Commissione Regionale e non con incontri informali. Pertanto, non avendo letto alcun comunicato congiunto tra Luciani e la Soprintendenza, ma solo esternazioni di parte e non verbalizzati, ci atteniamo agli Atti ufficiali emessi nelle ore precedenti la demolizione che giudicano negativamente il comportamento del Sindaco.
Nel frattempo riscontriamo che Miche Pezone, il capolista della lista SI che ha appoggiato Luciani alle ultime elezioni senza ottenere seggi in Consiglio Comunale, sul suo profilo Facebook ha confermato (anche se tardivamente a cose fatte) che nel programma elettorale della coalizione non vi è cenno alla demolizione della Sirena, chiudendo definitivamente questo equivoco su cui Luciani ha abilmente giocato per un'anno. Attendiamo serenamente l’evolversi di tutti i procedimenti in corso, compreso quello penale".

Francavilla al Mare. Si è svolta al Museo Michetti di Francavilla al Mare la riunione di Eccellenza e Promozione che ha visto svolgersi le premiazioni delle società e la presentazione dei calendari 2017-18.
Nel corso dell’incontro è stata presentata la stagione sportiva 2017/2018 e sono stati resi noti i calendari di Eccellenza e Promozione.
Sono state inoltre premiate le Società vincitrici i Campionati di Eccellenza, Promozione e Prima Categoria della stagione sportiva 2016/2017 ed i calciatori vincenti il Trofeo “Giovane Promessa” - 13^ edizione.
Società vincitrici il Campionato di Eccellenza: Nerostellati 1910. Società vincitrici il Campionato di Promozione: Chieti Fc Torre Alex, Real Giulianova, Spoltore Calcio (2^ classificata Girone B), Torrese (2^ classificata / Vincitrice Play-Off Girone A). Società vincitrici il Campionato di Prima Categoria: Ortona Calcio, Piano della Lente (vincitrice triangolare fase finale Play-Off ), Piazzano (vincitrice abbinamento da due fase finale Play-Off ), Pucetta, Real Treciminiere, Rosetana Calcio, Virtus Pratola Calcio.
Società vincitrici il Premio Disciplina: Campionato di Eccellenza Cupello Calcio, Campionato di Promozione Spoltore Calcio, Campionato di Prima Categoria Virtus Pratola Calcio. Trofeo Giovane Promessa (13ª edizione) Campionato di Eccellenza: 1° classificato Domenico Maranella (Virtus Teramo), 2° classificato Samuele Barbarossa (River Chieti ’65), 3° classificato Davide Di Rocco (Paterno).
Tra le novità principali della nuova stagione la pobbilità di effettuare 5 sostituzioni anziché 3 e la numerazione che potrà andare da 1 a 99.
“Ringrazio la Federazione che ci onora della sua presenza già da diversi anni – ha detto l’assessore allo Sport del Comune di Francavilla, Rocco Alibertini – noi diamo la sala a disposizione perché crediamo in questo movimento a cui siamo molto vicini e lo dimostriamo ogni volta che possiamo. Quest’anno in realtà volevamo ospitare l’evento in un’altra sala, nell’Auditorium Sirena che è stato ristrutturato, però i lavori sono ansati un pochino a rilento e non abbiamo fatto in tempo a far tenere questa manifestazione in un’altra bellezza di Francavilla. Comunque niente di male perché in questo momento, in questo Museo, c’è una mostra molto importante dal nome ‘Nella gioia del sole’ che mostra molte opere e quadri di Francesco Paolo Michetti. Faccio un altro ringraziamento al Francavilla Calcio che quest’anno è salito in serie D dopo tantissimi anni, ha un progetto molto ambizioso con una compagine societaria di rispetto e chiaramente è una società che potrà dare al Francavilla lustro nel futuro, un obiettivo molto importante soprattutto per quello che riguarda il settore giovanile. Volevo fare un in bocca al lupo a tutti per questa futura stagione dicendo di fare con le rispettive società il meglio possibile, il meglio che si può fare sempre nel rispetto delle regole valorizzando il più possibile i giovani. Secondo me l’obiettivo principale dello sport dilettantistico è questo: valorizzare i giovani”.
“Grazie al presidente Ortolano e a tutte le società – ha affermato l’assessore regionale allo Sport, Silvio Paolucci – per tutto ciò che rappresentano per i nostri ragazzi, per le nostre comunità supplendo tante volte diverse situazioni sociali, quindi va davvero il più sentito ringraziamento da parte della Regione Abruzzo. Un particolare ringraziamento al presidente Ortolano e al presidente del Coni perché abbiamo messo in campo diverse iniziative in questi tre anni con una collaborazione intensa che partiva anche da una situazione abbastanza complicata perché negli ultimi anni in questa comunità regionale lo sport aveva sostanzialmente sofferto di carenze significative di fondi sostanzialmente a zero e abbiamo messo in campo insieme con la Federazione una serie di iniziative che abbiamo portato avanti grazie anche alla giunta regionale del Coni e alle Federazioni che hanno riguardato intanto il rifinanziamento della Legge 20 che ci ha permesso di passare dallo zero a mezzo milione di euro e qualcosa è arrivato anche alle società. Abbiamo messo in campo un’importante iniziativa che la Lega Nazionale Dilettanti ha anticipato con il collegamento tra il mondo della scuola e della prevenzione. In questo caso grazie veramente al lavoro del Coni come sport in classe, la Regione Abruzzo, prendendo spunto da un lavoro che la giunta ha voluto portare avanti ha portato avanti un progetto che lega il mondo dei bambini e della scuola al mondo sportivo di questo Paese che vive rispetto ad altri sistemi Paese, cercando di fare qualcosa come regione, implementando le ore di educazione motoria. Abbiamo ulterirmente finanziato una serie di iniziative che hanno dato in qualche caso anche particolare lustro alla nostra regione in tutti gli sport, dal mondo sciistico a quello delle due ruote a quello della Pallavolo tra cui il prossimo Torneo delle Regioni che darà un’ulteriore cartolina ed ulteriore lustro alla comunità regionale. La Regione Abruzzo, così come riguarda le altre iniziative che abbiamo messo in campo, sarà vicina alla Lega Nazionale Dilettanti anche con un ssotegno significativo, quanto il presidente riterrà opportuno in collaborazione con la Regione perché questa collaborazione possa essere un momento di accoglimento di questa candidatura e vivere tutti insieme un ulteriore momento per questa regione che possiamo condividere insieme. L’altra iniziativa che andremo a declinare nel corso delle prossime settimane riguarda un altro tema particolarmente sentito dalla società con l’impiantistica e i defibrillatori che oggi per Legge toccano da vicino le tante società. Lo scorso anno noi avevamo avuto la possibilità di mettere insieme in collaborazione con il Governo una quota importante anche per l’impiantistica in previsione di ulteriori fondi integrativi che lo Stato aveva concesso alla Regione Abruzzo. La Regione con una delibera ha individuato una parte di risorse per l’impiantistica, circa 30 milioni di euro, probabilmente nel corso delle prossime settimane ci sarà la definizione di questi aspetti tra lo Stato e la Regione Abruzzo con la possibilità di destinarli. Penso che in questi tra anni e mezzo abbiamo fatto insieme un pezzo di strada partendo da molto lontano, altra strada potremmo farne insieme”.
“Oggi è una giornata importante perché putualmente ripartiamo – ha sottolineato il presidente della Figc Abruzzo, Daniele Ortolano – e ripartiamo dai sacrifici delle società, dalle loro difficoltà e capacità di mettersi insieme e di essere di nuovo una comunità, una comunità che vive soprattutto di passione, di emozioni e di responsabilità e vive anche di entusiasmo, come oggi è entusiasmante per le 54 società dei nostri campionati maggiori tagliare il nastro di partenza e partire dalle emozioni. Noi abbiamo di fronte delle grandissime responsabilità, le prime le abbiamo nei confronti dei nostri giovani che abbiamo sempre allevato, che abbiamo attraverso le nostre società educati, non solo al gioco del calcio ma anche alla vita civile e sociale. Abbiamo sfide da vincere nella sostenibilità anche di questo calcio dilettantistico, dopo il lungo percorso che abbiamo fatto insieme dico che questa realtà oggi, soprattutto di queste 54 società di dirigenti, è una realtà qualificata, ma la dobbiamo ancora di più qualificare perché abbiamo la necessità di vincere alcune sfide. Siamo la prima regione in termini numerici, sia come tesserati praticanti che come dirigenti, siamo quasi 1,3 milioni, sono numeri che le altre Federazioni non hanno. Abbiamo ancora quasi 700 mila bambini e ragazzi che fino all’età di 16 anni stanno con le nostre società e praticano questa disciplina sportiva con numeri ancora in aumento nonostante le difficoltà di questo Paese con le difficoltà sociali e delle famiglie ancora in aumento per avere impietosamente numeri in diminuzione per quella che è la nostra categoria principale che è la Juniores: abbiamo ragazzi che dall’età di 17/18 anni non praticano più questa disciplina, continuano magari a praticarla per divertimento e dobbiamo fare in modo di continuare ad avere questi ragazzi con noi, dobbiamo motivarli e fare in modo che questo calcio continui a vivere con loro perché sono quelli che fanno in modo che le nostre società continuino a vivere, non solo come tesserati ma come dirigenti e poi come attori di quello che è l’emblema del calcio dilettantistico che è quello della rappresentazione delle realtà piccole e grandi, di città, di paesi e di frazioni. Noi siamo una base del calcio italiano e non possiamo non assolvere a questo obbligo che abbiamo da tantissimo tempo. Bisogna ripartire dagli esempi a cominciare da noi dirigenti, dalle nostre società e dai nostri tecnici, dobbiamo quindi vincere la sfida non solo del talento, ma anche fare in modo che nelle nostre società continuino a vivere i ragazzi e a praticare con sacrificio questa nostra disciplina, magari in impianti un po’ più belli. L’assessore Paolucci ha sempre avuto come primo obiettivo la possibilità di qualificare questo mondo, gli impianti, di rendere omaggio al mondo dello sport in genere con tante iniziative. Dobbiamo raggiungere l’obiettivo della sostenibilità di questo calcio, il calcio dilettantistico in Italia versa 23,2 milioni e ad oggi non si riesce ad avere una Legge sull’associazionismo sportivo che possa portare le nostre società ad avere un sistema fiscale sostenibile e fare in modo che questo mondo in maniera lecita possa vivere”.
“Un grazie alla Federazione al suo presidente e a tutto lo staff, efficientissimo come sempre, il movimento – ha dichiarato il presidente del Coni Abruzzo, Enzo Imbastaro – che è un movimento grandissimo, un punto di riferimento per tutto lo sport italiano, non bisogna negarlo come qualche volta accade ed ha un valore importante che è quello di portare avanti i valori dello sport e soprattutto cercare di migliorare la nostra società soprattutto attraverso l’attività con i giovani che hanno sempre più bisogno di essere guidati e di inculcare loro soprattutto il rispetto delle regole perché purtroppo è una società che cerca sempre di più di sfuggire alle regole. Quindi c’è un compito fondamentale nella crescita della nostra società e dei nostri giovani. Faccio un grosso in bocca al lupo alle società affinchè possano ottenere i risultati che meritano e che si aspettano, sempre cercando di inculcare i valori dello sport che sono valori fondamentali per la crescita della nostra società”.
“Grazie al presidente Ortolano e al Comitato dell’Abruzo per l’invito – ha commentato il presidente dell’Aia Abruzzo, Angelo Giancola – ritrovarsi in questi momenti è sempre bello, si vanno a premiare dei risultati della scorsa stagione, noi come Aia lo abbiamo fatto con dei ragazzi che sono stati premiati a livello nazionale e sicuramente si riparte da un punto fermo che è quello che in questi ultimi tre anni secondo me ha iniziato a traguardare gli obiettivi di tutti e cioè il rispetto reciproco che è la cosa più importante per fare in modo che le società valorizzino i propri ragazzi come facciamo noi dell’Aia. Il lavoro sicuramente è difficile, ma i risultati sono dalla parte nostra, sono agli occhi di tutti quanti e sono più che soddisfacenti con un grande spettacolo. Poi con il gioco durante la stagione è normale che ci siano delle problematiche dovute all’errore, ma a noi interessa poco perché con gli errori possiamo migliorare”.

Pagina 1 di 26

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Notizie Recenti

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione