Roseto degli Abruzzi. Riprende lunedì 2 ottobre la refezione scolastica nei due Istituti comprensivi di Roseto. I genitori dei bambini che frequentano la scuola dell’infanzia dovranno portare, come da avviso inoltrato dal Comune agli istituti all’inizio di settembre, la domanda compilata (entro sabato 30 settembre).
I moduli si possono richiedere direttamente alle scuole oppure all’Ufficio relazioni pubbliche e all’Ufficio scuola del Comune (in piazza della Repubblica). Alla domanda deve essere allegato il modello Isee (Indicatore della situazione economica equivalente) in corso di validità e un documento di identità di uno dei due genitori.

La decorrenza delle nuove tariffe parte dal 1° aprile.
Per il recupero delle somme non versate (che – per chi abbia usufruito della mensa tutti i giorni nei mesi di aprile, maggio e giugno scorso – vanno da un minimo di 20 euro a un massimo di 94 euro, a seconda delle fasce Isee) è prevista, eventualmente, una rateizzazione.

Le tariffe dei buoni pasto sono quattro in base alla fascia di reddito Isee:
• fino a 8 mila euro il contributo è di 2,80 euro
• fino a 16 mila euro il contributo è di 3,30 euro
• fino a 22 mila euro il contributo è di 3,60 euro
• oltre 22 mila euro il contributo è di 3,90 euro

In mancanza del modello Isee in corso di validità viene applicata la tariffa massima.

“I buoni pasto sono disponibili nei rivenditori usuali”, dice l’assessore alla Pubblica istruzione, Luciana Di Bartolomeo, “Non ci dovrebbero essere più i problemi registrati lo scorso anno, quando è stato difficile reperirli, perché abbiamo cambiato la modalità di fornitura. I rivenditori, infatti, non devono anticipare la somma per l’acquisto dei blocchetti di buoni pasto per poi rivenderli ma li pagheranno a rendiconto. Sul singolo buono pasto, come da prassi da consegnare agli addetti, dovrà essere riportato il nome del bambino o della bambina che lo utilizzerà”.

Questo l’elenco dei rivenditori aggiornato al 21 settembre:

CARTOLERIE CAPORALETTI Daniela (Arcobaleno) via Mezzopreti tel. 085 8944740; PELUSI Lucia (Italno-va) piazza della Repubblica tel. 085 8930450; CORRADI Nicolino (Copylandia ) via Nazionale tel. 085 8930137; LELY Ivana Cologna spiaggia tel. 085 8937946; DI TECCO Mireya tel. 085 8942869
ALIMENTARI DI REMIGIO & QUARANTA via Manzoni tel. 085 8994169; PICA Daniele (Borghese Viviana) LA SAPONERIA tel. 085 8941555; POLCI Maria tel. 328 3165822
TABACCHERIE COPPA Marco (Cartolotto) via Salara (Voltarrosto) tel. 085 8994291; FELICETTI Silvana via Nazionale (Centro) tel. 085 8944378; SALMINI Roberto (Planet) via Marche tel. 328 3165822
ASSOCIAZIONE CULTURALE IL GIROTONDO Montepagano (Luisa) tel. 085 8995210 – 340 1044431

Roseto degli Abruzzi. Torna il festival internazionale di musica polifonica “Lido delle rose”. La quinta edizione della rassegna, allestita dal coro polifonico Ars vocalis, diretto da Carmine Leonzi con la collaborazione dell’amministrazione comunale, si terrà, nella chiesa di Santa Maria assunta, da sabato 23 settembre a sabato 28 ottobre.


Queste le formazioni che si esibiranno:

Studium canticum di Cagliari (direttore Stefania Pineider)
sabato 23 settembre

Coro giovanile regionale Abruzzo – Molise (direttore Guido Messore)
sabato 21 ottobre

Samnium concentus di Campobasso (direttore Guido Messore)
I Pacinini, voci bianche, di Atri (direttore Chiara Leonzi)
Sabato 28 ottobre


Come per le precedenti edizioni farà da corollario al festival il laboratorio “Cantiamo con il maestro”. L’appuntamento è in programma sabato 23 settembre, dalle 15 alle 18, nella scuola Giannina Milli di Roseto. Stefania Pineider interverrà sul tema: “Vocalità, interpretazione e aspetti emozionali del canto corale”. La partecipazione di direttori e coristi è gratuita. Per informazioni ci si può rivolgere al numero 338 6639066, o alla mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Roseto degli Abruzzi. Soddisfatto del fatto e con l’ansia del fare. Così si ritiene il sindaco, Sabatino Di Girolamo, tracciando le li-nee dell’azione di governo della città e, soprattutto, guardando alla mole di lavoro ancora da sviluppare. Quattro i punti cardinali per tracciare la prima fase di attività dell’amministrazione Di Girolamo:
• risanamento della situazione economica;
• ricostituzione del gruppo dirigente;
• nuova visione – condivisa con l’opposizione – dell’urbanistica;
• particolare attenzione alla manutenzione e quindi all’immagine della città.
Tanti i progetti già avviati e da portare a termine a brevissimo, tra questi i principali:
• istituzionalizzazione e ampliamento (dopo la sperimentazione che si concluderà il 31 dicembre) dei parcheggi a pagamento;
• project financing per la pubblica illuminazione (dopo che il progetto della precedente giunta è abortito perché contenente errori formali);
• sistemazione di Villa Clemente (la settimana prossima ci sarà un nuovo incontro a Roma con i diri-genti dell’Invimit, la società del ministero dell’Economia, interessata al restauro).

“Abbiamo trovato un ente in una situazione economica molto critica”, esordisce il primo cittadino, “e finora abbiamo profuso gran parte delle nostre energie a capire come riportare in ordine il bilancio del Comune. Dopo mesi di sofferenze, dopo ripetuti richiami della Corte dei conti e dopo le osservazioni rigorose e attente dei Revisori dei conti, abbiamo ora un programma per rimediare alle manchevolezze economiche trovate. Ab-biamo capito come fare per arrivare a un bilancio sano e corretto. Purtroppo, questa attività è poco visibile dall’esterno, dall’opinione pubblica, ma è molto importante per una buona gestione dell’amministrazione”.

“Un altro risultato conseguito è quello di avere oggi un gruppo dirigente”, aggiunge Di Girolamo, “Ho ereditato un ente acefalo, con un solo dirigente che si doveva occupare di tutto e di più. Non era possibile, per un Comune di 26mila abitanti, andare avanti in questo modo. Oggi abbiamo i responsabili dell’Urbanistica e della Ragioneria, un nuovo Segretario comunale e posso dire di avere alle spalle una struttura che mi supporta”.

“Per ciò che concerne l’urbanistica”, continua il sindaco, “Abbiamo avviato un nuovo modo di lavorare, cre-ando una commissione consiliare permanente che coinvolge le opposizioni in un ragionamento di prospetti-va. E’ un metodo fondamentale, anche per ovvie motivazioni democratiche, perché abbiamo la necessità di aggiornare il nostro piano regolatore, vecchio di 27 anni, e di disegnare la Roseto del futuro. Lo faremo con l’accordo di tutti e coinvolgendo tutti i portatori di interesse: costruttori, commercianti, albergatori, balneatori. In questo ambito inserisco anche la sistemazione della Riserva del Borsacchio, di cui è stato già depositato il Pan, il Piano di assetto naturalistico”.

“Abbiamo iniziato la nostra attività con una particolare attenzione sulla manutenzione di strade e giardini, un tema che abbiamo speso in campagna elettorale. Ricordo che abbiamo da gestire oltre 20 ettari di verde pubblico. Attraverso un nuovo modo di agire dei nostri dipendenti, la collaborazione con i privati (tramite l’affido condiviso) e attraverso il ricorso – limitato e come estrema ratio – agli appalti privati, abbiamo inaugurato una nuova gestione del territorio e di tutte le ampie risorse di verde pubblico che questa città possiede. Si cerca di dare impulso a una nuova immagine della città, importante perché Roseto vive della sua immagine”.

“Naturalmente”, conclude il sindaco, “tanti progetti sono in itinere, perché la pubblica amministrazione è una macchina lenta e bisogna saper aspettare. Ma abbiamo in cantiere novità importanti, stiamo mettendo le basi per grandi questioni come: il project financing per l’illuminazione pubblica, continueremo – dopo un’ampia discussione in consiglio comunale – con i parcheggi a pagamento (una scelta irreversibile dopo l’ottima partenza della sperimentazione che si conclude a fine anno), e a giorni affronteremo di nuovo con Invimit la situazione di Villa Clemente. Lavoriamo, alacremente, anche per definire con la Asl un nuovo distretto sanitario di base a servizio del territorio e per la sicurezza in città, sulla videosorveglianza. Inoltre, stiamo mettendo in cantiere un concorso per l’assunzione di poliziotti municipale, al momento in numero troppo esiguo. Per quanto riguarda l’occupazione stiamo seguendo, quotidianamente, l’evolversi della legge regionale che ha cambiato la destinazione d’uso della zona dell’autoporto, per favorire in loco al più presto l’insediamento di aziende e dare alla nostra uscita autostradale il connotato che ha nelle città limitrofe. Non dimentichiamo la viabilità, in particolare per sistemare il manto stradale della statale 16 Adriatica, nella zona dell’abitato, e per attuare al più presto i progetti di sistemazione e di messa a norma dei tre campi sportivi di Cologna spiaggia, Fonte dell’Olmo e Santa Lucia. I progetti sono già finanziati e al più presto saranno appaltati”.

Roseto degli Abruzzi. Pimo bilancio, dopo oltre due mesi di attività, dei parcheggi a pagamento. L’amministrazione è soddisfatta della prima fase di sperimentazione (fino al 15 settembre nella zona mare), l’obiettivo era quello di una turnazione, di un ricambio delle auto per evitare la ricerca del parcheggio, soprattutto ai turisti, ed è stato raggiunto.
I tagliandi emessi dai parcometri per i 1.050 stalli presenti in città sono stati 70.173, oltre agli abbonamenti. Sono stati dati 6.850 euro di resto mentre solo 12,50 euro è la somma di resto non erogata. Quasi l’88 per cento degli incassi è dovuto alle monete mentre il 12 per cento è dovuto alle carte di credito (la media nazionale è dell’1,5 per cento). Il totale della somma incassata, finora, è di oltre 130 mila euro a cui vanno aggiunti i dati della app Easy park. Gli abbonamenti giornalieri sono stati 7.550, i settimanali 240, i mensili circa 100 e gli stagionali 160. Oltre mille le infrazioni rilevate. Ora gli orari, nei parcheggi attivi, saranno portati dalle 9 alle 20.

All’incontro con la stampa hanno partecipato il sindaco Sabatino Di Girolamo, il vicesindaco Simone Tac-chetti, l’assessore al Bilancio e al Commercio, Antonio Frattari, il responsabile della Dimensione solare, l’azienda che ha fornito i parcometri, Gianluca Di Francesco.

“Mi pare che un primo bilancio sia positivo. Ci sono state delle difficoltà, dei piccoli disagi all’inizio, ma la sperimentazione era necessaria proprio per capire quali problemi potevamo registrare”, ha sottolineato il vi-cesindaco Simone Tacchetti, “abbiamo introdotto, strada facendo, l’orario frazionato, minimo un quarto d’ora, per venire incontro alle attività commerciali come bar, tabaccai, edicole. I giorni con il maggior numero di tagliandi sono stati il giovedì e il sabato, il trend comunque si è mantenuto costante da un minimo di 9 mila a un massimo di oltre 11 mila. Le ore più affollate sono state alle 11 e alle 18. Ora, cercheremo di aumentare il numero di parcometri nella zona della Nazionale”.

“Le strisce blu le troviamo in tutte le città limitrofe”, ha sottolineato il sindaco Sabatino Di Girolamo, “Roseto era ancora rimasta al palo. Si trattava di partire con un’operazione completamente nuova e noi abbiamo deciso di partire con i piedi di piombo. Ecco la sperimentazione e la limitatezza sul territorio. Sono stati investiti, in concreto, solo la Nazionale e il lungomare e altri parcheggi accessori. La prudenza dell’amministrazione era dettata dal voler fare la sperimentazione proprio nel periodo di massimo affollamen-to della città. E dopo un primo periodo, naturale, di criticità, soprattutto da parte dei residenti, perché i tu-risti, provenienti in massima parte dalle grandi città, sono abituati da anni alle strisce blu, la città ha reagito bene. Abbiamo avuto un periodo di lunga tolleranza proprio per evitare di vessare gli automobilisti e, al di là di qualche talebano della protesta”, ha ironizzato il primo cittadino, “le persone serie, molti commercianti mi hanno personalmente fatto notare che quest’anno, finalmente il problema dei parcheggi a Roseto, quest’anno, non c’è stato. Chi metteva le macchine sul lungomare a giugno e le toglieva a settembre certo, sarà stato dispiaciuto, ma questa è una città, siamo una realtà di 26mila abitanti, il secondo centro più grande della provincia, dopo il capoluogo Teramo, e dobbiamo capire che il parcheggio sotto casa, il garage trasformato in cucina, i giardini privati, non possono essere il privilegio di pochi per lasciare l’auto in strada per mesi. La conseguenza di questa sperimentazione è l’irreversibilità della scelta. Ma su questo occorrerà fare una riflessione attenta, abbiamo anche un consigliere delegato, Adriano De Luca, che è parte attiva in questo processo decisionale, e andremo a vedere come proseguire la sosta a pagamento. Ringrazio pubblicamente il vicesindaco Tacchetti per essersi occupato con molta pazienza di questa vicenda, bersagliato da critiche spesso stucchevoli e inutili”.

“Giudico l’esperienza positivamente”, ha detto l’assessore al Bilancio Frattari, “e non ho motivi di dubitare che gli obiettivi di bilancio non saranno raggiunti. Abbiamo fatto una scelta giusta nell’interesse della città”.

“L’esperienza di Roseto”, ha concluso Di Francesco, “è stata per tanti versi sorprendente. Per esempio il dato dell’uso delle carte di credito è notevole rispetto alla media nazionale, vuol dire che non è vero che le colonnine erano troppo complicate da usare. Ringrazio l’amministrazione per essere stata sempre molto disponibile anche nel fare degli interventi in corso d’opera”.

Roseto degli Abruzzi. La presenza di alcune siringhe in un parco cittadino, notizia riportata sulla stampa nei giorni scorsi, è l’occasione per un intervento del primo cittadino.

“E’ intenzione dell’amministrazione comunale”, dice il sindaco Sabatino Di Girolamo, “intercettare fondi per finanziare un’ampia installazione di impianti di videosorveglianza sul territorio cittadino. Le pinete e le zone pedonali devono, al più presto, essere monitorate costantemente attraverso telecamere, per scoraggiare atti di teppismo e vandalismo, nonché per evitare che diventino rifugio di tossicodipendenti con pericoli per i minori. Un’occasione preziosa ci è data dal così detto decreto legge Minniti (il n. 48/17) risalente alla scorsa primavera, il quale prevede, a favore dei Comuni, fondi per videosorveglianza pari a 7 milioni per il 2017, 15 milioni per il 2018 e 15 milioni per il 2019. Mi sto costantemente informando”, conclude il primo cittadino, “circa l’emanazione del decreto attuativo, di concerto tra ministero delle Finanze e del Tesoro. Punti privilegiati per l’intervento saranno le due pinete centrali e le zone pedonali di via Thaulero, via Latini, piazza Dante e piazza della Libertà”.

Roseto degli Abruzzi. Dopo oltre due mesi, termina il periodo di sperimentazione dei parcheggi a pagamento nella zona mare di Roseto. Da sabato 16 settembre la sosta tornerà libera nelle seguenti aree:

• Parcheggio adiacente al pontile;
• Parcheggio adiacente al residence Felicioni;
• Viale Roma, lato est;
• Via Cristoforo Colombo da sottovia Thaulero a sottovia Canale Doria, zona ovest.


Resta, invece, fino al 31 dicembre, la sosta a pagamento nelle aree:

• Via Nazionale lato est (dall’incrocio con via Marche a quello con via Emilia);
• Parcheggio adiacente stazione ferroviaria;
• Parcheggio adiacente condominio Il Mosaico, su via Adriatica;
• Parcheggio in piazza della Repubblica, a raso.


“La prossima settimana faremo un primo bilancio”, spiega il vicesindaco e assessore ai Lavori pubblici, Simone Tacchetti, “posso già dire che potremo fornire dati positivi. Ma saranno diffusi, tramite la stampa, nel dettaglio e con analisi e grafici. La cittadinanza potrà quindi conoscere i risultati di questa sperimentazione relativa alla zona mare. Fino alla fine dell’anno, invece, resteranno a pagamento gli altri parcheggi. Con tutta la maggioranza in consiglio comunale stiamo già affrontando la discussione sul futuro di questa importante decisione che, sicuramente, ha portato qualche disagio e ha registrato alcune critiche. Ma a circa metà del percorso”, aggiunge Tacchetti, “posso affermare che le strisce blu hanno portato più benefici che svantaggi. In attesa della conclusione della sperimentazione, prevista per il 31 dicembre, vedremo se continuare il prossimo anno ed, eventualmente, quali correttivi adottare”.

Si ricordano forme di pagamento e tariffe.

Forme di pagamento:
• Monete
• Carte di credito
• Smartphone attraverso la app Easypark

Tariffe:
• oraria di 0,80 euro frazionabile dalle 9 alle 20, con importo minimo di 0,20 euro per la prima ora pari a 15 minuti di sosta
• oraria di 1 euro frazionabile dalle 20 all’1 di notte, con importo minimo di 0,25 euro per la prima ora pari a 15 minuti di sosta
• giornaliera di 3 euro dalle 9 alle 20
• settimanale di 20 euro
• mensile di 50 euro
• mensile per residenti nel Comune di Roseto e limitatamente a una sola auto di proprietà 35 euro
• abbonamento mensile unicamente per ditte e società aventi sede legale o operativa sul lungomare e via Nazionale e limitatamente a due auto: 35 euro
• abbonamento a copertura dell’intero periodo di vigenza dei parcheggi, unicamente per i residenti nel Comune e limitatamente a un’auto: 60 euro
• abbonamento a copertura dell’intero periodo di vigenza dei parcheggi, unicamente per ditte e società aventi sede legale o operativa sul lungomare e via Nazionale e limitatamente a due auto: 60 euro.

Roseto degli Abruzzi. Rientro a scuola tranquillo per gli studenti rosetani. Nonostante la pioggia, che rischiava di rovinare la giornata, il primo giorno di lezioni si è svolto senza problemi.

L’assessore alla Pubblica istruzione, Luciana Di Bartolomeo, e l’assessore alla Manutenzione, Nicola Petrini, hanno visitato alcuni degli edifici gestiti dal Comune (le scuole superiori sono di pertinenza della Provincia).

Una particolare attenzione è stata riservata alla scuola Fedele Romani. L’edificio, infatti, è stato oggetto di interventi di manutenzione per evitare i problemi riscontrati nei mesi scorsi, in particolare per infiltrazioni di acqua piovana. Casualmente, le precipitazioni della nottata e della mattinata di oggi hanno costituito un banco di prova importante, brillantemente superato. L’assessore Petrini ha verificato, di persona, la tenuta dei lavori di impermeabilizzazione del tetto e constato, quindi, insieme alla collega Di Bartolomeo che non ci fossero i disagi verificatisi fino allo scorso anno scolastico.

Gli scuolabus hanno funzionato regolarmente, anche grazie alla collaborazione delle Guardie ambientali che per il mese di settembre copriranno il servizio di assistenti.

“Continueremo a seguire e a monitorare la situazione di tutte le strutture”, ha sottolineato l’assessore Luciana Di Bartolomeo, “Faremo in modo di garantire la frequenze delle aule a tutti gli alunni, mettendoli nelle migliori condizioni possibili. Vorrei ringraziare, ancora una volta, i dirigenti scolastici, i loro collaboratori, gli insegnanti e i genitori dei bambini e dei ragazzi rosetani oltre che gli impiegati dell’Ufficio scuola del Comune. Iniziamo questo nuovo anno confidando in un forte spirito costruttivo di collaborazione da parte di tutti, per affrontare e risolvere tutti i problemi che, eventualmente, si dovessero presentare”.

Roseto degli Abruzzi. L’amministrazione comunale di Roseto aveva assunto l’impegno, in consiglio comunale, di dare il via a una serie di controlli a carico delle scuole per verificarne il grado di sicurezza antisismica.

“Sono stati messi da parte i primi fondi”, dice il sindaco Sabatino Di Girolamo, “e sa-ranno spesi a stretto giro per il controllo a carico di tre scuole del territorio, il plesso di via Manzoni, di via Veronese e di via Puglia. Si tratta di una prima tappa di un percorso più lungo che interesserà tutte le strutture scolastiche del territorio per dare maggior sicurezza ai nostri alunni. L’amministrazione comunale mantiene, quindi, l’impegno a provvedere con gradualità, ad assicurare un controllo sistematico delle scuole del territorio. La gradualità”, aggiunge il primo cittadino, “è necessaria perché il peso economico dei controlli non potrebbe essere sostenuto in un unico esercizio finanziario. Continueremo tuttavia a controllare i nostri plessi nel corso degli anni. Nell’ambito di questo progetto sarà presto assicurata la realizzazione della scala antincendio nel plesso elementare di via D’Annunzio, nel rispetto di un impegno preso lo scorso anno con i genitori degli alunni”.

“Al più presto”, aggiunge il vicesindaco Simone Tacchetti, “formalizzeremo l’incarico per verificare gli indici di vulnerabilità sismica sui tre plessi indicati dal sindaco. Inizieremo da scuole materne ed elementari e che hanno il maggior numero di allievi. Questi sono i criteri di priorità. Inoltre, stiamo predisponendo la variazione di bilancio per predisporre il mutuo per la realizzazione della scala antincendio nella scuola di via D’Annunzio”.

Roseto degli Abruzzi. Il sindaco, Sabatino Di Girolamo, e il consigliere delegato allo Sport, Marco Angelini, hanno incontrato nel tardo pomeriggio di ieri i rappresentanti di tutte le società calcistiche del territorio per determinare l’esatto calendario degli allenamenti e la coordinata fruizione di tutte le strutture comunali.

“E’ stato un momento importante di confronto con tutte le società sportive”, dice il primo cittadino, “nel quale sono emerse anche criticità e problemi che altrimenti non sarebbero venuti a galla. La riunione è stata utile anche perché ha consentito all’amministrazione comunale di esporre i tre progetti di messa a norma del campo di Cologna spiaggia, del campo di Fonte dell’Olmo e del campo di Santa Lucia, quest’ultimo sarà destinato prevalentemente agli amatori”.

Tutte le società sportive si sono dichiarate assolutamente soddisfatte per l’investimento di un circa 800 mila euro, (in particolare 86.000 euro per Cologna Spiaggia; 180.000 Fonte dell’Olmo e 530.000 per Santa Lucia) che l’amministrazione comunale ha inteso destinare alle strutture sportive in quanto da troppo tempo, anche per piccoli problemi, mancano le agibilità di legge.

“L’investimento è importante perché crediamo che lo sport possa essere lo strumento per far crescere bene i nostri giovani, per mantenere quindi un tessuto sociale sano”, aggiunge il sindaco Sabatino Di Girolamo, “Accanto al basket, che è la disciplina principale e più amata della città, esiste tuttavia un bellissimo tessuto calcistico e su questo l’amministrazione intende lavorare per superare divisioni e creare sinergie in vista di una riqualificazione del nostro football a livello regionale”.

Roseto degli Abruzzi. Una velostazione tecnologica con postazioni di ricarica per bici elettriche, wi-fi, stazione meteo e videosorveglianza (per la massima sicurezza degli utenti), totem informativo, spazi per le piccole riparazioni e armadietti porta bagagli, sarà realizzata a Roseto degli Abruzzi, nelle vicinanze della stazione ferroviaria.
E’ quello che prevede il progetto MoveTe, redatto dall’associazione Itaca, capofila il Comune di Teramo, che si è classificato 15° su 114 progetti presentati al Programma sperimentale nazionale sulla mobilità sostenibile del ministero dell’Ambiente da 35 milioni di euro. Il budget del progetto finanziato è di 1.600.000 euro (di cui 960.000 di contributo ottenuto).

La velostazione sarà collocata all’interno del parcheggio laterale della stazione ferroviaria. Sarà una struttura delle dimensioni di 10 metri di lunghezza per 6,10 di larghezza che potrà contenere 100 biciclette. La struttura sarà fornita dalla T.U.A. L’amministrazione comunale dovrà provvedere a realizzare una base in calcestruzzo di fondazione e la realizzazione della fornitura elettrica.

“Ringrazio, innanzitutto, l’associazione Itaca, con la quale collaboriamo”, spiega il consigliere comunale Massimo Felicioni, delegato all’attrazione di finanziamenti esterni all’ente, “Il progetto MoveTe è solo uno, tra i tanti avviati in campo regionale ed europeo, che arriva a soluzione. Si cominciano a vedere i primi frutti del lavoro che questa amministrazione sta attuando nel reperimento dei fondi, in particolare europei e regionali. Continueremo in questa direzione, ovviamente, per poter sfruttare al meglio tutte le opportunità oggi disponibili a favore della nostra città”.

MoveTe prevede la realizzazione di un programma integrato di azioni per la mobilità sostenibile casa/scuola e casa/lavoro centrato su:
a) realizzazione di velostazioni;
b) erogazione di buoni mobilità per studenti e dipendenti di aziende pubbliche e private;
c) organizzazione di attività di pedibus/bicibus e uscite didattiche;
d) attivazione corsi di formazione;
e) realizzazione di opere complementari e funzionali agli interventi programmati.

Le velostazioni sono posizionate in luoghi di interscambio quali stazioni ferroviarie, terminal bus e comunque in zone centrali dei territori interessanti, creando una alternativa reale ed efficiente all’uso dell’automobile, favorendo la mobilità sostenibile di lavoratori pendolari e studenti.

“Il successo del progetto è il frutto di un lavoro costante che l’amministrazione comunale intende portare avanti anche negli anni futuri per intercettare finanziamenti europei e comunque provenienti da enti sovraordinati”, aggiunge il sindaco Sabatino Di Girolamo, “I Comuni da soli non possono assolutamente sostenere adeguatamente lo sviluppo e la modernizzazione del proprio territorio, ragion per cui ho ritenuto importante affidare a un consigliere comunale così attento e così compente come Massimo Felicioni, lo specifico incarico di intercettare fondi esterni. Lo ringrazio per quanto ha fatto e continuerà a fare per portare Roseto finanziamenti significativi”.

Pagina 1 di 26

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Notizie Recenti

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione