Cronaca

I sindacati sulla vicenda Sevel

Atessa. “In merito alla vicenda che ha visto la SEVEL proporre un aumento delle turnazioni, con la conseguente assunzione di nuovi lavoratori, la FIOM nei giorni scorsi al fine di fare chiarezza ha distribuito un volantino con l’intendo di fornire ai lavoratori SEVEL informazioni utili sulle conseguenze di tale cambiamento.

Il giorno 4 aprile 2019 la FIOM ha svolto le assemblee con i lavoratori della SEVEL, mai formalmente coinvolti dalle altre sigle sindacali, per discutere dei nuovi cambiamenti dei turni ed entrare nel merito della discussione.

In questi giorni, escluso la FIOM, nessuno ha discusso in assemblea con i lavoratori di queste problematiche.

Le assemblee sono state molto partecipate ed è stata apprezzata la posizione della FIOM che ha cercato di costruire gli strumenti che possano mettere i lavoratori in condizione di conoscere le conseguenze derivanti dai cambiamenti dei turni.

Dalle assemblee è emersa una forte volontà da parte dei lavoratori di essere coinvolti nelle future decisioni e soprattutto la possibilità di poter decidere attraverso un loro coinvolgimento.

È emersa la volontà che tale discussione non possa essere prerogativa delle sole Organizzazioni Sindacali firmatarie del CCSL ma tutte le Organizzazioni Sindacali, compresa la FIOM che nelle ultime elezioni libere è risultata la più votata. Tutti i sindacati devono avere pari cittadinanza nel tavolo dove verranno affrontate queste discussioni.

In merito alle nuove assunzioni, l’assemblea dei lavoratori chiede che i nuovi lavoratori abbiano gli stessi loro diritti a partire dall’art.18.

Una discussione complessa non ha bisogno di essere affrontata con slogan o superficialità ma deve avvenire con la massima chiarezza e il massimo coinvolgimento.

La FIOM, pur avendo evidenziato all’azienda che potevano esserci problemi congiunturali di mercato, ed essendo consapevole che le turnazioni previste potevano subire un allungamento dei tempi, ha preferito anticipare la discussione con i lavoratori in modo da non farli trovare impreparati ad un cambio organizzativo che stravolgerà le loro vite.

La FIOM continuerà nel suo percorso di trasparenza al fine di consentire ai lavoratori di decidere del loro futuro.

Sono i lavoratori che devono decidere!”. Si legge così in una nota di FIOM Abruzzo Molise, FIOM Chieti e RSA Sevel.

Related posts

Assemblea dei soci Aca

redazione

Giuliante: “Una paradossale vicenda in Val di Sangro”

redazione

Confartigianato Abruzzo aderisce alla class action europea contro cartello costruttori di tir

admin

Lascia un Commento

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. OK Continua a leggere

Privacy & Cookies Policy