Politica

Dea II Livello Ospedale Chieti, interviene Luigi Febo

Chieti. Dopo la dura replica di Mauro Febbo al Pd teatino, nello specifico a Chiara Zappalorto e Alessio Di Iorio, riguardante la questione Dea di II livello dell’Ospedale di Chieti, il Partito Democratico controbatte, questa volta con Luigi Febo, che afferma: “Febbo deve semplicemente a leggere a pagina 20 del piano sanitario (dca 55/2016: ‘Sviluppare una rete di ospedali di primo livello per garantire anche le discipline di ospedali di secondo livello attraverso l’identificazione di 4 presidi che costituiranno i Dea di primo livello, sede di discilpline di riferimento per le reti di patologie complesse: PO di L’Aquila; PO di Chieti: PO di Pescara e PO di Teramo; l’attivazione della connessione funzionale tra i PO di Chieti e Pescara al fine di assicurare le funzioni nell’ambito delle reti tempo-dipendenti previste per un Dea di secondo livello’), voluto dall’ex assessore Paolucci e approvato dal Consiglio dei Ministri presieduto dall’ex ministro Padoan ha approvato il Dea funzionale Chieti-Pescara. Ora il Governo della Lega vuole rivedere questa impostazione nel silenzio più totale del consigliere Febbo che dovrebbe lottare per la sua città e per non permettere la chiusura di 15 unità operative all’Ospedale di Chieti, così come preteso dal Governo Lega – Movimento 5 stelle. Se il Governo della destra vuole trasformare l’Ospedale di Chieti in Ospedale di Primo Livello e se Mauro Febbo ha intenzione di trasferire la Cardiochirurgia a Pescara noi non lo permetteremo. Noi ci opporremo in tutte le sedi e con tutti gli strumenti possibili per evitare la perdita del Dea di II Livello”.

Related posts

Calvisi: “La Difesa tutela l’industria nazionale di settore”

redazione

#D4Social 2017: Simona Petaccia tra gli speaker

admin

A Pescara la presentazione del libro “La verità mi ha reso libera”

redazione

Lascia un Commento

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. OK Continua a leggere

Privacy & Cookies Policy