Cultura e eventi

Basket, si avvicina il derby

Chieti. Settimana impegnativa per coach Galli, al quale è toccato il compito di ridare un’anima alle Furie, uscite domenica scorsa dal PalaTricalle con il morale sotto i tacchi. Compito durissimo quello di cancellare nella testa dei giocatori una sconfitta col sapore della resa incondizionata. Fortuna ha voluto che il pensiero all’impegno del derby, con tutte le motivazioni che si porta a traino una partita così importante, poco spazio abbia concesso alle lacrime di frustrazione e ai rimpianti del giorno dopo. Il pensiero di tutti è stato assorbito dalla cura, necessariamente, ossessiva della preparazione al derby e questo si spera abbia allontanato i fantasmi che lugubramente affollavano le teste degli uomini di Galli. Extra moenia, inoltre, il bilancio delle Furie è ben più florido di quello interno ed è quindi facile sperare che al PalaMaggetti possa essere messa da parte l’ansia e il braccino che attanagliano in forma costante i biancorossi sul parquet di casa.

Roseto, vera ed unica squadra rivelazione del girone, saggiamente guidata da uno skipper giovane e competente come coach Di Paolantonio, è un avversaria “tostissima” ma non hai muscoli di Treviso ed entra pertanto nel novero di quelle squadre che non provengono dalle galassie. Gli squali, insomma, hanno denti aguzzi e grande qualità ma sono pur sempre una squadra terrestre e che può essere battuta, a patto di esaltarne i difetti e di limitarne i pregi. Gli Sharks, indicati da tutti, nessuno escluso, come vittime sacrificali sull’altare della retrocessione, hanno smentito Cassandra e avuto la forza di sconfessare la critica militante a suon di prestazioni super. grazie al lavoro eccellente dello staff tecnico e alla lungimiranza societaria dimostrata anche in questa stagione. A budget ridotto, Roseto ha così assemblato, a chiusura di un’estate difficile, la migliore delle squadre possibili. Il roster del patron Cimorosi unisce infatti il mestiere e la qualià di capitan Fultz e di Valerio Amoroso, la classe cristallina dell’immarcabile Smith (fronboliere top del torneo con 226 punti in sole 8 partite!) e la freschezza di giovani prospetti come Radonijc e il rookie Brandon Sherrod.Completano il roster i lunghi Giovanni Fattori (con un passato a Campli e prodotto delle giovanili della Mens Sana) e l’ex Jesi Paolo Paci, l’ala proveniente dalla Virtus Roma Riccardo Casagrande ed il giovane Gianmarco Mariani. Da questo assemblaggio è scaturita una squadra che gioca, fa spettacolo e diverte. Tanta roba! Da non mettere in secondo piano l’abilità “contrastiva” dei costieri, capaci di alternare in una sola partita molte trappole difensive, tra le quali una temibilissima difesa a zona. Le vittorie hanno poi cementato in fretta un forte spirito di squadra che, soprattutto in casa ha fatto la differenza. Per battere a domicilio gli Sharks, ci vorrà, pertanto, una prestazione all’altezza di quella di Piacenza. Una partita fatta di personalità e con la “garra” che si riichiede in ogni derby. In aggiunta, per sperare di raccogliere la posta in palio, sarà necessario mettere sul piatto grande attenzione difensiva, tanti giochi in transizione per bruciare l’arcigna difesa di coach Di Paolantonio e infine, sotto canestro, innescare con continuità i centimetri, la qualità e l’esperienza di Mortellaro, che messo di fronte al bravo ma pur giovane Sherrod potrebbe rappresentare una carta importante, forse decisiva, per Chieti.

L’Osservatorio Nazionale ha riaperto le porte del PalaMaggetti ai tifosi teatini, ridando al derby d’Abruzzo, per intero, la voce e il calore di entrambe le tifoserie. Ci si augura che tutto questo porti ad amplificare la bellezza e lo spettacolo di questa partita. Per le due squadre vincere o perdere sarà alquanto gratificante, ma ancora più bello e importante per il movimento della pallacanestro abruzzese potrebbe risultare uno spettacolo che veda prevalere i valori più belli ed esaltanti del basket. Che questo derby torni ad essere una vera festa! Buon derby a tutti!

QUI ROSETO

Domenico Faragalli (preparatore fisico) – “Stiamo lavorando duramente ed uno step alla volta per recuperare Robert Fultz che faremo di tutto per avere domenica. Pur se non potrà comunque arrivare alla gara contro la Proger nelle migliori condizioni. Per tutti gli altri la situazione è sotto controllo, e stiamo lavorando con la massima concentrazione per arrivare preparati al derby dal punto di vista tecnico, fisico e mentale”.
Robert Fultz (giocatore) – “Sto svolgendo lavoro differenziato da inizio settimana per provare a giocare questo derby: a Mantova non ero ancora pronto ed è stato giusto non rischiare, domenica spero di esserci per dare un contributo in una gara così sentita. Siamo infatti consci dell’importanza che questa sfida riveste per la piazza, contro una Proger agguerrita che farà di tutto per portarsi a casa i due punti. Noi però dopo due sconfitte consecutive vogliamo tornare a sorridere, e speriamo di farlo assieme al supporto dei nostri tifosi”.
Note – In dubbio la presenza di Robert Fultz che ha svolto lavoro differenziato durante la settimana.

Media – Diretta su LNP TV Pass e Rete 8 Sport (canale 11 digitale terrestre in Abruzzo), aggiornamenti live sui canali social dei Roseto Sharks.

QUI CHIETI

Pino Di Paolo (vice allenatore) – “Domenica ci aspetta una partita sentita in modo particolare sia dai tifosi che dalle rispettive società. Noi veniamo da una gara complessa contro Treviso, squadra che ha confermato le aspettative. Abbiamo cercato di ottemperare alla loro fisicità nella prima parte dell’incontro ma, con il passare dei minuti, abbiamo perso fiducia nei nostri mezzi, a causa di un attacco poco fluido e costante. Roseto è un team che fa della tattica l’arma migliore: nel roster, figurano la presenza di Smith, best scorer del torneo, ed elementi di spicco come Fultz e Amoroso. Dobbiamo ripartire dalla nostra difesa, messa in mostra a Piacenza, ed avere più consapevolezza dei nostri mezzi in fase di possesso palla”.
Luigi Sergio (giocatore, capitano) – “Ci attende una partita importante, molto sentita in città dai nostri tifosi. Sappiamo che a Roseto sarà un campo ostico per il calore e la passione che i tifosi rosetani trasmettono ai propri giocatori, quindi non sarà facile. Noi dobbiamo andare determinati, con la voglia di fare bene, cercando di cancellare la brutta sconfitta contro Treviso. Sarà importante restare uniti e sappiamo che insieme possiamo fare grandi cose”.
Note – Tutti a disposizione di coach Massimo Galli.
Media – La gara, visibile in diretta streaming esclusiva su LNP TV Pass, sarà anche seguita con aggiornamenti play by play sul profilo Facebook della Pallacanestro (https://www.facebook.com/pallacanestrochieti/).

CALENDARIO
Sabato 3 dicembre, 20.30
Trieste: Alma-GSA Udine

Ancona: Ambalt Recanati-Virtus Segafredo Bologna
Domenica 4 dicembre, 18.00
Villorba: De’ Longhi Treviso-OraSì

Ravenna Piacenza: Assigeco-Dinamica Generale Mantova
Jesi: Aurora Basket-Bondi Ferrara

Domenica 4 dicembre, 18.30
Verona: Tezenis-Unieuro Forlì

Domenica 4 dicembre, 19.00
Roseto: Roseto Sharks-Proger Chieti

Domenica 4 dicembre, 20.30
Imola: Andrea Costa-Kontatto Fortitudo Bologna

Classifica
De’ Longhi Treviso^ 16, Virtus Segafredo Bologna 14, OraSì Ravenna 12, Roseto Sharks 12, Kontatto Fortitudo Bologna 12, Alma Trieste 10, Dinamica Generale Mantova 10, Assigeco Piacenza 10, GSA Udine 8, Bondi Ferrara 8, Unieuro Forlì 8, Aurora Basket Jesi 6, Tezenis Verona 6, Proger Chieti 6, Andrea Costa Imola^ 6, Ambalt Recanati 2
^1 gara in più

Related posts

Caso Pellegrini. Mozione di Mazzocca in Consiglio Regionale

admin

Abruzzo, Mazzocca sottoscrive il manifesto “Inclusione per una società aperta” di Zingaretti

admin

A Celano il congresso Uilm L’Aquila Teramo

admin

Lascia un Commento

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. OK Continua a leggere

Privacy & Cookies Policy