Cronaca

Lanciano, stupefacenti: un arresto in flagranza

Lanciano. NEL PRIMO POMERIGGIO DI IERI, PERSONALE DIPENDENTE DELLA SEZIONE ANTICRIMINE DI QUESTO COMMISSARIATO UNITAMENTE AL REPARTO PREVENZIONE CRIMINE ED ALL’UNITA’ CINOFILA ANTIDROGA DELLA QUESTURA DI PESCARA HA ARRESTATO IN FLAGRANZA DI REATO D.R P., PER DETENZIONE AI FINI DI SPACCIO DI SOSTANZE STUPEFACENTI, RINVENUTE A SEGUITO DI PERQUISIZIONE DOMICILIARE PER UN PESO COMPLESSIVO DI GR. 11,4 DI SOSTANZA STUPEFACENTE DEL TIPO “COCAINA”.
ALLA VISTA DEL PERSONALE IN DIVISA, L’ARRESTATO CERCAVA DI DISFARSI DELLA SOSTANZA STUPEFACENTE MA, GRAZIE AL PRONTO INTERVENTO DEGLI AGENTI E AL FIUTO DEL CANE KETTY, NEL TOMBINO DI SCARICO DELLE ACQUE REFLUE DEL BAGNO, POSIZIONATO ESTERNAMENTE ALL’ABITAZIONE, VENIVANO RINVENUTE N. 19 DOSI PRECONFEZIONATE DI SOSTANZA VEROSIMILMENTE STUPEFACENTE DEL TIPO COCAINA.
L’UOMO VENIVA TRATTO IN ARRESTO E DOPO LE FORMALITA’ DI RITO, VENIVA POSTO AGLI ARRESTI DOMICILIARI SU DISPOSIZIONE DELL’AUTORITA’ GIUDIZIARIA.
NELLA MEDESIMA ABITAZIONE, E’ STATA DENUNCIATA A PIEDE LIBERO D.R.M., AI SENSI DELL’ART. 73 DEL DPR 309/90. LA STESSA VENIVA CONTROLLATA MENTRE TENTAVA DI SFUGGIRE AL CONTROLLO DEGLI AGENTI MA VENIVA PRONTAMENTE FERMATA E TROVATA IN POSSESSO DI CIRCA GR. 14 DI SOSTANZA STUPEFACENTE VEROSIMILMENTE DEL TIPO “HASHISH”.

Related posts

I sindacati chiedono di essere subito convocati per affrontare i problemi Sanità

redazione

Progetto Centro Famiglie “Semita”, Caring al tempo del Covid-19

redazione

L’Abruzzo del cibo in partenza per il Tuttofood di Milano

admin

Lascia un Commento

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. OK Continua a leggere

Privacy & Cookies Policy