Cronaca

Vincenzo Serraiocco su accordo con Piscina di Chieti per ragazzi del settore Propaganda della Sport Life

Pescara. “Stiamo lavorando in queste ore a una soluzione, affinché si possa garantire lo svolgimento delle attività sportive, sospese alle piscine Le Naiadi per la nota chiusura dell’impianto, a tutti i tesserati del settore Propaganda della Sport Life”. Lo ha dichiarato questa sera l’amministratore della Sport Life Vincenzo Serraiocco che, alla luce delle ultime vicende delle Naiadi, ha poi aggiunto: “Entro qualche giorno annunceremo la soluzione che prevede, grazie all’accordo con la Teate Servizi che gestisce per contro del Comune di Chieti la piscina teatina (con la Sport Life che si occupa della parte agonistica) per trovare degli spazi vasca, al fine di poter garantire la ripresa delle attività per i nostri ragazzi del settore Propaganda che per cause, non dipendenti dalla nostra società e dalla nostra volontà, hanno dovuto interrompere la pratica agonistica. Ringrazio la Teate Servizi per la sensibilità dimostrata e spero che già dalle prossime ore i nostri ragazzi possano tornare alla pratica sportiva”.”Per quel che concerne gli istruttori e i dipendenti della Piscina di Chieti, voglio specificare che non risponde al vero che la Teate Servizi pagherà rimborsi e stipendi al posto della Sport Life. È invece vero che è la Teate Servizi a non aver pagato la Sport Life e dunque il sottoscritto, come da accordi”. Così Vincenzo Serraiocco gestore della parte sportiva e agonistica della piscina Comunale di Chieti che intende seccamente smentire quanto riportato nelle ultime ore. “La verità, carte alla mano, che sono pronto a mostrare in qualsiasi momento, e che l’ultima fattura pagata dalla Teate Servizi e dal Comune di Chieti alla Sport Life risale alla fine del 2018. È ben che si sappia che nel 2018 ho anticipato, come amministratore della Sport Life sette mesi di stipendi ai dipendenti perché la Teate Servizi non pagava. Ho dato la mia ampia disponibilità oggi affinché vengano pagati dalla Teate Servizi prima i dipendenti. La proposta arrivata dall’ente gestore per conto del Comune, di dare la priorità al pagamento delle spettanze ai lavoratori mi ha trovato pienamente d’accordo, ma sostenere che questo atto sia stato deciso, scavalcando Serraiocco non è la verità”. Il professionista pescarese poi ha confermato, quanto anticipato ieri, sulla soluzione trovata per i tesserati della Sport Life che sono stati costretti a sospendere l’attività agonistica per la chiusura delle piscine Le Naiadi per il fallimento della Progetto Sport Gestione Impianti. “In pochi giorni abbiamo, così come anticipato ieri, risolto il problema dei ragazzi del settore Propaganda e di tutti i tesserati della Sport Life che potranno svolgere le attività agonistiche nella piscina di Chieti negli stessi giorni e con gli stessi istruttori. Problemi – ha concluso Serraiocco – che sono in via di risoluzione anche alla piscina Le Gemelle di Lanciano, che, già riaperte, torneranno lunedì 6 maggio alla piena funzionalità”.

Related posts

San Salvo, atti vandalici alla villa comunale

redazione

Lavori Pubblici a Cori e Giulianello

redazione

Campagna mondiale per l’Oncoematologia Pediatrica

redazione

Lascia un Commento

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. OK Continua a leggere

Privacy & Cookies Policy