Politica

Montesilvano, Rifondazione Comunista: “Il troppo stroppia nessuno si accorge che aumenta la disaffezione al voto”

Pescara. “Dal 2007 (elezioni post Inchiesta Ciclone/ commissariamento del Comune ) ad oggi il numero degli aventi diritto al voto in città è passato da 37800 a 43181 +5.300 cittadini. Siamo passati dal 75,20 % di affluenza del 2007 al dato più basso delle ultime 4 tornate elettorali e molto probabilmente di sempre a Montesilvano. Infatti domenica 26 maggio l’affluenza è stata pari al 62,87% in calo di 8 punti rispetto al 70,91% del 2014.

Un dato eloquente è relativo al numero dei voti validi (schede votate senza bianche e nulle) che cala nonostante aumenti la platea dei votanti.

I voti validi sono stati 26.316 il dato più basso dal 2007 ad oggi. Per ritrovare un numero più basso di voti validi bisogna andare indietro fino al 1999, 20 anni fa, nel millennio passato. Gli elettori nel 1999 erano 33.051, 10.000 in meno rispetto ad oggi, un certo Paolo Di Blasio era il candidato sindaco sconfitto del centrodestra, il nuovo è come sempre avariato.

Il troppo stroppia, mentre tutti affollano il carro traballante della Lega, nessuno si accorge che cresce in città la disaffezione al voto. Il campionato dei cambia casacca non ha convinto metà degli elettori.

Corrado Di SANTE, segretario Provinciale Prc Pescara

DATI

2019 ELETTORI 43181 VOTI VALIDI 26316 AFFLUENZA 62,87%

2014 ELETTORI 40739 VOTI VALIDI 27620 AFFLUENZA 70,91%

2012 ELETTORI 41220 VOTI VALIDI 26345 AFFLUENZA 66,70%

2012 ELETTORI 37800 VOTI VALIDI 27542 AFFLUENZA 75,20%”. Si legge così in una nota di Rifondazione Comunista.

Related posts

Pescara, benvenuto ai nuovi nati: la prima cerimonia

admin

Il progetto Digital Gym arriva anche a Pescara

admin

Peschiera Borromeo, Capodanno 2017 al Piccolo Circo dei Sogni

admin

Lascia un Commento

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. OK Continua a leggere

Privacy & Cookies Policy