Cultura e eventi

Seconda ed ultima risposta di Arap, e dipendenti, sulla sede dell’Aquila

Pescara. ARAP intende intervenire per la seconda e speriamo ultima volta sulle illazioni espresse martedì scorso 13 dicembre dal presidente del Consiglio comunale aquilano, Carlo Benedetti, a proposito della paventata chiusura dell’Unità Territoriale dell’Aquila.

Non chiuderà né l’U.T. dell’Aquila, né alcuna delle altre U.T.!!!

Inoltre, la gran parte dei dipendenti stessi, hanno inteso questa volta dire la loro in un virgolettato che riportiamo di seguito:

“I dipendenti dell’ARAP U.T. n.3 dell’Aquila, in merito all’articolo apparso su una testata regionale online a firma di Carlo Benedetti, precisano quanto segue:

Attualmente tale Unità sta gestendo l’intera Contabilità dell’ARAP, così come altre Unità Territoriali sono impegnate in altrisettori dell’attività dell’Azienda.

Non si paventa alcun rischio di chiusura dell’Unità Territoriale stessa. Per la prima volta dopo anni di commissariamento esiste un Piano Industriale che fornisce fiducia sul futuro.

È in atto una fase di riorganizzazione aziendale, così come in Regione Abruzzo e in altre aziende regionali, che porterà ad una revisione dell’organico esistente anche in considerazione del costo del lavoro e delle mansioni affidate”.

Pertanto le procedure sul personale riguardano: accompagnamenti in pensione e demansionamenti riorganizzativi, sicuramente preferibili ad una perdita del posto di lavoro, o ad una chiusura dell’Azienda tutta perché non produttiva ed efficiente.

Ce ne fosse bisogno, ancora, la vicinanza di ARAP alla sua sede aquilana prevede anche l’assegnazione di un progetto di finanziamenti per un ammontare di 10 M€.

In ultimo: il pranzo natalizio Aziendale, atteso per la giornata di domani sabato 17 dicembre, si terrà proprio nel capoluogo.

Related posts

Setak tra in finalisti delle Targhe Tenco con l’album “Blusanza”

redazione

Coged, altro boom di mercato: Michela Culiani

admin

Giorno della Memoria: Memorie Ebraiche a 361°, a Massa Marittima

redazione

Lascia un Commento

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. OK Continua a leggere

Privacy & Cookies Policy