Pescara. Sono partiti stamane in viale Pindaro dei lavori che serviranno a rendere più efficaci le politiche anti allagamento portate avanti dall’Amministrazione con gli interventi operati.

“Si tratta dei lavori dello scolmatore di viale Pindaro – illustra il vice sindaco e assessore ai Lavori Pubblici Antonio Blasioli – Lo scolmatore è una condotta che serve per alleggerire la pressione idraulica sul Fosso Bardet nei momenti di piena, in modo da riequilibrare i carichi idraulici ed evitare gli allagamenti. E’un lavoro molto atteso perché a causa delle piogge la pressione sul fosso Bardet che passa sotto viale Pindaro per andare a via Pollione, un tratto che è stato ripulito già da tempo, aumenta e crea difficoltà perché non riesce a defluire. Grazie allo scolmatore, ad un certo livello l’acqua viene invece deviata per 300 litri al secondo da fosso Bardet sulla condotta di viale Pindaro, e questo allevia la condotta e serve per evitare gli allagamenti nella zona stadio tutelando varie attività commerciali che per anni hanno avuto disagi.
Gli interventi dureranno circa tre giorni e alla fine di questo avremo risolto un altro grande problema degli allagamenti a Pescara”.

Pescara. Procede il cammino dell’affidamento della gestione e manutenzione ordinaria di alcuni parchi cittadini, attraverso la realizzazione di chioschi. Dopo il sì della Giunta e del consiglio, domani sarà online il primo bando che riguarderà il parco Florida. Stamane la presentazione in conferenza stampa da parte del vicesindaco e assessore ai Parchi Antonio Blasioli, erano inoltre presenti i consiglieri Lola Gabriella Berardi, Stefano Casciano e Piero Giampietro e il responsabile del Servizio Verde del Comune Mario Caudullo.

“Da domani sarà possibile candidarsi alla gestione del parco Florida, avendo la possibilità di realizzare un chiosco da adibire, ad esempio, a bar o pizzeria. Va così avanti avanti un lavoro avviato da Laura Di Pietro durante il suo mandato di assessore al Verde – dice il vicesindaco e attuale assessore al Verde Antonio Blasioli – Seguiranno questa linea anche il parco Calipari, Baden Powell e Parco dell’Accoglienza di Via Po e stiamo studiando di promuoverla anche per quello di piazza Santa Caterina. E’ la prima concreta applicazione in una gara ad evidenza pubblica non solo delle disposizioni legislative che abbiamo adottato anche nell’affidamento degli altri parchi, ma delle modifiche statutarie e regolamentari introdotte dall’Amministrazione per migliorare la gestione del Verde pubblico e oggi vigenti per l’Ente.
Con l’affidamento a soggetti terzi che sono specificati dal bando in associazioni, unioni, cooperative, imprenditori, puntiamo a fare diventare queste aree più fruibili e soprattutto più controllate. Il Florida potrà dunque avere oltre al controllo che quotidianamente assicuriamo, anche una rivitalizzazione, com’è accaduto in altri due parchi cittadini che sono già stati affidati, il Sabucchi e il De Riseis. Una piccola rivoluzione avviata dal lavoro dell’assessore Laura Di Pietro, che intendiamo portare avanti. Una volta pubblicato il bando ci saranno 35 giorni per rispondere, la gara sarà aperta a: Onlus e no profit, associazioni umanitarie e benefiche, organizzazioni e Associazioni libere. L’affidatario della gestione potrà, a propria cura e spese provvedere ad installare, sulle aree indicate nell’avviso, un chiosco e/o un box con relativi servizi igienici, realizzati secondo i parametri stabiliti dall’Amministrazione Comunale per un massimo di 32 mq e dove sono presenti campi attrezzati per lo svolgimento delle attività sportive, la superficie predetta potrà essere elevata ad ulteriori mq. 32 (trentadue) destinati alla realizzazione di locali spogliatoi. Tali realizzazioni potranno avvenire attraverso la concessione del diritto di superficie per il tempo massimo di 10 anni al termine del quale le strutture realizzate passeranno, a titolo gratuito, al patrimonio dell’Ente che deciderà cosa farne, oppure per 5 anni, senza le strutture. Iniziamo dal Florida con la speranza di ricevere diverse domande, perché è fra i più segnalati, la rivitalizzazione di questa area ci sta molto a cuore e siamo ansiosi di vederlo animato da iniziative e progetti”.

“Il degrado non si combatte solo con il controllo – aggiunge il consigliere Piero Giampietro - ma anche con la rivitalizzazione di aree pubbliche vive, con servizi e promozione di una maggiore utenza quotidiana: queste sono armi molto potenti per far crescere la qualità della vita dei pescaresi”.

“I cittadini vogliono vivere questi spazi verdi che la città è riuscita a mettere in ordine – conclude Lola Gabriella Berardi - L’Amministrazione è sensibile a tale richiesta e dobbiamo ringraziare gli uffici che ci hanno lavorato e l’assessorato che ha portato avanti questa idea che speriamo abbia grande successo”.

Pescara. Venerdì 20, sabato 21 e domenica 22 ottobre 2017 le tre giornate centrali della decima edizione del Festival Mediterraneo della Laicità (www.laicofestival.it) organizzate presso l’Aurum di Pescara dall’associazione Itinerari Laici (www.itinerarilaici.it/).
Tema di quest'anno “mobilitazione totale, connessione generale".

Dopo l’incontro di sabato 18, nuovo appuntamento con il Ciclo Arte curato da Simone Ciglia e Giambattista Benedicenti, ciclo che si concluderà con l’incontro di sabato 7 ottobre.

Sabato 23 settembre: Giovanbattista Benedicenti L'utopia dell'arte totale da Wagner a Gropius

seguirà sabato 7 ottobre: Giovanbattista Benedicenti L'utopia dell'arte totale da Gropius a oggi

Giovanbattista Benedicenti è nato a Pescara nel 1969. Insegna Storia dell'Arte presso il Liceo Classico “D’Annunzio” di Pescara.
Dopo la laurea in Lettere a Firenze, ha conseguito il titolo di dottore di ricerca in Storia dell’Arte presso l’Università di Venezia. È autore di varie pubblicazioni sull’arte moderna e contemporanea

Il video degli Incontri sono pubblicati nel canale Youtube del Festival raggiungibile dal sito dell’Associazione www.itinerarilaici.it o direttamente a www.youtube.com/channel/UCNH70_mR3eMax3pvP2jO6zA/videos


Silvana Prosperi, ideatrice e curatrice del Festival Mediterraneo della Laicità ha illustrato lo spirito dell'iniziativa. "L'Arte con i suoi diversi linguaggi è imprescindibile per leggere la realtà e ad essa il Festival mediterraneo della laicità dedica uno spazio significativo. Abbiamo scelto di approfondire il nesso tra laicità ed Arte perché questa è una componente esemplare della cultura, per il suo ruolo di rappresentare, criticare, modificare le forme di vita e le relazioni con il mondo in un rapporto di condivisione".

Laicità ed Arte Interrogativi per interpretare il modo attraverso l'Arte

Che cos’è un’opera d’arte?
Tra l’opinione scettica convinta dell’impossibilità della definizione dell’opera d’arte e quella più incline a ricercare una definizione propria dell’opera d’arte quale è la scelta giusta?
Le opere sono oggetti fisici.
Le opere sono oggetti sociali.
Le opere provocano accidentalmente conoscenza. Le opere provocano necessariamente sentimenti. Le opere fingono di essere persone.

La decima edizione del Festival è preceduto e seguito da tre cicli:

Laicità ARTE EVENTO: www.facebook.com/events/115906432482028
Ciclo di Arte a cura di Simone Ciglia e GiovanBattista Benedicenti
16, 23 settembre e 7 ottobre Museo d'arte moderna Vittoria Colonna, Via Gramsci, 1, Pescara piano terra h. 17.30

Laicità MUSICA EVENTO: www.facebook.com/events/1760317127594091/
20 ottobre AURUM Sala Francesco Paolo Tosti, Largo Gardone Riviera, Pescara piano terra h. 16.30
Alan DI LIBERATORE - Violoncello

Laicità CINEMA EVENTO: https://www.facebook.com/events/305796813162029/
Ciclo di Cinema a cura dell’Associazione A.C.M.A.
28 ottobre, 4 e 11 novembre Museo d'arte moderna Vittoria Colonna, Via Gramsci, 1, Pescara piano terra h. 17.30

Pescara. Una riduzione del Giulio Cesare di Shakespeare sarà di scena nel parco il 22 e il 23 settembre per l'edizione 2017 del progetto Torre del Bardo, felice sinergia con Teatro Stabile d’Abruzzo e la Onlus della Laad a cura del regista William, con il patrocinio del Comune. Stamane la presentazione da parte dell'assessore Giovanni Di Iacovo, il regista, gli attori, Margherita Cordova e Vera De Gregoris, moglie del fondatore della Laad Gianni Cordova scomparso di recente.

“Ogni produzione culturale non può prescindere dalle contingenze storiche, politiche e sociali di una città – esordisce l’assessore Giovanni Di Iacovo - credo che la scelta della Torre del Bardo sia una scelta di grande attualità e il sodalizio riuscito con la Laad non poteva che essere un esempio di come la cultura possa essere promossa in ambiti anche sociali. Azzeccata l’idea di portare in scena il Giulio Cesare, una figura di grande impatto che esprime ciò che criticamente e umanamente Shakespeare vede nell’imperatore e questo non poteva accadere in un momento migliore. Il parco è da sempre gestito in ottimo modo maniere e la Laad ha avuto un’intuizione forte per rivitalizzare questa zona di Pescara, perché i parchi oltre ad essere belli e curati devono essere anche vissuti e il Sabucchi ha una tradizione viva e intensa per la cultura che va felicemente avanti da tanti anni”.

“La Laad anche quest’anno mettendo tanto impegno ha voluto rinnovare la tradizione di una serie di eventi – sottolinea Vera De Gregoris, a capo della Laad dopo la scomparsa del marito Gianni Cordova - Questo è l’ultimo spettacolo dell’estate ed è un fiore all’occhiello per noi e per la città perché il teatro classico non è molto diffuso, invece merita. Lo è perché offre spunti e riflessioni senza togliere nulla ad altre forme di teatro. L’arte, il teatro e la commedia per Gianni erano importanti anche per la prevenzione del disagio, più che di ogni altro tipo di discorso tecnico ed educativo. Tutto concorre ma la cultura è la base su cui si può e deve lavorare, ed è anche un modo per rendere omaggio a chi per tanti anni si è speso e portarne avanti il lavoro”.

“Il genio di Shakespeare viene preso in prestito perché è buono per tutte le epoche – aggiunge William Zola, regista - sia per il valore che le sue intuizioni hanno nel mondo occidentale, che per l’attualità che offre per riflettere e approfondire. Questo è un teatro che può far meditare, il Giulio Cesare lo abbiamo voluto non a caso “Tragedia di Marco Bruto”, dramma nel dramma. E’ anche un focus sulla maledizione del potere che fa perdere agli uomini il senso della realtà, ma quando le persone semplici, umili o gli spiriti eletti prendono coscienza del pericolo della perdita della libertà le spirali del potere si interrompono, quasi sempre in maniera violenta. Una riduzione a cura di Margherita Cordova che va all’essenza: le domande che l’autore si pone e pone all’umanità. Gli eroi pagano sempre nella tragedia greca, questa è un percorso introspettivo per fare una riflessione sull’epoca che stiamo vivendo. Installazioni, più che scenografia nel palcoscenico naturale del parco e della sua torre che diventerà il Foro Romano. Da non perdere gli attori che vantano un trascorso teatrale e storie di grande intensità”.

“L’opera pone l’accento più di altre sui punti di vista delle varie figure – dice Margherita Cordova, aiuto regista - non c’è un vero protagonista, quindi è un’opera copernicana che spacca il pubblico che si mette nei panni delle diverse parti recitanti. Qui non c’è un bene assoluto, anche se il tema della libertà è centrale, va sempre difesa perché non è mai una cosa che va data per scontata e spesso rischiamo di perderla per il capriccio di qualcuno”.

Pescara. Anche quest’anno, all’interno dello Stadio Adriatico Cornacchia si terrà una nuova edizione, l’undicesima, della Mostra Scambio di auto d’epoca a cura del Club Motors. Un appuntamento per appassionati e collezionisti quello di sabato 23 e domenica 24 settembre che si arricchisce di alcune novità ed eventi che prenderanno vita in contemporanea, come la Fiera dell’Elettronica, la Fiera del Fumetto e la Fiera del disco in vinile, tornato di grande attualità e di tendenza.

“Oltre a pezzi storici per auto, bici e moto d’epoca, sarà una “Multi-Fiera” con finestre aperte anche sull’elettronica, il fumetto e il vinile, che consentirà di avvicinare mondi distanti solo in apparenza e di stabilire fruttuose sinergie – spiega Gianmichele Finarelli, dell’organizzazione - Collezionisti di pezzi d’epoca vecchi e nuovi, quelli del fumetto rappresentano una compagine ormai storica, seguita da tantissimi appassionati in tutta Italia, per tale motivo Club Motors ha voluto offrire agli appassionati locali la possibilità di iniziare o completare le loro collezioni di dischi e/o fumetti, abbinando la Fiera del Fumetto e del Vinile alla ormai collaudata Mostra Scambio.
Ci auguriamo che anche per questo appuntamento le visite siano numerose come lo sono state nelle precedenti edizioni, vi aspettiamo con gadget e altre sorprese per chi verrà a curiosare fra i nostri espositori”.

Info e prenotazioni: www.mostrascambioabruzzo.it

Pescara. A partire dal mese di agosto i Carabinieri di Pescara hanno intensificato l’attività di prevenzione e repressione dei reati, con particolare attenzione alle aree maggiormente sensibili della periferia cittadina; scopo principale di tale eccezionale dispositivo è quello di aumentare la presenza dei militari e presidiare il territorio con maggior efficacia, impiegando un numero di forze superiori alla norma in modo da ottenere effetti di elevato impatto che alimentino il senso di sicurezza dei cittadini.
Sono stati 5 i servizi straordinari che hanno interessato i quartieri di Fontanelle (11, 15 e 19 agosto) e Rancitelli (4 e 20 settembre) e che hanno fatto registrare significativi risultati sia sotto il profilo della prevenzione che della repressione dei reati. In particolare sono state controllate 273 persone a bordo di 161 mezzi, elevate 18 contravvenzioni al Codice della strada, sequestrati 8 veicoli, in gran parte poiché sprovvisti di assicurazione, effettuate 11 perquisizioni, 9 segnalazioni ex art. 75 del Testo Unico sugli Stupefacenti e 5 persone denunciate.
In particolare un giovane pregiudicato di Rancitelli è stato denunciato dai militari del Nucleo Operativo e Radiomobile, per il reato di riciclaggio; sottoposto a controllo è stato trovato a bordo di uno scooter che, a seguito di indagini, si è scoperto essere oggetto di furto. Il ragazzo, aveva opportunamente modificato ed alterato diverse parti esterne e meccaniche al fine di rendere difficoltoso l’accertamento sulla provenienza e, come è stato scoperto successivamente, poterlo vendere a qualche ignaro e poco accorto acquirente tramite un’inserzione sul sito subito.it.
Nella serata del 20 settembre, sempre i militari del Nucleo Operativo hanno denunciato un 19enne moldavo residente a Zanni, per spaccio e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti; il ragazzo è stato sorpreso dalla pattuglia a cedere dosi di marijuana ad un coetaneo e, a seguito di perquisizione, è stato trovato in possesso di altre cinque dosi per un totale complessivo di 20 grammi.
“Nonostante tutti gli indicatori dicano come il livello generale di delittuosità sia in calo, capita a volte che i cittadini percepiscono comunque un minor senso di sicurezza: è per invertire questo trend che sono stati e saranno eseguiti da parte dell’Arma servizi di questa tipo, al fine di far sentire alla collettività una costante e rassicurante presenza quotidiana”.

Pescara. Nel pomeriggio di ieri la Polizia di Stato è intervenuta presso un esercizio commerciale della locale via Venezia, ove si stava consumando un furto. L’autore, poi identificato per IONITA Ionut Marian, romeno di anni 21 aveva occultato all’interno di una borsa, alcuni profumi per un valore di circa 65 euro. All’esito di accertamenti, il giovane risultava essere ricercato, poiché a suo carico era stato emesso un ordine di custodia cautelare in carcere dall’Autorità Giudiziaria di Pescara, a seguito dei numerosi reati contro il patrimonio commessi. Il Personale della Squadra Volante pertanto arrestava lo IONITA, che veniva poi associato presso il locale carcere.
Intorno alle ore 23.00, inoltre, il personale della Squadra Volante rintracciava nei pressi del complesso residenziale denominato “Ferro di Cavallo”, una persona poi identificata per DI ZIO Renato, di anni 32, residente a Pineto (TE). Gli immediati accertamenti di polizia giudiziaria permettevano di riscontrare che il predetto risultava essere contravventore alla misura di prevenzione della sorveglianza speciale di pubblica sicurezza, disposta dall’A.G. di Teramo, che gli imponeva di non frequentare pregiudicati, di non allontanarsi dal proprio Comune senza preavviso alla locale Autorità di P.S. e di farvi rientro non oltre le ore 22 di sera.
Il DI ZIO, altresì, risultava essere già stato denunciato per violazione di tali obblighi, che gli erano stati imposti a motivo di diversi precedenti di polizia.
L’uomo veniva pertanto arrestato per contravvenzione alla citata misura di prevenzione e condotto presso il locale carcere.

Pescara. La Polizia di Stato ha dato esecuzione ad una misura cautelare che dispone il divieto di dimora nella provincia di Pescara con contestuale sequestro preventivo, emessa dal Gip di Pescara (dott. Gianluca Sarandrea) su richiesta del PM (dott.ssa Anna Benigni) per il reato di favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione, nei confronti di D. L. R. N., classe 1969, originaria della Repubblica Dominicana.
L’indagine della Squadra Mobile di Pescara è partita da un controllo effettuato nel mese di agosto scorso che aveva consentito di scoprire che la straniera, locataria di un appartamento a Pescara in Via Tibullo, ospitava in subaffitto due donne ed un transessuale sudamericani, dietro la corresponsione “in nero” di 350 euro a settimana da ciascuno dei predetti.
Accertamenti condotti nell’immediatezza, anche tramite l’escussione di alcuni testimoni, avevano fatto emergere che l’abitazione veniva da tempo utilizzata come una vera e propria casa d’appuntamenti da tutti i suoi occupanti; ipotesi confermata, peraltro, dal rinvenimento di profilattici, vibromassaggiatori e creme erotiche.
Sulla base degli elementi prospettati all’autorità giudiziaria, il G.I.P. del locale Tribunale, ritenendo sussistenti gravi indizi di colpevolezza in ordine ai reati di cui agli articoli 3 comma 2 n. 8 e 4 comma 1 n. 7 della legge 75/1958 (favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione), ha disposto nei confronti della D. L. R. N., già gravata da un precedente penale specifico, la misura cautelare del divieto di dimora nella provincia di Pescara, nonché il sequestro preventivo dell’immobile.

Pescara. E' entrato in funzione ieri ttina l'ascensore interno a Palazzo di Città che rende accessibili tutti i piani dell'edificio, anche i due "mezzanini" compresi fra il piano terra e il secondo piano, fino ad oggi raggiungibili solo attraverso delle scale interne, dove si trovano uffici aperti al pubblico. Si tratta di una "incompiuta" che viene ultimata dopo quasi un decennio di attesa e che rende il Comune più inclusivo per utenti che non possono fare le scale.
Sono 6 le possibili fermate, dal semi-interrato al secondo piano.
Al simbolico taglio del nastro il sindaco Marco Alessandrini, il vice sindaco Antonio Blasioli, l'assessore al Patrimonio Gianni Teodoro, il presidente del Consiglio Comunale Francesco Pagnanelli, l'assessore Loredana Scotolati e consiglieri comunali, tecnici e dipendenti. L'opera di adeguamento di Palazzo di Città per barriere architettoniche e sicurezza non si ferma, sono inoltre previsti lavori per circa 200.000 euro per la manutenzione e messa in sicurezza delle vetrate che sovrastano e circondano il corpo centrale, le scale saranno dotate di corrimano e altri arredi per agevolare la mobilità in sicurezza per con problemi di mobilità e si faranno altri interventi anche su solai e altre aree dell'edificio.

Pescara. Due giorni di musica e incontri con il PindaRock Festival, la due giorni di eventi a cura dell’associazione 360 Gradi che si svolgerà il 22 e il 23 settembre nel Campus Universitario di Viale Pindaro. Oggi la presentazione ufficiale con l’assessore alla Cultura Giovanni Di Iacovo, il consigliere comunale Emilio Longhi e i ragazzi dell’associazione 360 gradi Carmela Parisi, Marco Pomante, Dario Valeri, Manuel Di Francesco, Francesco Paolicelli e Martina Graziani.

“Una delle cose più belle di questa città è la presenza dell’università e del suo vivacissimo popolo studentesco – esordisce l’assessore alla Cultura Giovanni Di Iacovo - tuttavia spesso capita che essa sia scollegata dalla città. Il PindaRock Festival è un’esperienza fondamentale che crea finalmente un ponte fra l’Università e la città, per merito dei ragazzi di 360 gradi e del loro grande impegno. C’è anche da sottolineare che il PindaRock ha il merito di accendere le luci, con spettacoli e socialità, in una zona di Pescara in cui spesso si fa poco in termini di manifestazioni ma che merita tanto”.

“Sono molto contento che per la terza edizione abbiamo potuto, come amministrazione comunale, essere vicini a 360 gradi nell’organizzazione di un evento di successo - aggiunge il consigliere Emilio Longhi - che mira a rimettere in contatto università e città direttamente tramite l’azione degli studenti, componente spesso trascurata da altre amministrazioni, che noi stiamo sostenendo con azioni concrete e battaglie, come quella per avere in città un ulteriore studentato, come il progetto “Pescara Città Universitaria” al quale è stata proprio una campagna di 360 gradi a dare il là. Vogliamo rendere Pescara una città veramente universitaria e il PindaRock è un tassello fondamentale per costruire il puzzle”.

“Il PindaRock è un evento promosso dall’associazione 360 gradi, un’associazione che ha la duplice natura di associazione studentesca e associazione culturale – spiega Carmela Parisi di 360 gradi – Noi nasciamo per far capire agli studenti e alla città che l’università non è solo lezioni ed esami ma anche un luogo di creatività e cultura, di socialità vera e legame col territorio nel quale potersi anche divertire. Abbiamo dato spazio nelle precedenti edizioni ad artisti sia noti sia emergenti, che hanno visto nel PindaRock un importante trampolino di lancio. Abbiamo scelto di tenere il festival a settembre per dare al meglio il benvenuto alle matricole che fra poche settimane inizieranno le lezioni”.

“Ringraziamo innanzitutto le sinergie istituzionali con l’assessore Di Iacovo, l’assessore Cuzzi e il consigliere Longhi - afferma Dario Valeri di 360 gradi - che da anni seguono la nostra iniziativa e che ci permettono ogni anno di implementare il programma. Vogliamo dimostrare sempre di più alla città quanto gli studenti possano fare se si mettono in gioco nella nostra città”.

“Partiamo venerdì 22 settembre dalle 21 in poi con gli artisti The Quentins - conclude Manuel Di Francesco, esponendo il programma delle due serate del festival - CRIFIU e un DJ set a seguire, per poi rivederci sabato 23 con i concerti di Sonder, dei Finley e con un DJ set per concludere la serata e questa edizione 2017 del PindaRock Festival”.

Pagina 1 di 180

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Notizie Recenti

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione