Cronaca

Lilt Pescara su svolgimento Assemblea Generale Ordinaria Soci Lilt

Pescara. “Si chiama ‘Guadagnare Salute’ il nuovo Progetto che la Lilt – Lega Italiana Lotta contro i Tumori – di Pescara porterà nel 2019 negli Istituti Superiori del capoluogo adriatico. L’iniziativa, lanciata dalla Lilt Nazionale, cui abbiamo aderito in via sperimentale, prevede il coinvolgimento di alcune classi-campione, cui verrà somministrato un questionario, a studenti e docenti, per valutare il loro stile di vita. Quindi la Lilt svolgerà un’attività laboratoriale, che si chiuderà con un secondo questionario, utile a valutare come saranno cambiati quegli stessi stili di vita prima e dopo l’attività informativa sul rischio cancro. Inizieremo con l’Istituto Alberghiero Ipssar ‘De Cecco’, con il liceo scientifico ‘Galilei’ e il liceo classico ‘D’Annunzio’, per poi entrare nelle altre scuole”. Lo ha annunciato il Presidente della Lilt di Pescara, il professor Marco Lombardo, Coordinatore della Lilt Abruzzo, nel corso dell’Assemblea annuale dei Soci Lilt, che ha approvato il bilancio consuntivo 2018 e il preventivo 2019.
“La Lilt continua a crescere – ha sottolineato il Presidente Lombardo tracciando un bilancio dell’anno appena concluso -. È ormai entrata a pieno regime l’attività della delegazione Lilt di Tocco a Casauria, inaugurata il 13 gennaio 2018, dove già da luglio disponiamo di nuovi ambulatori assegnatici dalla Direzione della Asl di Pescara negli spazi dell’ex ospedale e dove già abbiamo effettuato la campagna sul melanoma, con ben 120 visite, e quella del Nastro Rosa, a ottobre scorso, con altre 100 pazienti sottoposte a visita senologica. Stiamo portando avanti il progetto Sistema Salute nel Liceo Scientifico ‘Galilei’ e nell’Istituto Alberghiero Ipssar ‘De Cecco’, e, anche in questo caso, siamo entrati anche nella scuola primaria di Tocco. Da marzo riprenderemo tutte le nostre Campagne di prevenzione consapevoli di quanto continui a essere importante riuscire a coinvolgere la popolazione nelle attività di screening, convincere tutti a effettuare controlli periodici, perché individuare un tumore quando è ancora piccolo, significa guarire completamente, oltre che a fare prevenzione primaria conducendo un sano stile di vita. Già fissati dunque i primi appuntamenti, partendo con la Settimana della Prevenzione, dal 16 al 23 marzo; la Giornata mondiale senza tabacco; la prevenzione del melanoma tra aprile e maggio, in ottobre con la Campagna del ‘Nastro Rosa’ contro il tumore al seno; il Progetto Verso e il progetto Vado. Nel 2018 nella Campagna del ‘Nastro Rosa’ abbiamo invece visitato 350 pazienti”. Approvato il bilancio, il Presidente Lombardo ha quindi annunciato le novità del 2019: “Innanzitutto lanceremo il secondo step della Campagna di prevenzione al Maschile, con un’iniziativa dedicata ai Militari e alle Forze Armate con visite urologiche ed esami, al fine di sensibilizzare la popolazione maschile a fare prevenzione – ha sottolineato il professor Lombardo -. Con la Consulta Giovani della Lilt apriremo tre sportelli Lilt direttamente all’interno di tre Istituti superiori, ovvero l’Alberghiero ‘De Cecco’, il liceo scientifico ‘Galilei’ e il classico ‘D’Annunzio’, sportelli che saranno aperti con un partneriato tra i docenti e i nostri volontari per fare una costante attività di informazione sulla prevenzione primaria, secondaria e terziaria rivolta ai ragazzi. E proprio all’interno dei tre Istituti partirà il nuovo Progetto ‘Guadagnare Salute’ lanciato dalla Lilt Nazionale e dal Miur come parte di un progetto di ricerca sul cancro: per la prima volta coinvolgeremo non solo gli studenti, ma anche i loro docenti, all’interno di alcune classi campione che verranno sottoposte a un test preventivo per valutare il loro stile di vita, ovvero quanto e cosa mangiano, se fumano, se adottano misure di tutela utili a impedire di contrarre virus come l’Hpv o l’epatite C. Riconsegnati i test, le stesse classi prenderanno parte all’attività laboratoriale che sarà condotta dagli operatori della Lilt sulla prevenzione e a primavera, al termine del corso, alle classi verrà somministrato il secondo test per valutare come, eventualmente, e se è cambiata la loro condotta di vita una volta che hanno acquisito le informazioni sui danni causati dal sovrappeso, dal fumo, dai virus e se hanno intrapreso iniziative di prevenzione, effettuando screening di controllo, una dieta particolare o attività sportive. Contemporaneamente lo stesso test verrà eseguito su tutta la scuola, dunque anche nelle classi in cui non sarà stata fatta attività di formazione, per una comparazione dei dati. Tutto il materiale raccolto verrà elaborato dalla Lilt di Pescara e inviato a Roma, dove verrà compreso in un lavoro di ricerca sulla prevenzione in corso di elaborazione, dunque Pescara rientrerà in un progetto sperimentale di livello nazionale. Si tratta, ovviamente – ha aggiunto il professor Lombardo – di un progetto a lunga scadenza che ha l’obiettivo di valutare se l’attività di formazione-informazione produce dei benefici significativi sulla salute degli utenti”.

Related posts

Chieti, ‘Economia del mare’: al via la terza edizione del corso di formazione di orientamento

admin

A Pescara un convegno sulla sicurezza sul lavoro

redazione

Furti ai bancomat a Chieti, la Uiltucs: “Ivri è rimasto a guardare”

redazione

Lascia un Commento

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. OK Continua a leggere

Privacy & Cookies Policy