Cultura e eventi

Ortona: un mese di iniziative all’insegna della scoperta, memoria e identità

Ortona. Il Comune di Ortona con il coordinamento della Biblioteca comunale e del Museo della Battaglia di Ortona, ha organizzato il “Maggio dei Libri”: un intero mese dedicato ai servizi di promozione della lettura e della cittadinanza culturale. Nell’ambito del progetto nazionale del Ministero per i beni e le attività culturali, al quale l’amministrazione comunale ha aderito anche quest’anno, la biblioteca comunale di Ortona ha progettato e coordinato oltre quaranta iniziative che, avviate il 23 aprile in occasione della Giornata Mondiale del Libro dell’Unesco, si concluderanno il prossimo 30 maggio. L’intero programma è consultabile dal sito istituzionale, al link biblioteca, e si avvale di una rete di collaborazione di oltre venti enti tra istituzioni scolastiche, associazioni professionali e culturali tra i quali la Consulta Giovanile, l’Associazione Italiana Biblioteche, Libera Associazioni nomi e numeri contro le mafie. «Un programma di iniziative ed eventi di grande rilievo – sottolinea il sindaco Leo Castiglione – che caratterizzano ancora una volta la nostra città sul piano della promozione e del diritto alla cultura in modo diffuso e capillare».

Le iniziative vanno dalle attività con la fascia 0/6 anni e le loro famiglie, nell’ambito dei servizi Cipì e Nido d’Infanzia, laboratori di lettura presso le biblioteche scolastiche degli Istituti Comprensivi di Ortona, letture pubbliche in città, convegni e incontri formativi. Di particolare rilievo alcune mostre del libro tra le quali, a partire da venerdì 10 maggio in biblioteca, “Accendi la lettura e spegni i roghi” dove verranno esposti i libri che nel 1933 i nazisti bruciarono nella piazza dell’Opera di Berlino, e dal 19 maggio presso le gabbie espositive di Zooart l’esposizione di libri che narrano le vittime innocenti delle mafie.

«La scoperta, la memoria e l’identità – dichiara il vice sindaco Vincenzo Polidori – sono componenti di coesione fondamentali per una comunità che, tramite la lettura e la cultura, voglia relazionarsi con il mondo”. Da segnalare infine due incontri pubblici presso la Sala Eden, il 17 maggio con “La leggenda d’oro di Mollichina” a cura di Mariangela De Crecchio e le musiche di Roberto De Grandis, e il 27 maggio con “Scrivere il mondo con l’Educazione Civile” al quale partecipa Michele Gagliardo, formatore del Gruppo Abele di Torino.

Related posts

Lezioni di arte manipolatoria al primo circolo di Montesilvano

redazione

Manutenzioni, Cilli: “Nuovi passaggi pedonali sulle vie principali di Montesilvano”

admin

Pescara, l’assessore Di Iacovo fa il punto sul lavoro dei primi quattro anni di assessorato

admin

Lascia un Commento

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. OK Continua a leggere

Privacy & Cookies Policy