Cronaca

Atessa, colonnine e banda ultra larga

Atessa. Un altro passo avanti, in Atessa, verso la Banda Ultra-Larga, mentre sono in arrivo le colonnine per le ricariche dei veicoli elettrici.

Il Comune sta definendo i rapporti con la OpEnFiber S.p.A., concessionario Infratel Italia S.p.A., per l’installazione, sul proprio territorio, di un locale tecnico di base (POP/Schelter) dove alloggiare gli apparati per lo sviluppo dell’infrastruttura di rete di proprietà pubblica, e favorire lo sviluppo del servizio di Banda Ultra-Larga in tutto il territorio regionale. La zona individuata è quella nelle vicinanze del campo sportivo Fontecicero.

Contemporaneamente è stato aggiudicato l’appalto, alla Estracom S.p.A., per l’installazione e la gestione di alcune colonnine di ricarica dei veicoli elettrici.
Non ci sarà nessun onere per il Comune e, in un’ ottica di tutela ambientale, come previsto dal bando, l’energia che alimenterà le colonnine dovrà provenire prevalentemente da fonti rinnovabili. A breve verranno localizzate, sul territorio di Atessa, le 4 colonnine con 8 prese di collegamento. Saranno pubblicizzate su canali commerciali, web social, portali informativi e istituzionali, per facilitare le operazioni. La gestione del servizio avverrà tramite applicazioni dedicate, ricarica attraverso QRcode, codice presa o touch screen. Il pagamento potrà avvenire tramite carta di credito e portale web a disposizione del cliente.

“Sono due importanti passi avanti -sottolinea il sindaco Giulio Borrelli- verso l’ammodernamento tecnologico e lo sviluppo di energie pulite nel nostro territorio. Continueremo a lavorare e vigileremo, sia per la Banda Ultra-Larga che per le colonnine di ricarica dei veicoli elettrici, affinché vengano rispettati i tempi di realizzazione e si vedano al più presto i risultati, in termini concreti, per i cittadini”.

Related posts

Guardia di Finanza: sequestrata droga e merce contraffatta al Jova Beach Party

redazione

Turismo, l’Abruzzo alla conquista dei mercati europei

admin

In Abruzzo 550 mila euro da Fondazione Telethon alla ricerca scientifica sulle malattie genetiche rare

redazione

Lascia un Commento

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. OK Continua a leggere

Privacy & Cookies Policy