Silvi. Si e’ svolto nel pomeriggio di sabato 17 febbraio, presso l’hotel Abruzzo Marina di Silvi, l’incontro pubblico organizzato dalla Associazione SILVI NUOVA dal tema "Come salvarsi da un mare di rifiuti. Bonifica della discarica sotto l'arenile sud e Sversamento dei fanghi del porto di Ortona a ridosso dell'Area Marina Protetta".

All'incontro, moderato dal giornalista Ferruccio Benvenuti, sono intervenuti Augusto De Sanctis del Forum H20 e il Presidente dell'AMP Torre del Cerrano Leone Cantarini. In un'ampia e dettagliata relazione, De Sanctis ha spiegato che il sito scelto per l'immersione dei fanghi dalla Regione, con la determina del 6 febbraio 2018, fu usato fino ad una decina di anni fa. Da allora mai più utilizzato tant'è che quello previsto nel 2011 fu fermato da una inchiesta della magistratura a seguito di vari esposti. Per De Sanctis l'area mostra segni oggettivi di stress ambientale ed è incredibile che invece di pensare a come rimediare si pensi di aggravare la pressione antropica con questo progetto, tra i più grandi e invasivi degli ultimi anni in Italia. Il Presidente dell'AMP ha prodotto una serie di documenti che mostrano come, al di là delle buone intenzioni, nulla sia stato fatto per bloccare l'intento della Regione. "Piuttosto che avviare una corrispondenza con il Comune di Ortona - ha affermato la presidente di Città Nuova Anna Paola Mazzone - ben avrebbe fatto il Parco a promuovere una azione contro la Regione che sembra aver preso questa decisione seguendo un iter che sollevato molti dubbi. Ciò che risulta chiaro è che il Parco non ha ancora avviato un ricorso al Tar per scongiurare l'utilizzo del Sito e che i fanghi saranno sversati se la Regione non sospenderà tale delibera. E' con rammarico che constatiamo - aggiunge Anna Paola Mazzone - che al di là degli annunci, il nostro consigliere regionale Luciano Monticelli, che pure è stato uno dei promotori del Parco, non ha mai sollevato osservazioni prima che il caso fosse conosciuto dall'opinione pubblica".

Per De Sanctis la Regione ha sbagliato clamorosamente e dovrà fare marcia indietro con atti concreti e non con le chiacchiere: "l'immersione in mare è l'ultima e non la prima ed unica soluzione allo smaltimento dei fanghi. Il mare non è una discarica come affermato da decenni dalle Convenzioni Internazionali".

Roseto degli Abruzzi. “Riforma del Terzo settore - il ruolo del volontariato”, è il titolo del convegno in programma sabato 17, dalle 10 alle 13, nella sala consiliare del Comune di Roseto degli Abruzzi.

Introduce e modera Marino Oliverii, consigliere nazionale Anpas (Associazione nazionale pubbliche assistenze).

Dopo i saluti di Giuseppe Palermo, presidente dell’associazione Dimensione volontario, del sindaco, Sabatino Di Girolamo, e dell’assessore alle Politiche sociali e alla Pubblica istruzione, Luciana Di Bartolomeo, ci saranno gli interventi dei relatori.

Sono in programma le relazioni di Serafino Montaldi, presidente Anpas Abruzzo; Gio-vanni Orsini, presidente regionale Ada; Vitaliano Casalena, presidente provinciale Ada, Sabrina Ciccocelli, responsabile del Servizio civile e volontariato dell’associazione Dimensione volontario.


Info www.dimensionevolontario.it

Casoli. “L’oro verde di Casoli”, questo è il titolo del convegno dedicato all’olio extravergine di olivache si terrà sabato 3 febbraio al Cinema Teatro Comunale di Casoli (Ch) e che vedrà la partecipazione di esperti del settore provenienti da tutta Italia.
L’evento, organizzato dal Laboratorio Culturale L.U.C.E. Lab, con il patrocinio del Comune di Casoli, inizierà alle 16.30 e si occuperà di illustrare le tecniche di produzione e le strategie di valorizzazione di uno dei prodotti abruzzesi più apprezzati nel mondo.
L'Abruzzo olivicolo infatti è una realtà economica importante nell'ambito dell’economia agro-alimentare regionale che presenta elevate potenzialità di crescita in termini di volumi produttivi e capacità di presidiare la fascia alta del mercato dell'olio extra vergine di oliva di qualità a livello nazionale ed internazionale.
Sono oltre 50.000 le aziende agricole abruzzesi che coltivano 41.500 ettari di oliveti e producono nella media delle ultime quattro annate 13.500 tonnellate di olio di oliva, occupando in tal modo l’ottava posizione nella classifica delle regioni italiane. Sono attivi circa 300 frantoi e ci sono diverse imprese di imbottigliamento, di media e grande dimensione. Nelle province di Pescara e di Chieti un ettaro su cinque è coperto da piante di olive e sono diversi i produttori agricoli e le cooperative olivicole che hanno acquisito una notorietà a livello nazionale e pure oltre i confini, grazie alla qualità, all’autenticità ed all’affidabilità della produzione. Tuttavia i risultati raggiunti non sono in linea con le potenzialità del settore che può certamente esprimere di più, in termini di volumi di prodotto, di impatto occupazionale e di capacità di valorizzare l'elevata qualità intrinseca delle olive e dei prodotti trasformati.
Da qui l’idea di L.U.C.E. Lab, associazione che si occupa attraverso le sue iniziative di valorizzare le intelligenze e le competenze del territorio, di organizzare un convegno, ideato e realizzato insieme al prof. Ermanno Comegna, casolano già distintosi nel settore agroalimentare a livello universitario e di ricerca.
“Riteniamo che il titolo di cui il nostro paese si fregia, “Città dell’Olio”, – spiegano gli organizzatori di L.U.C.E. Lab reduci del successo di altre iniziative che hanno promosso la cultura del territorio, tra le qualidue degliappuntamenti nell’ambito del“Festival Dannunziano” dell’estate scorsa- meriti risalto e approfondimento affinchè possa declinarsi in qualcosa di concreto e tangibile. Il seminario sarà tenuto da esponenti di livello nazionale del settore olivicolo che interverranno per esporre le novità tecniche del comparto e le modalità di marketing e promozione del nostro prezioso prodotto”.
I relatori che prenderanno parte al seminario, oltre al prof. Comegna, saranno: Silverio Pachioli(Agronomo e docentepresso l'Istituto Agrario “P. Cuppari” di Alanno - Pescara), Sergio De Luca (Funzionario STA Abruzzo Sud- Vicesindaco di Casoli), Dante Rosati (Funzionario ARSARP - Regione Molise), Mauro Meloni (Consorzio Garanzia dell'olio extravergine di qualità - CEQITALIA) e Marino Giorgetti(Esperto analisi sensoriale).
Dopo il convegno, la serata proseguirà con un percorso conviviale con degustazione di prodotti tipici delle aziende e delle associazioni affermate e riconosciute nel settore enogastronomico del territorio; prodotti che saranno sapientementeabbinati alle diverse tipologie di oli di produzione locale. Il percorso, curato dallo chef Domenico Scotti Del Greco, sarà realizzato negli spazi del Castello Ducale e alla presenza del prof. Gino Primavera, cultore esperto e profondo conoscitore della gastronomia e delle tradizioni enogastronomiche locali, che guiderà i partecipanti nel viaggio di conoscenza e degustazione dei prodotti.
L’intento di L.U.C.E. Lab, realtà associativa nata con lo scopo di valorizzare persone e luoghi attraverso occasioni di confronto, conoscenza e dibattito, è proprio quella di avviare un dibattito a livello regionale sulle strade da percorrere per lo sviluppo della filiera dell'olio extra vergine di oliva e per trasformare le potenzialità in concreti risultati.

Pescara. Aumenta il rischio di calamità e con esso la necessità di prevenirlo. Terremoti, alluvioni, siccità si verificano sempre più di frequente con impatti devastanti sull’ambiente, sulla popolazione e sull’intero Paese.
Le forti nevicate del gennaio scorso, gli incendi boschivi della stagione estiva, le piogge torrenziali, hanno messo in primo piano gli interventi di Protezione Civile che è stata chiamata ad operare tempestivamente per pianificare le attività e affrontare le emergenze incontrando spesso non poche difficoltà. Ma per ovviare a tali inconvenienti, è necessaria la cooperazione di tutte le forze politiche e non. Un’attenta ed efficace pianificazione delle attività aiuta ad affrontare l’emergenza e in alcuni casi a prevenirla.
Anche i cittadini ricoprono un ruolo importante, sono i diretti interessati e i destinatari delle politiche di sicurezza.
Ed è per questo che l’associazione ValPescara – Protezione Civile ha organizzato, per il giorno 20 gennaio un convengo il cui slogan è “Sei pronto? – Buone pratiche di Protezione Civile” che si svolgerà presso la Sala Consiliare dalle 8.30 alle 13.30 al fine di sensibilizzare la popolazione e le istituzioni politiche.
Interessante è anche il connubio Disabilità e Protezione Civile, argomento molto a cuore all’associazione che da anni porta avanti dei progetti per l’inserimento delle persone diversamente abili all’interno della Protezione Civile, si parlerà dei comportamenti da adottare in emergenza.
La difesa del proprio luogo d’origine, il rispetto dell’ambiente e di chi lo abita, coinvolgendo le istituzioni, cittadini, rappresenta il fulcro degli interventi preventivi, per la salvaguardia del territorio dalle calamità che passano attravers una cultura di Protezione Civile.
L’incontro aperto al pubblico rappresenta un momento di scambio di informazioni, apprendimento, aggiornamento di esperienze e case history. Molti saranno i professionisti e i responsabili del settore che, durante il convegno, parleranno degli aspetti relativi alle buone pratiche di Protezione Civile.
“Sabato aspettiamo la cittadinanza nella Sala del Consiglio Comunale della città per trattare un tema veramente importante – ha sottolineato il vicesindaco di Pescara, Antonio Blasioli – che è il Piano della Protezione Civile del Comune di Pescara. Il titolo dell’iniziativa è appunto ‘Sei pronto?’ perché bisogna essere pronti in questi momenti che sono momenti di grande emergenza per la città e allora non servono solo le istituzioni di volontari e via dicendo, ma serve anche una buona conoscenza di quello che prevede il Piano di Protezione Civile del nostro Comune. Questa sarà un’occasione per affrontare e per conoscere meglio le modalità con cui agire nel momento dell’emergenza. Negli ultimi anni abbiamo affrontato emergenza abbastanza difficili, non solo l’alluvione e la neve in questa città, che è comunque una straordinarietà, ma parlo ad esempio dell’emergenza di via Largo di Borgiano con gli sfollati di quelle palazzine inagibili, e devo dire che c’è stata un’ottima collaborazione tra le istituzioni e le associazioni di Protezione Civile, in particolare la Val Pescara che organizza questo incontro. Devo dire che in questo percorso, che è un percorso di crescita reciproca, cìè un grande aiuto non solo tra di noi, ma anche nei confronti della città”.
“L’incontro vedrà la presenza di volontari del Dipartimento di Protezione Civile – ha detto il presidente della Protezione Civile ValPescara, Antonio Romano – poi ci saranno anche dei funzionari della Regione Abruzzo che parleranno del sistema di Protezione Civile regionale, oltre ai funzionari del Comune di Pescara che porteranno a conoscenza di qual è il Piano di Protezione Civile e si parlerà anche di disabilità, ci saranno esperti del settore che comunicheranno alla popolazione e alle associazioni di disabili come comportarsi in caso di emergenza. Sicuramente c’è tanto da fare, infatti noi come associazione interveniamo speso all’interno di scuole proprio per portare a conoscenza i ragazzi di come comportarsi e di quali sono le buone pratiche di Protezione Civile”.

Chieti. L’Assessore alla Cultura, Antonio Viola, rende noto che giovedì 18 gennaio 2018, alle ore 18.00, il Museo d’Arte Costantino Barbella ospiterà il convegno dal titolo “Sebastiano Ventura – un pittore ritrovato: storie di artisti e famiglie nella Chieti del ‘600”.

L’iniziativa intende anticipare le ricerche, ancora inedite, su un artista finora sconosciuto, unico pittore tra Cinquecento e Seicento a firmarsi “Theatinus”, tratteggiando la vita delle famiglie del tempo.

Interverranno: Antonello de Berardinis (Archivio di Stato); Van Verrocchio (ricercatore); Marco Vaccaro (Università “G. d’Annunzio”).

Pescara. Un confronto ampio sulla legalità e sui rischi si è svolto oggi nella Sala Consiliare di Palazzo di Città gremita da rappresentanti del mondo giuridico, legale, universitario e d’impresa per “Legalità corrotta, sviluppi normativi e giurisprudenziali sulla lotta alla corruzione, evento a cura della Presidenza del Consiglio Comunale insieme ad AIGA (Associazione Giovani Avvocati), in collaborazione con Ordine degli Avvocati e Confindustria Chieti-Pescara. Argomento che attendeva un intervento Skype di Rita Borsellino, a capo del centro studi intitolato al fratello e voce autorevole della società civile, che purtroppo non si è potuto svolgere per le precarie condizioni di salute della sorella di Paolo Borsellino.

Un tavolo prestigioso a cui ha fatto giungere il suo saluto da Roma il vice presidente del Consiglio Superiore della Magistratura Giovanni Legnini: “voglio esprimere il mio più vivo apprezzamento per l'iniziativa che avete promosso al fine di discutere di un tema cruciale per il futuro del nostro Paese. La necessità di accrescere l'efficacia degli strumenti, sia preventivi che repressivi, di contrasto alla corruzione è da tempo al centro del dibattito pubblico e del confronto tra i giuristi, i rappresentanti delle Istituzioni e gli organismi europei di cooperazione giudiziaria. Gli interventi legislativi sulla materia degli ultimi anni hanno significativamente corrisposto a tale crescente attenzione consentendo di migliorare sia gli strumenti di prevenzione, con l'istituzione dell'Anac e l'attribuzione ad essa di molteplici competenze, che quelli legati alla repressione penale, fino alla recente approvazione della legge sul cd. whistleblowing. Anche la magistratura e il suo organo di governo autonomo stanno riservando al tema attenzione, iniziative, misure organizzative finalizzate ad accrescere l'efficacia delle indagini e dei giudizi. Particolare significato assume, quindi, la Vostra iniziativa odierna anche perché l'avvocatura, in particolare quella giovane, è chiamata a svolgere una funzione essenziale nel percorso di rafforzamento della cultura della legalità e nella diffusione della cultura giudiziaria del Paese. La lotta alla corruzione e l'affermazione dei valori della legalità nei rapporti economici ed in quelli riguardanti le istituzioni pubbliche, non possono essere delegate solo alla magistratura ma richiedono il concorso di tutti gli operatori del diritto e di ciascuno dei cittadini”.

“E’ un tavolo di lavoro prestigioso quello che siamo riusciti a creare – il saluto del presidente del Consiglio Comunale Francesco Pagnanelli – Insieme all’Aiga abbiamo pensato di portare a palazzo di Città un confronto non di stretto diritto o troppo tecnico, la volontà era quella di organizzare un evento dal richiamo maggiore perché potessero confrontarsi diverse realtà. Oggi sono presenti tutti coloro che hanno a cura la lotta alla corruzione e grazie ad Aiga e con la partecipazione dell’Ordine degli Avvocati e di Confindustria abbiamo potuto fare il punto su un impegno quotidiano di tutti questi fronti, perché la lotta alla legalità è una lotta di tutti, anche di chi si comporta bene ogni giorno”.

“Mi spiace che la dottoressa Borsellino abbia avuto una indisposizione, sarebbe stato bello ascoltare le parole di una persona impegnata da 25 anni in questa lotta - così il sindaco Marco Alessandrini - Legalità corrotta, non corruzione legale: ben vengano iniziative come questo convegno, il problema è ciò che tutti noi facciamo usciti da questa porta. Bisogna avere sempre e comunque la forza di mantenere una certa direzione, rifuggendo sotterfugi e scorciatoie che non possono essere praticati per cambiare in meglio la società. Io sto qui a garantire l’imparzialità della lotta, ma appena posso porto questi temi in una scuola, per incontrare i ragazzi che sono il nostro futuro e dico loro che rispettare le regole conviene a tutti, ma dico anche che il rispetto delle regole parte dalle piccole cose”.

“Grazie ad Aiga e alla Presidenza del Consiglio per avere organizzato questo evento- così il sottosegretario Federica Chiavaroli - Nei miei due anni di lavoro al Ministero di Giustizia abbiamo fatto tante iniziative importanti e colto anche qualche risultato. Il problema della corruzione nel nostro paese non si affronta solo con il Codice Penale. Con orgoglio dovrei dire che abbiamo fatto alcune cose, abbiamo fatto diversi interventi di modifica del Codice di Procedura Penale: abbiamo alzato le pene per alcuni reati, aumentata la prescrizione, nella riforma del Codice Antimafia abbiamo fatto un intervento consistente nella parte che riguarda le imprese, però abbiamo inserito una norma che estende le misure di prevenzione agli indiziati dei reati contro la Pubblica Pmministrazione. Una norma così è una norma forte che snatura le misure di prevenzione e mina le basi dei principi ai quali credo sia ispirato tutto il nostro ordinamento. E’ un intervento che non serve, perché se non decidiamo di fare il lavoro vero, culturale, di prevenzione, possiamo fare tutte le norme e basarci sulla teoria di Diritto Penale del nemico, dicendo che la corruzione è il nemico, ma se non cambiamo cultura, tutte le regole del nostro ordinamento non basteranno a sconfiggere la corruzione. In questa legislatura abbiamo messo su l’Anac e gli abbiamo affidato dei compiti di accompagnamento della Pubblica Amministrazione e di prevenzione. A questo abbiamo affiancato il lavoro con le scuole, che è la fetta più grossa e importante: se non insegniamo ai giovani che l’impegno, il merito e il sacrificio sono le cose che contano, non faremo mai la differenza. Contro la corruzione ci vuole anche un paese più semplice, perché nella complicazione burocratica si annida la corruzione. Come nella medicina difensiva, anche nella pubblica amministrazione per difendersi dalla responsabilità produciamo tonnellate di carte. Dobbiamo lavorare perché il Paese sia più semplice e con Aiga ci abbiamo provato: inserendo nell’articolo 5 del Jobs Act del lavoro autonomo, la delega di alcune funzioni di Pubblica Amministrazione ai professionisti, lo abbiamo fatto perché così il Paese diventi più semplice e anche per far lavorare di più tutti i professionisti.Ora sStiamo discutendo per l’attuazione di questa delega, utile per combattere la burocrazia e la corruzione e liberare energie che questo Paese non riesce a sprigionare”.

Pescara. Sarà il delicato tema dei vaccini al centro del convegno scientifico organizzato, come ogni anno a Pescara, dall’associazione “Amico Medico”. “La vaccinazione pediatrica: un atto di responsabilità”, questo il titolo della relazione che aprirà l’evento, a cura di Sabatino Trotta, presidente del Comitato scientifico di Amico Medico.

L’appuntamento è fissato per giovedì 14 dicembre, alle ore 18, nella sala conferenze del ristorante “Le Terrazze” dell’Hotel Esplanade a Pescara.

Tra i relatori Alberto Villani, presidente della Società italiana di Pediatria e il maggiore Domenico Candelli, comandante dei NAS Pescara.

A seguire, spazio alle associazioni chiamate a intervenire nel corso del dibattito “La sfida della salute si vince con la prevenzione - Esempi virtuosi in Abruzzo e in Italia”, presenziato da Paolo Angelucci, presidente di Amico Medico. A seguire interverranno i rappresentanti delle associazioni Apora, Isa, Lasmot e Nonno Ascoltami!, che operano nel settore della sanità sociale e della prevenzione. Tante le personalità del mondo medico e politico che parteciperanno all’evento: Silvio Paolucci, assessore alla Sanità della Regione Abruzzo, Sergio Caputi, magnifico rettore dell’Università “G. d’Annunzio” di Chieti, Armando Mancini, direttore generale della Asl Pescara, Daniela Morgione, dirigente dell’Istituto comprensivo 4 di Pescara.

Pescara. Sabato 2 dicembre all’Aurum si terrà il convegno “Le virtù del riuso. Esperienze, prospettive, valori”. L’evento, patrocinato dal Comune di Pescara, nasce da un’idea del professor Ernesto Di Renzo, coordinatore didattico del Master in Cultura alimentare e delle tradizioni enogastronomiche dell’Università di Roma Tor Vergata in collaborazione con la Fondazione De Victoriis Medori De Leone. Al centro dei dibattiti che animeranno l’incontro ci sarà l’importante tema del riciclo delle risorse, quale pratica virtuosa dei comportamenti individuali e collettivi in vista della salvaguardia del pianeta. Un tema fondamentale che spazia dalla conoscenza delle modalità attraverso cui le culture locali hanno praticato il reimpiego degli scarti domestici per preparati gastronomici di eccellenza, alla riscoperta di varietà alimentari minori o del tutto sottoutilizzate; dal recupero di prodotti ad alto impatto ecologico e ambientale alla valorizzazione delle tradizioni culinarie territoriali. Oggi la presentazione con l’assessora al Decoro e Igiene Urbana Paola Marchegiani e la consigliera Maria Ida D’Antonio che ha seguito il progetto.

Le scuole. Si è ritenuto indispensabile il coinvolgimento di quattro Istituti scolastici della città - Istituto Comprensivo Pescara 2, Istituto Comprensivo Pescara 4, Istituto Comprensivo Pescara 6, Istituto Comprensivo Pescara 9 - che a partire dalle ore 9.15 presenteranno presso la Sala Barbella una lista di ricette raccolte dagli studenti e incentrate sulla cucina del riuso tramandata attraverso la tradizione orale. Di queste ricette la Fondazione De Victoriis Medori De Leone, dopo averle opportunamente selezionate, ne premierà quattro tra le più significative.
Il tavolo. A partire dalle ore 10, quindi, presso la Sala Flaiano avrà inizio la tavola rotonda con relatori ad hoc che affiancheranno gli organizzatori nella discussione. Tra questi: Alberto Cicerone, esperto di arredi sacri e autore di due installazioni artistiche presso la Cappella Sistina; Pasquale Fimiani, sostituto procuratore presso la Procura Generale della Corte di Cassazione; Ernesto Di Renzo, antropologo e docente all’Università di Roma Tor Vergata, Marco Lucchini, segretario generale della Fondazione Banco Alimentare; Giorgio Mori, esperto in restauro artistico e docente all’Università di Roma La Sapienza .

“La recente legge n. 166 sullo spreco alimentare e l’Enciclica Laudato sì di Papa Francesco, ci dirigono ad una conversione ambientale e ad una presa di coscienza che, attraverso nuovi stili di vita ed un nuovo approccio etico – così l’assessora all’Igiene e al Decoro urbano Paola Marchegiani - abbiamo come obiettivo il consumo ridotto ed il riuso delle risorse, all’insegna di una consapevole e responsabile sobrietà. A tal fine stiamo per realizzare una sorta di stazione del riuso, un luogo dove portare oggetti che possono avere una nuova vita e non finire nella ricicleria o in discarica e magari prenderne altri che si trovano lì, a breve daremo tutte le informazioni. Intanto, in coerenza con l’attenzione e la sensibilità da sempre rivolta da questa Amministrazione alle tematiche trattate, abbiamo voluto aderire al progetto “Le virtù del riciclo. Esperienze, prospettive e valori”, perchéincentrato sul fondamentale tema del riuso delle risorse alimentari soprattutto a cui significativa valenza e finalità risultano attestate dalla presenza tra gli altri, del Banco Alimentare. Ringrazio dunque tutti gli organizzatori e anche chi ha sostenuto l’evento, l’Amministratore Unico di Attiva, Massimo Papa, la Banca di Credito Cooperativo di Castiglione Messer Raimondo e Pianella nonché l’agenzia l’Airone, che hanno reso possibile l’iniziativa”.
“Con il progetto proposto alle scuole si è voluto invitare gli studenti a riscoprire le tradizioni alimentari regionali ispirate alle pratiche del riuso in cucina – dice la consigliera Maria Ida D’Antonio che ha coinvolto le scuole sul progetto - Pratiche un tempo molto utilizzate e oggi abbandonate a favore di una cottura raffinata, basata sul principio del veloce e “dell’usa e getta”. L’evento, prosegue la consigliera, è un’opportunità unica per la nostra città e per l’ Abruzzo e farà in modo che gli studenti siano chiamati, sotto la supervisione dei docenti, a riflettere interdisciplinarmente sulle tematiche tra loro collegate volte a valorizzare le gastronomie locali e le identità dell’Abruzzo”.

“Le emergenze che attanagliano oggi il pianeta stanno di nuovo portando all’attenzione i temi del riuso e del riciclo, che da norme consuetudinarie si vanno facendo sempre più principio etico dalla cui adozione dipende il futuro dell’umanità intera - specifica il professor Ernesto Di Renzo - Questo tema, fino all’affermarsi della società consumistica di stampo capitalista ha sempre improntato le culture tradizionali che hanno adeguato i loro comportamenti e i loro consumi verso forme di ottimizzazione delle risorse in cui concetti come quelli di riuso, riciclo, non-spreco e circolarità dei beni hanno svolto una funzione fondante nel campo delle attività economiche e delle pratiche dell’alimentazione”.

Al temine delle relazioni sarà, poi, pronunciata una laudatio commemorativa per il trentennale della costituzione della fondazione De Victoriis Medori da parte del suo presidente onorario Giuliano De Leone e del vice-presidente Marcello Martelli. Lo svolgimento del convegno sarà accompagnato da una mostra collettiva d’arte, presso la sala Barbella, che vedrà coinvolti Igor Cascella, Jessica Di Martino e Carmine Di Pietro, artisti le cui opere sono realizzate esclusivamente con materiali di riuso. A conclusione dell’evento sarà offerta ai presenti una degustazione ispirata all’enogastronomia del territorio Abruzzese.

Pescara. “Le novità fiscali di periodo. Legge di Bilancio 2018 e collegato”. E’ questo il titolo del convegno promosso dall’Associazione Nazionale Commercialisti che si terrà domani, martedì 28 novembre, dalle 15 alle 19 all’Auditorium Petruzzi in via delle Caserme a Pescara.

L’appuntamento, il cui ingresso è gratuito e aperto a tutti, e che dà diritto a 4 crediti formativinell’ambito della formazione professionale continua e gratuita per i dottori commercialisti e gli esperti contabili, rappresenta un importante momento di dibattito e riflessione in vista dell’appuntamento con la nuova Legge di Bilancio 2018.

Essere sempre al passo con i tempi e aggiornati su tutte le novità in tema di materia fiscale è, infatti, fondamentale per tutti i professionisti, soprattutto in un periodo storico come quello attuale dove incentivi per la creazione di nuove opportunità lavorative, agevolazioni per giovani, donne o aziende in crisi, o anche la “semplice” rottamazione delle cartelle esattoriali, possono rappresentare una boccata d’ossigeno per migliaia di cittadinie, più in generale, per l’intera economia nazionale.

Per poter cogliere direttamente queste opportunità o per essere sempre pronti, in ambito professionale, a offrire la propria consulenza in materia fiscale, appare fondamentale, dunque, conoscere nel dettaglio tutte le novità e le opportunità messe a disposizione dalla Legge di Bilancio 2018 e dal collegato fiscale.

Lo sa bene l’Associazione Nazionale Commercialisti che ha deciso di promuovere, per questa ragione, un dibattito aperto a tutti gli interessati alla materia, ma dedicato principalmente ai dottori commercialisti e agli esperti contabili abruzzesi, che si avvale della presenza di relatori di caratura nazionale.

Ad introdurre i lavori saranno il presidente dell’ANC Pescara, Carlo Gabriele, e il delegato CNPR Pescara, Massimo Ivone, a cui faranno seguito i saluti del presidente dell’Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di
Pescara,Giancarlo Grossi, del presidente della Fondazione per la Promozione della Cultura Professionale e dello Sviluppo economico di Pescara, Vito Ramundo, e del presidente nazionale dell’ANC, Marco Cuchel.

Il convegno entrerà poi nel vivo con l’intervento del relatore Fabrizio Poggiani, dottore commercialista, revisore legale, pubblicista e componente del Comitato scientifico ANC, che illustrerà e analizzerà dunque tutte le novità fiscali di periodo, con particolare riferimento alla Legge di Bilancio 2018 e al collegato fiscale.

Tra gli interessanti argomenti al centro del dibattito ci saranno, ad esempio: le agevolazioni per gli interventi di ristrutturazione edilizia ed energetica, la proroga della misura di promozione delle piccole e medie imprese nota come “Nuova Sabatini”o l’incentivo triennale per l’occupazione giovanile.

Il convegno focalizzerà l’attenzione anche sui bonus riservati a determinate categorie, come le donne lavoratrici o i neo diciottenni, sugli interventi per il Mezzogiorno, sul sostegno alle grandi imprese in crisi o sul pacchetto di misure dedicate allo sport, che rappresenta una vera novità. Una particolare attenzione sarà, inoltre, riservata al delicato e attuale tema della rottamazione delle cartelle esattoriali con l’estensione di tale possibilità a diverse tipologie di debitori.

 

Componenti ANC – sede di Pescara: Carlo Gabriele (presidente); Giuseppe Baglioni (vice presidente); Angelo Verna (segretario); Enrico Nobilio (tesoriere); Rocco Santarelli; Mila Troiano; Maurizio Cotellessa; Fernando Fusilli; Geltrude Maurizio; Bina Di Felice; Alessandro Amicantonio; Pino Sulcanese; Massimo Ivone; Pierluigi Serafini; Mario Marchizza; Lidia Leone; Roberto Di Tizio.

Vasto. Sabato 25 novembre alle ore 10:00, in occasione della GIORNATA MONDIALE CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE, si svolgerà a Vasto presso l'ITSET "Filippo Palizzi" in Via dei Conti Ricci 25, il convegno intitolato
"TU MERITI AMORE".

Relatori:

• DANIELA AIUTO
Deputata al Parlamento europeo - Membro Comm.ne FEMM
(Commissione per i diritti della donna e l'uguaglianza di genere)

• GIUSEPPINA FABRETTI
Avvocato, Presidente Associazione "CamMiNo Vasto", Vice Presidente Associazione "Emily"

• MARIANGELA GIAGNORIO
Testimonianza

• CLAUDIA SABA
Presentazione del libro "Era mio padre" e intervento finalizzato al riconoscimento della violenza e a come combatterla.

"Sara è riuscita a crearsi una vita quasi perfetta: ha sposato l’uomo che ama e con lui ha costruito una famiglia. Sembra tutto compiuto, come un cerchio che si chiude, fino a
quando le pareti sulle quali aveva costruito la sua favola iniziano a scricchiolare. Il marito si rivela essere in realtà un uomo violento. Sara subisce violenza tra le mura
domestiche, per anni, e per amore dei figli, continua a subire per tanto tempo. All’ennesimo episodio di violenza e dopo lo stupro, Sara inizia a chiedersi perché accetta tutto questo. Solo allora troverà il coraggio di chiedere aiuto e inizierà un percorso di psicoanalisi. Sarà questo il momento in cui le porte che l’inconscio aveva serrato a sua difesa, si spalancheranno tutte insieme, violentemente, lasciando liberi quei fantasmi fino ad allora messi a tacere. Ricordi di un passato doloroso emergeranno in tutta la loro drammaticità, costringendo Sara a fare i conti con un passato che ritorna per restituirle i cocci di un’infanzia violata. Sara si scopre donna tradita e bambina mancata, "abbandonata alla mercé di un padre disturbato che diventerà il lupo della sua vita, e di una mamma assente e accondiscendente. Il libro, è un messaggio per incoraggiare le donne vittime di Violenza a denunciare per ricominciare a vivere."

• KATIA DI SABATINO
Membro Associazione "Delta Defence".

Introduce e modera Prof.ssa TERESA MARIA DI SANTO, Presidente Emily Abruzzo.

Interventi di:
• Prof.ssa Nicoletta del Re, dirigente scolastico
• Avv. Vittorio Melone, Consiglio Ordine degli Avvocati Vasto
• Anna Bosco, Assessore all'istruzione del Comune di Vasto


Auspicando la Tua presenza all'evento e alla pubblicazione sulla tua testata, porgiamo cordiali saluti.

Pagina 1 di 10

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione