Montesilvano. Non rallenta l’attività di contrasto al bivacco condotta dall’Amministrazione guidata dal sindaco Francesco Maragno. Questa mattina la Polizia Locale insieme agli uomini dell’Arma dei Carabinieri di Montesilvano hanno effettuato un nuovo sgombero nella riserva naturale di Santa Filomena, nell’area antistante via Firenze. «L’operazione di stamani, la terza in nemmeno una settimana – specifica il primo cittadino Francesco Maragno -  segue  gli sgomberi avvenuti giovedì e venerdì scorsi. Questa mattina sono state individuate 4 persone e, con il consueto ausilio della ditta di gestione dei rifiuti, è stata rimossa una tenda accampata nell’area. Abbiamo voluto intensificare notevolmente questa azione, al fine di scoraggiare quegli stranieri che purtroppo continuano ad occupare abusivamente la riserva. E’ ferma intenzione della nostra Amministrazione proseguire con gli sgomberi fino a che il problema non sarà definitivamente risolto e la riserva, il polmone verde della nostra città, non sarà completamente libera da accampamenti improvvisati. Quelli della sicurezza e del decoro urbano sono aspetti – conclude il sindaco -  su cui stiamo lavorando con fermezza e su cui stiamo investendo notevoli risorse e non intendiamo indietreggiare nemmeno di un millimetro».

Montesilvano. Si terrà venerdì 23 febbraio, alle 18, la presentazione de “I mille Abruzzi”, il libro del giornalista Umberto Braccili, edito da Ricerche & Redazioni. L’incontro con l’autore si terrà nella Sala Consiliare di Palazzo di Città. Alla presentazione, oltre al giornalista, scrittore Umberto Braccili, parteciperanno anche il vicesindaco Ottavio De Martinis, Claudio Ferrante dell’Ufficio DisAbili del Comune e presidente dell’Associazione Carrozzine Determinate e Carmine D’Incecco primario del reparto di Neonatologia dell’Ospedale di Pescara.

Parte del ricavato, infatti, sarà devoluta al reparto di Neonatologia del nosocomio pescarese, per contribuire all’acquisto di una culla per il trasporto di neonati con disabilità.

«Ringrazio - ha dichiarato il primario D’Incecco - Carrozzine determinate, nella figura del suo presidente Claudio Ferrante e Umberto Braccili, giornalista Rai e autore del libro “I Mille Abruzzi”, per la vicinanza fattiva e l’affetto che mostrano per i tanti neonati dell’Abruzzo che fin dalla nascita hanno bisogno di cure speciali per realizzare una speranza di vita piena e soddisfacente. Il ricavato del loro impegno ci permetterà l’acquisto di un sistema di stabilizzazione del neonato durante il trasporto, in modo che le vie infusionali e i tubi del ventilatore restino stabili anche se sottoposti a vibrazioni e scosse del mezzo di trasporto e il neonato possa essere contenuto come tra le braccia amorevoli e sicure dei genitori. Mi piace immaginare che questa semplice ed efficace attrezzatura possa rappresentare le braccia di Claudio, di Umberto e di quanti giornalmente danno una mano ai più fragili e ai più deboli solo per semplice grande generosità. Un plauso al Comune di Montesilvano che con grande sensibilità ha patrocinato l'evento».

«La presentazione di Montesilvano è di quelle particolari - aggiunge l’autore, Umberto Braccili -. Carrozzine determinate, i tanti volontari, i parcheggi che se qualcuno vuol fare il furbetto c’è un telefono da chiamare. Si sente la crescita attraverso le esperienze legate al mondo della disabilità. E poi c’è una persona stimata, combattiva che è anche un amico, Claudio Ferrante che è tra i miei “supereroi” del libro».

Onorato e orgoglioso, si dice Ferrante «di essere tra i protagonisti del libro i “Mille Abruzzi”. L’Associazione Carrozzine determinate in tutti questi anni ha messo in atto una vera e propria rivoluzione politica, culturale, sociale. Il libro del giornalista RAI Umberto Braccili tratta proprio quei temi cardine che sono propri dell’associazione Carrozzine Determinate: le pari opportunità, i diritti umani, le discriminazioni. Ringrazio l’autore per questo meraviglioso attestato di stima rivolto proprio alla nostra associazione ed anche questo è un modo per far capire alla politica che è necessario, urgente, accorciare la distanza tra cittadini e istituzioni. Solo così il valore della democrazia avrà il vero significato che merita».

«Quello che verrà presentato sabato – ha commentato l’assessore alle Politiche con Disabilità, Ottavio De Martinis - è un libro importante che parla della nostra terra, che tratta i temi del sociale, della disabilità, delle ingiustizie. Ascolterò i relatori con grande interesse ed invito tutti i cittadini a partecipare anche perché il ricavato della vendita del libro servirà all’acquisto di una culla speciale per il trasporto dei neonati che hanno patologie importanti».

Montesilvano. Il Pala Dean Martin apre le sue porte a privati, imprenditori o associazioni che intendono gestire, in maniera condivisa con il Comune, alcuni spazi della grande struttura congressuale di Montesilvano.

«Abbiamo pensato - spiega l’assessore al Palacongressi, Ernesto De Vincentiis – di estendere, anche al Pala Dean Martin, le possibilità che ci vengono offerte dal progetto di cittadinanza attiva che stiamo valorizzando dal nostro insediamento,. Questo centro congressi, la cui gestione è stata internalizzata da ormai due anni, presenta alcuni spazi, soprattutto al piano superiore difficilmente utilizzati. Per migliorare i servizi a disposizione dei fruitori della struttura, per ottenere un contenimento della spesa e anche per dare ad imprenditori o associazioni, luoghi dove poter mettere in atto le loro progettualità, abbiamo emanato un avviso pubblico relativo proprio alla gestione condivisa con la cittadinanza. L’auspicio è che chi parteciperà a questo bando svolga attività pertinenti alla vocazione del Palacongressi stesso».

Gli spazi oggetto del bando sono 4 uffici amministrativi situati nel corridoio laterale sinistro al primo piano del Pala Dean Martin e le sale Flaiano e Silone, sullo stesso piano.

I soggetti ammessi al bando sono singoli, associati o comunque riuniti in formazioni sociali, anche di natura imprenditoriale o a vocazione sociale, che si attivano per la cura e la rigenerazione dei beni comuni urbani ai sensi del regolamento sulla collaborazione tra cittadini ed Amministrazione Comunale che è stato approvato in Consiglio nel marzo 2015.

La proposta deve contenere la descrizione dell’idea progettuale recante le prestazioni rese, le condizioni e gli obiettivi che si intendono raggiungere, evidenziando, l’attitudine del progetto al perseguimento del miglioramento gestionale della struttura e al contenimento dei costi di gestione; l’organizzazione del soggetto proponente; la durata della proposta; le modalità organizzative volte a garantire la continuità e l’efficienza degli eventuali servizi oggetto della proposta; il livello di professionalità del personale impiegato; una relazione tecnica, eventualmente corredata da disegni e grafici progettuali, che evidenzi i dettagli degli interventi tecnici e il relativo quadro economico; le modalità di gestione condivisa degli spazi e il livello di impegno economico necessario per la realizzazione della proposta.

Il soggetto proponente dovrà provvedere a garantire le proprie utenze con spese a proprio carico; sostenere autonomamente ogni costo relativo all’iniziativa, escludendo ogni forma di co-finanziamento comunale. Le domande dovranno pervenire al Protocollo del Comune entro il 12 marzo 2018. Al termine dell’indagine pubblica le istanze verranno valutate da una commissione. L’avviso e i moduli per la presentazione delle richieste sono pubblicate sul sito istituzionale.

Montesilvano. Sono circa 300 le persone che hanno presentato la domanda per ottenere il Rei, il reddito di inclusione, la misura di contrasto alla povertà erogata dall’Inps. «Dallo scorso 1 dicembre - ricorda il sindaco Francesco Maragno - anche nel nostro Comune, rivolgendosi all’Azienda Speciale, è possibile presentare l’istanza per accedere a questa importante tipologia di contributo. Il Rei non è solo un sostegno economico, una forma assistenzialistica fine a se stessa, ma rappresenta anche una progettualità volta alla reintegrazione e al reinserimento del cittadino nel tessuto economico e sociale».

Il REI si compone di un beneficio economico, erogato per mezzo di una carta di pagamento elettronica, mensilmente. Tale beneficio varia in base al numero dei componenti del nucleo familiare oltre che ovviamente della condizione economica. La carta REI consente prelievi negli ATM Postamat; fare acquisti tramite POS in tutti i supermercati, negozi alimentari, farmacie e parafarmacie abilitati; pagare le bollette elettriche e del gas presso gli uffici postali; e avere uno sconto del 5% sugli acquisti nei negozi e nelle farmacie convenzionate, con l'eccezione degli acquisti di farmaci e del pagamento di ticket. Quando l’INPS riconosce il beneficio, invia a Poste Italiane la disposizione di accredito. Poste emette la Carta REI e tramite lettera invita il beneficiario a recarsi presso qualunque ufficio postale abilitato al servizio per il ritiro. Prima di poter utilizzare la Carta, il titolare dovrà attendere il PIN, che gli verrà inviato in busta chiusa presso l'indirizzo indicato nella domanda.

«Dallo scorso mese di dicembre, i nostri sportelli - dichiara il commissario straordinario dell’Azienda Speciale Luca Cirone - sono stati letteralmente inondati di richieste. Sintomo questo, purtroppo, di una sempre crescente necessità da parte delle famiglie di forme di assistenzialismo. Le domande sono ora al vaglio dell’INPS, che verifica il possesso dei requisiti e in caso positivo riconosce il beneficio. Delle domande pervenute per il momento sono state analizzate circa il 30%. Una volta che l’INPS ci comunicherà gli esiti - dice ancora Cirone - sarà possibile entrare nel pieno della seconda parte della misura, quella più innovativa ed interessante, che consiste nella elaborazione di un progetto personalizzato di inclusione sociale e lavorativa, predisposto dall’Azienda Speciale. Proprio per fornire un servizio di qualità eccellente ai richiedenti abbiamo scelto di dedicare del personale specifico che si occupa della redazione di queste progettualità».

«I progetti che verranno redatti su misura per ciascun utente - conclude il sindaco Maragno - potranno essere un mezzo concreto ed efficace per ridare un giusto stimolo a quanti, per le difficoltà della vita, spesso si sentono scoraggiati. E’ la loro occasione per ricominciare».

Per presentare la domanda è possibile rivolgersi all’Azienda Speciale, nell’area inclusione, di Palazzo Baldoni, dal lunedì al venerdì, tranne il giovedì, dalle 9 alle 12. Lo sportello oltre a dare informazioni e a raccogliere le domande, fornisce anche assistenza nella compilazione delle domande. L’elaborazione dei progetti, invece, verrà gestita su appuntamento.

Montesilvano. Tolleranza zero nei confronti dei bivacchi sul territorio di Montesilvano. Ad appena 24 ore dallo sgombero condotto nella riserva naturale Santa Filomena, la Polizia Locale e la Compagnia dei Carabinieri di Montesilvano hanno eseguito questa mattina una nuova azione. Anche nell’operazione odierna sono state rimosse due tende allestite abusivamente nella pineta, nella zona antistante via Firenze e identificati 3 cittadini stranieri.

«Con l’azione di questa mattina - dice l’assessore alla Polizia Locale Valter Cozzi - proseguiamo in questo duro e costante percorso condotto per il ripristino della sicurezza e del decoro cittadino. Andremo avanti, giorno dopo giorno, con l’obiettivo di scoraggiare ulteriori bivacchi e non ci fermeremo fin quando non potremo restituire totalmente la riserva ai montesilvanesi. Un plauso a tutti gli uomini intervenuti anche oggi, per l’attenzione e la tenacia con cui stanno portando avanti tali operazioni».

Montesilvano. È stata presentata oggi la campagna “Abbandona le cattive abitudini” ideata e prodotta dal Comune di Montesilvano e dall’Ati Formula Ambiente e Sapi per sensibilizzare la cittadinanza sulla problematica dell’abbandono dei rifiuti in strada. A partire dal marzo 2016, il Comune di Montesilvano ha installato diverse foto trappole, puntando l’occhio delle fotocamere nei punti più sensibili del territorio. Grazie a questo sistema sono state individuate e sanzionate circa 220 persone, sorprese ad abbandonare i rifiuti sul ciglio della strada, per un ammontare complessivo di quasi 27.500 euro. In alcuni casi le foto, dovutamente oscurate per non consentire il riconoscimento, sono state diffuse agli organi di stampa.
La campagna “Abbandona le cattive abitudini, non lasciare i rifiuti in strada” riproduce le foto scattate dalle foto trappole ma qui, anziché essere ritratti veri inquinatori, si sono prestati scherzosamente alcuni dipendenti di Formula Ambiente.
La campagna di sensibilizzazione partirà lunedì 19 febbraio con numerose affissioni murarie, spazi sui giornali e altri organi di informazione e terminerà nei primi giorni di aprile.
“Noi siamo semplicemente contro le persone maleducate, siamo contro gli incivili – ha sottolineato il sindaco di Montesilvano, Francesco Maragno – e siao a favore di una raccolta corretta che serve a sostenere le politiche ambientali e al tempo stesso dare più visuale alla città. Questa campagna pubblicitaria è simile alle altre iniziative presentate da questa amministrazione che cominciano con il porta a porta spinto in tutta la zona collinare e adesso si sta allargando alla zona del PP1 con l’istituzione di un’isola ecologica per consentire anche ai non residenti e quindi ai turisti di poter conferire i rifiuti 365 giorni l’anno senza rispettare il calendario della raccolta differenziata. Questo prosegue con la creazione di un centro del riuso laddove si può dare la possibilità ai cittadini sostanzialmente di scambiarsi dei beni non più utilizzati e che posso avere ancora una vita che possono risultare inutili per chi li va a onferire e utli a chi in quel momento ne ha bisogno, questo va ad alleggerire gli scarichi che i cittadini pagano. Sono tutte politiche ambientali che ci stanno dando davvero dei risultati incredibili, basti pensare che a Montesilvano Colle abbiamo raggiunto l’80% di raccolta differenziata e sono i risultati che ci auspichiamo di raggiungere nelle restanti parti della città. Ciò che ci manca adesso è contrastare le scelte incivili di alcuni cittadini e non solo, perché tante volte abbiamo visto che tra gli oltre 200 sanzionati ci sono residenti in altri comuni limitrofi. Queste politiche danneggiano il territorio e purtroppo creano nell’immaginario collettivo una cattiva immagine della città. Noi in realtà vogliamo recuperare la bellezza dei nostri luoghi e la vivibilità della città, quindi oggi torniamo in campo per delle politiche informative per evitare di dover fronteggiare situazioni spiacevoli domani. Credo che sia fondamentale, è semplicemente una questione culturale, infatti anche nelle scuole abbiamo incentivato politiche ambientali finalizzate per far capire ai ragazzi quanto è importante conferire correttamente i rifiuti, ne guadagna sia il decoro della città che i costi che ciascun cittadino sopporta per far fronte a quelle che sono le spese riguardanti i rifiuti”.
“Purtroppo ci scontriamo quotidianamente con il dover affrontare e cercare di risolvere situazioni che vedono protagonisti non solo i nostri cittadini, ma anche persone o aziende dei comuni limitrofi che spesso trovano dei luoghi un po’ appartati, a volte anche sulle strade principali, e decidono di abbandonare i loro rifiuti in maniera indiscriminata – ha spiegato l’assessore all’Ambiente del Comune di Montesilvano, Paolo Cilli – abbandonando copertoni, mobili, eternit e quant’altro. La campagna prevede una serie di passaggi di spot sia televisivi che sui giornali, è una campagna di informazione per cercare di sensibilizzare i cittadini a cercare di dotarsi delle buone maniere e quindi semplicemente utilizzare il telefono e chiamare la ditta e organizzarsi per raccogliere i rifiuti. Abbiamo iniziato a Montesilvano Colle con il porta a porta, poi abbiamo iniziato con la zona nord e la zona sud, siamo un po’ in difficoltà perché i grandi condomini non riescono ad attivarsi con un sistema di raccolta porta a porta in maniere agevole come abbiamo fatto con i nuclei famigliari a Montesilvano Colle, però contiamo di proseguire nella nostra campagna, nella nostra mission e quindi ad arrivare ad ottenere delle buone percentuali di raccolta differenziata. In riferimento alla campagna che avviamo oggi miriamo alla sensibilizzazione dei nostri cittadini ed è una cosa fondamentale. La ditta ha già l’obbligo di togliere i rifiuti ingombranti che noi lasciamo, nel momento in cui sarà pronto il centro di raccolta i rifiuti si potranno conferire anche lì, se tutto va bene tra lunedì e martedì inizierà ad essere realizzato e contiamo per Pasqua o appena dopo di aprirlo”.
“Noi abbiamo messo in campo diversi strumenti – ha affermato Nicola della Corina, responsabile del Consorzio Formula Ambiente e Sapi – la novità è costituita dai mezzi dedicati al servizio di igiene urbana che vengono inseriti in questo messaggio per avere una maggiore visibilità. I nostri mezzi girano su tutto il territorio comunale e ci auguriamo che questo messaggio arrivi in maniera capillare a tutte le famiglie di Montesilvano. Malgrado che ci sia un numero verde dedicato che permette la prenotazione dei rifiuti ingombranti entro due o tre giorni dalla chiamata li passiamo a ritirare a domicilio in maniera gratuita, noi puntualmente vediamo che intorno ai cassonetti stradali vengono abbandonati sia i rifiuti ingombranti che i sacchetti di rifiutia terra in maniera indiscriminata. Secondo i programmi che ci eravamo prefissati noi siamo passati dal 20% del mese di gennaio 2017, a gennaio 2018 siamo arrivati al 30% di raccolta differenziata e questo grazie all’implementazione della raccolta domociliare su tutta Montesilvano Colle e adesso vediamo completata la parte del PP1. Ci stiamo apprestando a concludere questo primo step che è la parte sud”.

Montesilvano. Lo Sportello di Animali di Affezione. E’ questa la nuova iniziativa messa in atto dal Comune di Montesilvano a tutela del mondo animale. A partire da lunedì, tutte le mattine dalle 9 alle 13:30 e il giovedì pomeriggio dalle 15 alle 17:30, al piano terra di Palazzo di Città, all’interno dello Sportello del Cittadino, prenderà il via un nuovo servizio erogato dal Comune ai montesilvanesi sui loro amici animali. Nello Sportello sarà possibile ottenere informazioni sugli animali da compagnia, gli animali sinantropi, i servizi presenti sul territorio, l’anagrafe canina, adozioni, affidi, smarrimenti, ritrovamenti, animali in viaggio, cani da salvataggio e guida per ciechi e ipovedenti e soprattutto per ottenere il riconoscimento delle colonie feline.

«I gatti liberi, indipendentemente che vivano in colonie o meno - spiega l’assessore al Benessere Animale, Deborah Comardi - sono patrimonio indisponibile dello Stato e per tale motivo posti sotto la tutela del Sindaco. Per Colonia Felina si intende un gruppo di gatti che vivono in libertà e frequentano abitualmente lo stesso luogo. La Colonia è protetta da Leggi Nazionali e Regionali, e da regolamenti Comunali. La registrazione ed il censimento sono gestiti dal Comune di Montesilvano. Vogliamo porre ordine in questo ambito - dice ancora la Comardi - per questa ragione, attraverso lo Sportello per gli Animali di Affezione, effettueremo un’attività di censimento e di regolare registrazione delle colonie feline attualmente esistenti o quelle che vogliono essere costituite. A tal riguardo, lunedì prossimo, alle 19, abbiamo convocato in Comune, una riunione a cui abbiamo invitato coloro che ad oggi ci risultano responsabili di una colonia, ma aperta anche agli interessati, proprio per fare chiarezza sugli adempimenti da predisporre».

Gabriele Bettoschi, della Tutela Diritti Animali, che ha supportato l’Amministrazione nella stesura nuove procedure, ha espresso il «ringraziamento a nome anche delle associazioni animaliste per la sensibilità dimostrata dall’assessore Comardi e dal Sindaco nell’affrontare le problematiche del mondo animale. Oggi, Montesilvano, non è più solo l’unico Comune della Provincia di Pescara ad avere un canile autorizzato e riconosciuto dalla Regione ma anche l’unico ad avere adempiuto in modo chiaro e preciso agli obblighi che la Legge Regionale impone ai Comuni. Lo sportello Animali e le procedure per il riconoscimento delle colonie feline ne sono un esempio».

Per ottenere la registrazione della Colonia Felina è necessario rivolgersi all’Ufficio Animali di Affezione. «Abbiamo voluto regolamentare anche questo ambito - dice ancora l’assessore Comardi - per tutelare da un lato il benessere dei nostri amici animali, dall’altro il decoro urbano. Abbiamo colto l’occasione che ci è data dalla Festa Nazionale del Gatto, che celebreremo a Montesilvano con una bella manifestazione, giunta alla sua seconda edizione, che si terrà domenica 18 febbraio al Parco della Libertà e durante la quale presenteremo il nostro nuovo Sportello».

Dalle 10 alle 13 le Associazioni Dog Village, Lav, Lida, Meta e Tutela Diritti Animali, festeggeranno tutti i gatti che per l’occasione potranno essere microchippati gratuitamente. Nel corso della mattinata verranno organizzati giochi e laboratori didattici per i bambini, incontri formativi sull’alimentazione dei gatti e su come creare giuste relazioni anche attraverso voce, postura e tipi di gioco proposti ai gatti. Sarà presente Ilaria Alexandris, esperta di gatti che fornirà consigli per i problemi comportamentali del gatto. Sarà allestito anche uno Stand della BCC di Cappelle su Tavo. Saranno regalati gadget per tutti i gatti, offerti dalla Farmacia Comunale di Montesilvano. Il giornalista Paolo Minnucci condurrà la premiazione del gatto più buono, con riprese televisive. La manifestazione è patrocinata dal Comune di Montesilvano, dall’Ordine dei Veterinari e dall’Associazione Nazionale Medici Veterinari.

Montesilvano. Prosegue l’attività di contrasto al bivacco. Questa mattina due pattuglie della Polizia Locale, guidate dal tenente Nicolino Casale, in sinergia con due equipaggi della Compagnia dei Carabinieri di Montesilvano hanno effettuato una operazione di sgombero della riserva naturale di Santa Filomena nell’area adiacente via Firenze.

«Anche questa mattina - spiega l’assessore alla Polizia Locale, Valter Cozzi - abbiamo promosso un’azione volta al ripristino della sicurezza dei cittadini e del decoro urbano. Purtroppo l’area viene occupata abusivamente da cittadini stranieri che allestiscono le loro tende e molto spesso accendono anche fuochi, mettendo in pericolo le loro stesse vite e il patrimonio arboreo e ambientale della riserva. Mesi fa abbiamo scongiurato una tragedia, a causa di un incendio divampato proprio da una delle tende, grazie alla tempestività di intervento dei nostri operatori della Polizia Locale, ma anche oggi le tracce individuate dimostrano chiaramente che purtroppo si continua con questa pericolosa pratica».

Due le tende rimosse nel corso dell’azione odierna e 7 i cittadini identificati dai Carabinieri. Con l’ausilio della ditta Formula Ambiente l’area è stata completamente ripulita e tutti i materiali sono stati rimossi.

«I dati relativi ai reati commessi nel 2017 resi noti dai Carabinieri - ricorda Valter Cozzi - mettono in evidenza una Montesilvano sempre più sicura. Questo, grazie al costante lavoro degli Uomini dell’Arma e all’azione dei nostri vigili. Dobbiamo mantenere il polso fermo nei confronti di quanti continuano ad occupare abusivamente alcuni spazi pubblici. Per questo proseguiremo in queste attività a tutela dell’immagine della nostra città».

Montesilvano. «C’è tempo fino al 2 marzo per presentare la domanda ed ottenere i rimborsi per le spese sostenute dagli utenti con disabilità per il trasporto in centri riabilitativi». Lo annuncia l’assessore alle Politiche per la Disabilità, Ottavio De Martinis. «Per tutto il 2017, abbiamo messo a disposizione un fondo di 12.500 incrementando la dotazione economica rispetto alle annualità precedenti. Questo per dare maggiori opportunità a quelle famiglie con persone con disabilità che si trovano a sostenere spese significative per raggiungere i centri riabilitativi». Per il primo semestre 2017 sono stati erogati circa 6.700 euro a 18 persone. A partire da domani, giovedì 15 febbraio, sarà possibile accedere al bando e presentare le istanze per il secondo semestre 2017, allegando la motivata dichiarazione da parte del richiedente che attesti, sotto la propria responsabilità, l’impossibilità di fruizione del servizio erogato; la certificazione attestante la sussistenza dell’handicap grave; la certificazione rilasciata dal centro di riabilitazione attestante il numero di sedute effettuate tra il 1 luglio 2017 e il 31 dicembre 2077; l’attestazione ISEE del nucleo familiare; la carta di identità.

«Come ogni anno - dice ancora De Martinis - il nostro Comune garantisce il trasporto per i disabili, grazie alle convenzioni con la Fondazione Papa Paolo VI e con l’ente ecclesiale Don Orione, per circa 25 persone tra i 12 e i 45 anni. Vi sono degli utenti, però, che per varie motivazioni, non possono usufruire di questo servizio e quindi raggiungono le strutture per effettuare le cure riabilitative in maniera autonoma. Tali contributi rispondono, pertanto, alle esigenze di questi cittadini».

«Anche in questo ambito - spiega Claudio Ferrante dell’Ufficio DisAbili - il Comune di Montesilvano mette in evidenza un’attenzione e una sensibilità speciali per tutte le persone che vivono condizioni di disabilità. Non solo infatti viene garantito il trasporto attraverso una convenzione con le strutture riabilitative, ma vengono effettuati i rimborsi per quanti non possono usufruire di questa tipologia di trasporto. In entrambi i casi si tratta di servizi che non tutti i Comuni offrono alla propria collettività, ma che a Montesilvano sono ormai realtà assodate».

La domanda va inoltrata al Comune, compilando il modulo scaricabile dal sito istituzionale.

Per ulteriori informazioni è possibile rivolgersi all’Ufficio DisAbili dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 11 o chiamando lo 0854481364 e lo 0854481258.

Montesilvano. «Entro l’inizio della prossima primavera Montesilvano avrà la sua prima “Casa delle Associazioni”». Ad annunciarlo è l’assessore all’associazionismo Maria Rosaria Parlione. «Per la prima volta nella storia di questa città abbiamo emanato un bando pubblico per assegnare alle associazioni interessate uno spazio all’interno di una sede che unirà insieme i sodalizi cittadini. E’ un progetto che rientra tra i punti programmatici di governo di questa Amministrazione, convinti che assegnare alle associazioni un luogo dove poter esercitare le loro preziose attività, in condivisione con altre realtà associative, può dar vita anche a grandi ed interessanti progetti per la collettività». Sono circa 15 le associazioni che hanno partecipato al bando, rivolto ai sodalizi iscritti regolarmente all’Albo Comunale delle Associazioni, e che verranno accolte nell’immobile della ex Artigianluce, lungo la Nazionale. «Quella sede che al piano terra ospita già la mensa e l’emporio solidale, diventerà una vera cittadella della solidarietà. Nel corso della riunione con le associazioni che hanno presentato la domanda - spiega l’assessore - abbiamo iniziato a ragionare su possibili turni che dovranno essere rispettati per una efficace condivisione degli spazi, al fine così di procedere alla loro assegnazione definitiva».

Verranno concessi in uso, con un contratto non superiore a 3 anni, a fronte di un canone simbolico su base annuale, 4 locali secondo una turnazione giornaliera ed oraria. Hanno presentato la loro domanda associazioni attive nel campo del volontariato, della musica, della cultura, della solidarietà, ricreativo - sportivo e della tutela dei diritti dei consumatori.

«Con la Casa delle Associazioni - aggiunge Maria Rosaria Parlione – non solo favoriamo l’aggregazione dei sodalizi, ma ottimizziamo anche gli spazi disponibili sul territorio, efficientando e concentrando le risorse in un unico grande fulcro dell’associazionismo cittadino».

Pagina 1 di 66

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione