Rieti. Amara sconfitta del Pescara, che cede il passo ad un ottimo Rieti, accusando però uno scarto nel punteggio troppo largo rispetto a quanto effettivamente emerso sul campo. I biancazzurri, privi di Salas, squalificato, Rescia, impegnato in fase riabilitativa per il pieno recupero del suo ginocchio infortunato, e Pietrangelo, a referto ma ancora alle prese con un acciacco muscolare, partono giocando alla pari con i padroni di casa. Dopo soli 5’ di gioco, però, l’ex di turno, Nicolodi, s’incunea nella difesa pescarese, servendo a Hector la palla più invitante e facile da mettere in porta. Manca una vita alla fine del primo tempo ma una volta andati sotto i biancazzurri non riescono mai ad essere particolarmente pericolosi. Rieti, però, raggiunge il limite dei sei falli, quando ancora mancano 8’ alla fine della prima frazione. Manca in questo frangente quel pizzico di fortuna che avrebbe potuto far girare la gara. Cuzzolino, solitamente infallibile dal dischetto del tiro libero, colpisce per ben due volte i legni, mentre nel tempo intercorso tra il primo e il secondo palo è Joaozinho a trovare la via del gol, grazie ad una sassata che non lascia scampo al giovanissimo Berardi, anche questa sera protagonista eccellente in più di un’occasione. Borruto sul finire del tempo colpisce la traversa a portiere battuto e il Pescara va così al riposo con qualche rimpianto.
Ci si attende una riscossa dei biancazzurri nella ripresa ma nonostante una prova generosa il Pescara non dà mai la sensazione di poter riuscire a rimontare il doppio svantaggio. Rieti, minuto dopo minuto assume sempre più convinzione e certezze, mentre scemano progressivamente le ambizioni dei pescaresi, frustrati in ogni tentativo offensivo. Una transizione mette Corsini nelle migliori condizioni di tiro e per Berardi non c’è modo di opporsi al tiro potentissimo del giocatore di Rieti. Mancano ancora 13’ alla fine ma la gara sembra a questo punto francamente chiusa. A niente serve affidarsi alla tattica del portiere di movimento, i padroni di casa non mollano di un centimetro e sul finire della gara chiudono il poker grazie ancora all’intraprendenza e all’opportunismo di Joaozinho. La sconfitta assume così dimensioni insincere ma non c’è tempo per dolersene, l’Elide Round è alle porte e bisognerà dimenticare alla svelta questa serata negativa. Ci sarà tempo e modo per un riscatto che si presenta subito in una veste assolutamente accattivante. L’Europa chiama, il Barcellona è alle porte, è tempo di sfide che possono valere una stagione intera.

REAL RIETI-PESCARA 4-0 (2-0 p.t.)

REAL RIETI: Garcia Pereira, Corsini, Jesulito, Joaozinho, Nicolodi, Esposito, Romano, Hector, Caetano, Rafinha, Gouaiche, Lupinella. All. Bellarte

PESCARA: Berardi, Caputo, Borruto, Morgado, Cuzzolino, Ercolessi, Romano, Rosa, Burato, Saad, Tenderini, Pietrangelo. All. Patriarca

MARCATORI: 5'10'' p.t. Hector (R), 13'01'' Joaozinho (R), 6'48'' s.t. Corsini (R), 18'14'' Joaozinho (R)

AMMONITI: Corsini (R), Rafinha (R), Borruto (P), Ercolessi (P), Nicolodi (R), Cuzzolino (P)

NOTE: al 12'12'' del p.t. e al 16'34'' del p.t. Cuzzolino (P) calcia sul palo un tiro libero

ARBITRI: Carmelo Loddo (Reggio Calabria), Vincenzo Sgueglia (Civitavecchia) CRONO: Simone Pisani (Aprilia)

Pescara. Si terrà sabato 18 novembre alle ore 17 presso l’Aurum (largo Gardone Riviera) la presentazione del libro “il Ragazzo d’Estate” (Ianieri Edizioni), prima raccolta poetica di Federico Di Mascio.
All’evento interverrà Dante Quaglietta, autore della prefazione.
Classe 1992, pescarese, Di Mascio propone una silloge dal ritmo incalzante, come sottolinea Quaglietta, “un’epica poetica che si snoda nella concla­mazione ardita di gesta cavalleresche condite da digressioni darkfantasy, nello stile delle più famose tavole fumettistiche Marvel Comics di Stan Lee”.
Spazio e tempo, positività e negatività, umano e divino. Possono convivere scienza e fede?
L’Io poetico affronta eroicamente un percorso di crescita e maturazione, che conduce alla “risoluzione del conflit­to tra negatività e positività in una equazione subliminale: come l’esplosione di una stella tra­sforma lo stato della materia, così il male muta in bene”.
'Il Ragazzo d’estate’ vuole essere il senso aulico di un sogno che è possibile mutare in ar­monia interiore, acquisendo a piene mani dalla perfezione dell’Universo”.
Un viaggio evolutivo che non dimentica le radici e i luoghi cari (il profilo della Bella Addormentata, il Vate, la città di Pescara), guarda al passato e si dirige verso il futuro “attraverso una ricercatezza di termini inusuali break works, in uno style di rottura”.
Il componimento “Colori”, incluso nella raccolta, è arrivato secondo nel 2013 al concorso di poesie “Il sapore goliardico del vino”.

Pescara. L’Associazione Eremo Dannunziano e la Presidenza del Consiglio del Comune di Pescara, in collaborazione con la FUIS – Federazione Unitaria Italiana Scrittori e con autorevoli patrocini istituzionali, organizzano presso l’Aurum e l’Auditorium Petruzzi a Pescara la prima edizione dell’evento “DANNUNZIANA – D’Annunzio e la bellezza”. La manifestazione si articolerà in tre giorni, 24, 25 e 26 novembre, con variegate proposte dedicate al Vate che vedono la partecipazione di noti esponenti del panorama intellettuale. All’inaugurazione saranno presenti gli organizzatori Francesco Pagnanelli (Presidente del Consiglio del Comune di Pescara) e Nicoletta Di Gregorio (Presidente Eremo Dannunziano); interverranno S. E. Marìn Ràykov (Ambasciatore Repubblica di Bulgaria presso il Quirinale), Natale Antonio Rossi (Presidente Federazione Unitaria Italiana Scrittori), Paola Damiani (Presidente Fondazione Pescarabruzzo), Fabio Nieddu (Presidente Croce Rossa Italiana - Comitato di Pescara), Carlo Petracca (Esperto di Politiche Formative. Coordinerà il giornalista RAI Antimo Amore.

“L'iniziativa è nata in una serata di luglio, quando Nicoletta Di Gregorio è stata nominata presidente dell'associazione Eremo Dannunziano – racconta il presidente del Consiglio Comunale Francesco Pagnanelli – perché D'Annunzio, patrimonio culturale della nostra città potesse essere al centro di un’iniziativa culturale di grande prestigio. Siamo arrivati a questa sinergia fra Eremo Dannunziano e Presidenza del Consiglio Comunale e altri importanti patrocini e alla stesura di un programma bello e ricco di appuntamenti: una rassegna che credo per la prima volta porti a Pescara contenuti cisì speciali si D’Annunzio. Sono tre i giorni animati dalla passione e dal programma che vede l’arrivo di una serie di ospiti ed eventi che spaziano dal coinvolgimento delle scuole alle mostre, agli incontri con personaggi di rilevanza anche nazionale, un insieme di apporti che vanno anche al di là della poetica e cultura dannunziana e che sono entusiasta di presentare perché disegna una parte della storia e della cultura della nostra città”.

“Sono felice che si sia realizzata questa iniziativa – illustra la presidente Nicoletta Di Gregorio – Il Vate è un grande concittadino, ma anche uno dei maggiori poeti e scrittori del Novecento ed è da qui che bisogna davvero partire. Lui è stato uno dei primi ad avere un'idea programmatica di unione di intenti con le altre culture e autori contemporanei, un amante della cultura classica e greca e questi sono segni emblematici, importanti, che vogliamo rileggere in chiave moderna e ringrazio quanti ci hanno consentito di imbarcarci in questa avventura. Una parte importante e significativa è il contributo delle scuole all'iniziativa, che si apre infatti la mattina di venerdì 24 novembre con incontri che si svolgeranno contemporaneamente in sette istituti superiori della città nell’ambito del progetto Alternanza Scuola Lavoro e che proporranno, oltre alle presenze dei relatori, quelle significative di rappresentanti della Croce Rossa Italiana, per riaffermare l’importanza del connubio tra cultura e volontariato.
Sabato 25 al Petruzzi ci sarà l'apertura ufficiale con l'Ambasciatore di Bulgaria presso il Quirinale S. E. Marìn Ràykov, in mattinata come da tradizione, l’Associazione Eremo Dannunziano assegnerà il Premio Aligi a un’illustre personalità del mondo culturale italiano, che quest’anno è il Professor Francesco Sabatini, Presidente emerito dell’Accademia della Crusca, per l’occasione introdotto dall’Avvocato Antonello De Rosa. Sono numerosi i pregevoli interventi di DANNUNZIANA, tra cui quelli della già Presidente del Vittoriale Annamaria Andreoli, del poeta Davide Rondoni che inizierà una presenza dedicata ogni anno a un grande poeta italiano, della saggista Paola Sorge e del saggista Tobia Iodice e Giovanni Benedicenti. Tra gli attori che introdurranno ogni singolo evento, saranno presenti Stefania Graziosi, Angelo Del Vecchio, Franca Minnucci e Carlo Orsini. La manifestazione sarà arricchita da esposizioni di auto d’epoca, documenti e cartoline, una mostra d’arte, una rassegna editoriale e interventi musicali tra cui l’esibizione della Billy Bros Swing-Orchestra con brani di musica Jazz i cui dischi sono custoditi presso il Vittoriale.
Infine la domenica inizieremo con la consegna degli attestati per i ragazzi che hanno seguito il progetto di alternanza scuola lavoro, per chiudere con altri due appuntamenti letterari e musicali dedicati al Vate. Diversi gli attori presenti in tutte le iniziative oltre a quelli citati anche: Massimo Vellaccio, Franca Minnucci Francesca Persico, Angelo Petrone, Cam Lecce, Rossella Micolitti, Lea Del Greco”.

Pescara. "E’ insopportabile che nel 2017 una città sia completamente al buio da diverse settimane e la giunta Alessandrini rimane colpevolmente ferma".

Così in una nota i Consiglieri comunali di Pescara di Alleanza Nazionale-An, Guerino Testa, Alfredo Cremonese e Massimo Pastore, che proseguono: "Il vice sindaco Blasioli invece di continuare a fare post inutili sui social incominci a lavorare per risolvere problemi primari della nostra collettività quale quello della pubblica illuminazione.
A tal proposito il gruppo consiliare ha chiesto la convocazione della commissione controllo e garanzia invitando il dott. Tonelli, quale presidente della società Pescara Energia Spa, per capire in maniera approfondita le ragioni della mancanza di pubblica illuminazione in tantissime vie della città ormai da settimane.
Centinaia sono le segnalazioni che ogni giorno continuano ad arrivare per evidenziare il problema luce e quindi quello collegato della sicurezza. Tante sono le famiglie che addirittura hanno acquistato una pila per tornare a casa.
Il centro sinistra continua a dimostrare tutta la propria incapacità amministrativa nel gestire la cosa pubblica e i servizi essenziali a favore dei cittadini.
Tre anni e mezzo del nulla, nessuna opera pubblica, nessuna manutenzione, zero sicurezza, tasse locali al massimo, nessun sostegno al commercio insomma nulla di nulla.
A questo punto appare evidente che la giunta Alessandrini rimetta al più presto il proprio mandato".

Pescara. "Porre oggi il problema del Capoluogo di Regione, dopo che la città de L’Aquila è stata messa in ginocchio da terremoto e stenta ancora a ripartire, è un vero e proprio atto di sciacallaggio, per questo ieri come Consiglieri del gruppo di Articolo UNO – Movimento Democratico e Progressista abbiamo espresso convintamente voto contrario".
Così in una nota il gruppo consigliare Articolo UNO – Movimento Democratico e Progressista (Carlo Gaspari e Stefano Casciano), che prosegue: "L’iter amministrativo per la costituzione della Nuova Pescara che segue il referendum non ha a che fare con il tema del Capoluogo di regione, unire le due tematiche significa voler far fallire volontariamente l’approvazione della legge regionale per la nuova città.
Volendo pensar male si può dedurre che le liste civiche di maggioranza hanno votato l’o.d.g. presentato dal Centro-Destra solo per preservare il loro ristretto bacino elettorale. Non è il tempo di anacronistiche riedizioni campanilistiche: L’Aquila è il nostro Capoluogo di Regione e Pescara non ha bisogno di queste sceneggiate strumentali.
Il centrodestra, diviso al suo interno, tra Pescara e L’Aquila soffia sul fuoco delle divisioni. Spiace rilevare l’assenza dei Consiglieri di Sinistra Italiana che hanno preferito non partecipare".

Pescara. In merito all’Elite Round di Uefa Futsal Cup in programma a Pescara, la società comunica che i tagliandi di ingresso al Pala Giovanni Paolo II, sede degli incontri, saranno anche in questa circostanza distribuiti a titolo gratuito. I biglietti saranno distribuiti nei giorni stessi delle gare, ovvero nei giorni 22, 23 e 25 c.m., con riferimento esclusivo alle gare in programma nel giorno in questione presso il botteghino del Pala Papa GiovanniPaolo II a partire dalle ore 15:00.
La distribuzione avverrà sino ad esaurimento capienza dell’impianto e saranno ceduti un massimo di 3 biglietti pro capite.

Infine, si ricorda il programma completo delle gare Di Uefa Futsal Cup in programma a Pescara, presso il Pala Giovanni Paolo II, la prossima settimana:

Orari e giorni partite Gruppo A
MD1: 22/11
Barcelona - T’Knoppount (17:30)Pescara C5 - Ekonomac Kragujevac (20:00)
MD2: 23/11
Ekonomac Kragujevac - Barcelona (17:30)Pescara C5 - T’Knoppount (20:00)
MD3: 25/11
T’Knoppount - Ekonomac Kragujevac (17:30)Barcelona – Pescara C5 (20:00) diretta tv su Fox

Pescara. “Il sottopasso di Fontanelle è attualmente aperto, segno, già questo, che il lavoro svolto non è stato né inutile, né vano, considerato il fatto che fino ad oggi, da quando è stato completato, anche in presenza di precipitazioni copiose, ha sempre assolto alla sua funzione".

Così in una nota il vicesindaco di Pescara e assessore alla Manutenzione, Antonio Blasioli, che aggiunge: "Infatti, una volta individuato il problema e liberate le pompe dai materiali che le ostruivano, l’infrastruttura si è svuotata in tempi rapidissimi ed è tornata fruibile. Tutto questo è accaduto perché gli allarmi legati proprio al funzionamento hanno funzionato tutti, per decenza evito di fare paragoni con un passato in cui la mancanza di segnalazioni luminose ha determinato situazioni ben più gravi. Il sistema di sollevamento per lo smaltimento delle acque piovane è tornato a funzionare appena individuate le cause del problema, senza che nessun danno a cose o persone si sia verificato, questo anche grazie alla previdente decisione di chiudere tutti i sottopassi, le golene e le zone a rischio allagamento, presa molto prima che la pioggia cominciasse a cadere così copiosa, già con l’apertura del Centro Operativo Comunale per il codice rosso diramato e per evitare complicazioni.
A seguito dell'investimento che il centrodestra irride e ritiene vano, il sottopasso di ieri oggi invece ha: una vasca "principale" di raccolta, di recente realizzazione, con due pompe che conferiscono l'acqua direttamente al Fosso Acquatorbida in prossimità della Tiburtina; una vasca "secondaria" di raccolta, realizzata in precedenza, con altre due pompe che conferiscono l'acqua in un pozzetto presente in Via Fontanelle; un gruppo elettrogeno di continuità in caso di assenza di corrente; un sistema di monitoraggio a distanza; un sistema di allertamento e di segnalazione di chiusura del sottopasso tramite semafori.
A causa delle eccessive precipitazioni, il sistema di raccolta e smaltimento delle acque miste circostante il sottopasso di competenza ACA (che dovrebbe convogliare le acque miste al sollevamento ACA posto sulla tiburtina) è andato in saturazione, comportando una serie di problemi: ha generato la tracimazione delle acque miste dal pozzetto stradale sito in Via Fontanelle, facendo riversare un vero e proprio torrente di acque miste all'interno del sottopasso; ha impedito la possibilità di utilizzare le 2 pompe della vasca "secondaria", in quanto l'acqua sarebbe stata inviata alla condotta acque miste ACA di Via Fontanelle già completamente saturata. Si è riscontrato che materiale imprevisto (proveniente presumibilmente dalle acque miste tracimate di cui sopra) si è riversato nella vasca del sottopasso ostruendo le “giranti” delle pompe.
In tali circostanze il sistema termico di protezione delle pompe deve necessariamente attivarsi per fermare l'impianto, in quanto il sovrasforzo con conseguente eccesso di assorbimento di corrente elettrica causerebbe il surriscaldamento del sistema e la conseguente bruciatura delle pompe. Tutti gli allarmi sono scattati e sul posto si sono subito recati i nostri tecnici per monitorare l’accaduto e rimettere in funzione pompe e sottopasso. Dopo aver riattivato manualmente le pompe si è immediatamente riscontrato nuovamente il problema, e pertanto è stata chiamata la ditta manutentrice che con un intervento tecnico specializzato ha fatto girare temporaneamente le pompe al contrario, liberandole dal materiale che ne impediva il funzionamento e garantendo il ripristino della piena funzionalità dell'impianto.
A seguito dell'intervento, il nuovo impianto di sollevamento è stato in grado di smaltire l'intero volume di acqua accumulato in breve tempo (in precedenza occorreva l'intervento di autobotti) e sebbene l'imprevisto abbia causato l'allagamento del sottopasso, è comunque riscontrabile con certezza che l'impianto di sollevamento era in perfetta efficienza (lunedì scorso era stata fatta la manutenzione periodica ordinaria su tutti gli impianti di sollevamento); la nuova linea in pressione collegata al Fosso Acquatorbida ha permesso, non appena liberate le giranti, di svuotare il sottopasso in tempi rapidi (senza l'intervento non sarebbe stato possibile in quanto il sistema di raccolta acque miste di ACA è rimasto ostruito per diverso tempo); il sistema di monitoraggio ha permesso di identificare rapidamente le cause ed intervenire tempestivamente; il sistema di allertamento e di segnalazione semaforica della chiusura del sottopasso ha garantito una immediata segnalazione all'utenza prima ancora del verificarsi del guasto, tanto da riuscire ad essere sul posto per risolvere il problema.
Pertanto l'impianto non solo è stato progettato per smaltire correttamente tutte le acque che insistono sul sottopasso anche in caso di assenza di corrente, ma è stato anche completato con un sistema di monitoraggio e segnalazione semaforica che interviene proprio in caso di imprevisti che temporaneamente bloccano in maniera inevitabile l'impianto”.

Pescara. L’Italia sarà la sede dei Campionati Mondiali 2020 di Beach Handball maschili e femminili. La decisione della IHF (International Handball Federation) ha premiato la candidatura italiana per la manifestazione che si svolgerà nelle città di Pescara e di Montesilvano, in Abruzzo, nel luglio del 2020.
Successo storico per la FIGH (Federazione Italiana Giuoco Handball), che ospiterà per la prima volta nella sua storia il massimo evento di portata globale di questa disciplina. Tutto questo, in una fase di grande ascesa del Beach Handball, che due anni prima del Mondiale in Italia, nell’ottobre 2018, debutterà tra gli Sport degli YOG (Youth Olympics Games) a Buenos Aires, in Argentina. E anche in quell’occasione l’Italia sarà, con la sua Nazionale U18 maschile, ai nastri di partenza dopo l’argento ai Mondiali U17 dell’estate scorsa alle Mauritius.

Una notizia accolta con entusiasmo dal sindaco di Pescara Marco Alessandrini e dall’assessore a Turismo e Grandi Eventi Giacomo Cuzzi: “Siamo davvero orgogliosi di far crescere l’importanza della nostra città nei massimi circuiti sportivi di questa disciplina. Il 2020 è alle porte, la nostra città saprà accogliere e rilanciare eco e valore dei Campionati, com’è accaduto fino ad oggi per tutti gli altri eventi sportivi internazionali che abbiamo avuto la possibilità di ospitare. Pescara è una città di mare e può dirsi a pieno titolo Città dello Sport, un binomio che è nella nostra storia e che ha sempre prodotto risultati di grande effetto. E’ dunque un grande traguardo che anche il Beach Handball possa trovare spazio nel nostro scenario naturale e nel fermento che siamo certi si creerà intorno alla manifestazione”.
Grande è la soddisfazione espressa dal Presidente Federale, Pasquale Loria: “Dietro questo risultato così importante e prestigioso per la nostra Federazione c’è stato un grande lavoro di squadra. Quando ognuno dà il massimo nel suo ambito, nel suo ruolo, si ottengono risultati importanti. Il mio primo ringraziamento va, allora, a chi ha portato avanti il progetto di questa candidatura all’interno della Federazione. Ringrazio il CONI (Comitato Olimpico Nazionale Italiano) e il Presidente Malagò per averci supportato sin dal principio. Grazie alla IHF, al Presidente Moustafa, per aver dimostrato di credere fortemente nell’Italia. Questa assegnazione è un atto concreto da parte della Federazione Internazionale, è dimostrazione di una rinnovata predisposizione nei confronti della FIGH e del Movimento italiano”.

Il grazie va anche alle città di Pescara e Montesilvano, scenari dell’evento: “Ringrazio il Governatore della Regione Abruzzo, Luciano D’Alfonso, e le amministrazioni comunali, nelle persone dei sindaci di Pescara, Marco Alessandrini, e di Montesilvano, Francesco Maragno, per aver creduto in questo progetto assieme alla FIGH. L’Abruzzo, e in particolare la costa pescarese, sapranno essere la location perfetta per un evento di questa portata. I Mediterranean Beach Games del 2015, un enorme successo organizzativo, sono stati dimostrazione tangibile dell’attitudine di questa terra ad ospitare grandi appuntamenti sportivi di questo genere. Siamo pronti a lavorare fianco a fianco con le Istituzioni nazionali e del territorio per creare un Mondiale di Beach Handball che possa rivelarsi memorabile”.

L'ufficialità è giunta all'esito dei lavori del XXXVI Congresso della IHF tenutosi ad Antalya (Turchia) nel fine settimana. Il cammino verso #Pescara2020, ora, può ufficialmente prenderà il via.
L’ITALIA NEL BEACH HANDBALL – Il feeling tra l’Italia e la disciplina del Beach Handball nasce parallelamente alle origini di questa disciplina: è in Italia, infatti, che viene concepito il regolamentodella versione da spiaggia della Pallamano, il cui sviluppo su scala mondiale vive una fortissima accelerazione. Ne sono dimostrazione l’apertura – con un match di esibizione a Losanna – da parte del CIO (Comitato Olimpico Internazionale) e l’ingresso tra gli Sport degli Youth Olympics Games del 2018 in Argentina.

PALMARES AZZURRO - Il palmares azzurro si compone di 9 medaglie, di cui 3 ori (Europei femminili 2009, World Games femminili 2009, Mediterranean Beach Games femminili 2015), un argento (Mondiali U17 maschili 2017) e 5 bronzi (Mondiali femminili 2004, Europei U19 maschili 2009, Europei femminili 2009, Europei femminili 2015, Europei U16 maschili 2016).
PESCARA – La città di Pescara tornerà ad ospitare un grande evento estivo, dopo essere stata, con successo, teatro dell’edizione inaugurale dei Mediterranean Beach Games nell’estate 2015.

Pescara. Si invia in allegato il testo della mozione approvata oggi dal Consiglio Comunale inerente il Disegno di legge per l'istituzione del garante nazionale tutela vittime e per l'eliminazione dei limiti di accesso al fondo di garanzia per le vittime di reati, proposta dalla consigliera comunale Tiziana Di Giampietro quale presidente della Commissione Pari Opportunità del Comune di Pescara e approvato dall'Assise con 14 voti favorevoli.

Pescara. Sarà prorogata fino al 15 dicembre prossimo la possibilità di fare la domanda per diventare componente la giuria dei cittadini per l’aggiornamento del Piano Generale del traffico urbano (PGTU) di Pescara. Gli interessati potranno mandare la propria candidatura seguendo le indicazioni dell’avviso pubblico pubblicato online la cui scadenza prevista per il 20 novembre, verrà aggiornata.

“La redazione del PGTU prevede un programma di partecipazione pubblica che l’Amministrazione comunale intende fortemente sostenere al fine di coinvolgere il maggior numero di cittadini interessati al miglioramento del traffico cittadino e in generale delle condizioni di vivibilità e benessere del territorio comunale – spiega l’assessore alla Mobilità Stefano Civitarese Matteucci - La fase di consultazione non prevede la discussione dei dettagli del progetto, quanto la definizione e la valutazione delle modalità di perseguimento di obiettivi della politica dei trasporti urbani, in accordo con le preferenze collettive rilevate, ferma restando la responsabilità decisionale
degli organi istituzionali del comune. La Giuria dei Cittadini sarà composta da cittadini estratti a sorte tra quelli che, in risposta all’avviso, manifesteranno il loro interesse a farne parte. L’estrazione casuale dovrà garantire una adeguata rappresentazione delle diverse caratteristiche della popolazione di Pescara, in base alle seguenti specifiche:
numero: 6 uomini, 6 donne;
età: 3 tra 14-29 anni, 6 tra 30-64 anni, 3 oltre 65 anni;
condizione lavorativa: 3 studenti, 3 pensionati, 2 casalinghe, 1 professionisti, dirigenti,
imprenditori, 1 commercianti/artigiani, 2 impiegati/operai, precari.
I componenti la giuria saranno invitati a partecipare ad almeno due riunioni: nella prima sarà discussa la versione finale dello schema di piano del traffico; nella seconda sarà discussa la priorità delle strategie di intervento. La partecipazione alla giuria non prevede alcuna forma di compenso né di rimborso spese”.

Per partecipare. Tutti i cittadini interessati devono presentare apposita domanda mediante la compilazione della scheda scaricabile dal sito al link sottostante, da trasmettere in una delle seguenti modalità: deposito al protocollo generale del Comune di Pescara; invio di una mail al seguente indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

La documentazione disponibile qui:
http://versopescara2027.comune.pescara.it/pgtu-la-giuria-dei-cittadini/

Pagina 1 di 215

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione