Cronaca

Ortona, controlli e iniziative per una corretta gestione del servizio di ristorazione scolastica

Ortona. Con il nuovo anno scolastico è iniziato il nuovo servizio di ristorazione scolastica previsto nelle scuole dell’infanzia, primaria e secondaria di primo grado di Ortona, un servizio assegnato attraverso una gara pubblica gestita secondo le disposizioni di legge, dal portale della CUC, la centrale unica di committenza di Lanciano, procedura prevista per appalti pubblici che impegnano importanti determinazioni finanziarie.

In questi primi mesi, il nuovo gestore la ditta Agriservice srl, è stata più volte contatta e incontrata dall’amministrazione comunale per verificare la corretta fornitura del servizio anche in virtù di alcune segnalazioni giunte dagli insegnanti e dai genitori. I sopralluoghi hanno riguardato sia il centro di cottura dove i pasti vengono preparati sia le mense scolastiche, controllando così l’intero ciclo gestionale e ponendo massima attenzione al rispetto delle nuove “linee d’indirizzo” del servizio elaborate dall’amministrazione comunale e contenute nel capitolato d’appalto.

«L’attenzione verso la mensa scolastica è costante e massima – sottolinea il sindaco Leo Castiglione – la refezione scolastica per noi non è un semplice servizio ma rappresenta un momento importante della vita dei nostri ragazzi anche dal punto di vista educativo e formativo, e proprio per dare massima trasparenza, d’intesa con l’azienda che gestisce il servizio, proponiamo la designazione di un comitato mensa composto oltre che da insegnanti anche da rappresentanti di genitori, un organismo che può agevolmente e quotidianamente controllare la qualità del servizio».

Le novità del nuovo servizio di ristorazione scolastica saranno presentate in un incontro pubblico organizzato dall’amministrazione comunale, venerdì 1 marzo alle ore 18, presso la Sala Eden, che vedrà la partecipazione del professore Ettore Cianchetti dirigente dell’U.O. complessa di Chirurgia Senologia dell’Ospedale di Ortona e della dietologa del Sian, servizio igiene degli alimenti e della nutrizione dell’Asl2 Lanciano-Vasto-Chieti. Un incontro che presenterà anche il progetto di educazione alimentare su cui è stato incentrato il bando pubblico per l’assegnazione del servizio e che inserisce nella dieta alimentare dei ragazzi delle scuole ortonesi, menù a rotazione tenendo conto della stagionalità degli alimenti con particolare riguardo all’utilizzo di prodotti cosiddetti “a chilometro 0” e l’offerta di piatti tipici della tradizione abruzzese.

«L’amministrazione ha avviato subito un monitoraggio attento del servizio – sottolinea l’assessore Ilaria Ortolano – e abbiamo rappresentato le varie segnalazioni che ci sono giunte per attivare subito delle soluzioni e posso confermare che ad esempio, nei prossimi giorni si completerà la sostituzione delle posate in plastica con quelle in acciaio inox per rispondere alla recente normativa che invita alla sostituzione dei prodotti in plastica entro il 2022 ma soprattutto per evitare che le posate possano rompersi. Nell’avvio del servizio alcuni inconvenienti di ordine organizzativo sono stati confermati dalla stessa ditta e abbiamo sollecitato un rapido riscontro per risolvere i disagi e comunque la ditta si è dimostrata attenta e pronta a migliorare il servizio e garantirne la qualità».

Related posts

Giornata dell’Udito, la onlus abruzzese “Nonno Ascoltami! – Udito Italia” celebra l’evento al Ministero della Salute

redazione

Pescara: insospettabile sorpreso a spacciare in via Teramo ed arrestato dalla Polizia. Trovato in casa un mix di sostanze stupefacenti

redazione

A Penne svolta la prima assemblea delle Alleanze Cooperative Italiane Abruzzo

admin

Lascia un Commento

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. OK Continua a leggere

Privacy & Cookies Policy