Cultura e eventi

Ortona, presentata la manifestazione “Mare Aperto” VIDEO

Ortona. Questa mattina è stato presentato l’evento “Mare Aperto” che si svolgerà domenica 2 giugno dalle ore 10.30 al Lido Riccio per aprire la stagione estiva. Un evento organizzato dal Comune di Ortona in collaborazione con gli operatori turistici del Riccio che si sono associati.
Si partirà la mattina intorno alle 10.30 con l’animazione per bambini e non solo su tutta la costa. Il pomeriggio, dopo le 15, concerti dal vivo in tutti gli stabilimenti balneari e animazione per bambini, performance di danza contemporanea sulla spiaggia. Intorno alle 17 ancora animazione e alla Riccetta alle 18.30 circa chiuderà Vincenzo Olivieri. Ci sarà anche un circo per bambini. Dunque è stato allestito un vero e proprio palcoscenico lungo tutta la spiaggia.
“Ringrazio il sindaco e l’amministrazione comunale – ha esordito l’assessore agli Eventi del Comune di Ortona, Cristiana Canosa – anche perché oggi, grazie al loro lavoro, in città c’erano 25 giornalisti stranieri che hanno fatto i complimenti per come la città è tenuta, abbiamo messo a loro disposizione una guida che gli sta raccontando Ortona e sono assolutamente stupefatti. Noi ci vogliamo preparare e ci stiamo sempre più attrezzando per promuovere Ortona in maniera degna per farla pulita, accogliente in modo da poter invitare i turisti a venire sempre di più. In questa breve strada che ho trascorso in questi due mesi ho incontrato gli operatori del Riccio in una circostanza fortunata in cui la prima riunione è stata abbastanza complessa forse perché bisognava dare più attenzione, anche perché abbiamo un tratto di spiaggia lì che è strepitoso, tutti lo sognano ed è apprezzato per i servizi che fornisce. Quindi importante è il grande lavoro che l’amministrazione comunale sta facendo con gli operatori del Riccio, suggelliamo questa collaborazione con la manifestazione di domenica che si chiama ‘Mare aperto’ e che sarà per la prima volta un’inaugurazione della stagione balneare con uno spettacolo lungo tutta una spiaggia dove sia gli stabilimenti balneari che l’amministrazione comunale, per i tratti di spiaggia libera, daranno il proprio apporto, oltre a tutta la manutenzione, per iniziare in modo degno e divertente una stagione balneare che tarda ad iniziare viste le condizioni meteo. Ci siamo finalmente imposti di legare i destini della spiaggia a Ortona perché in realtà Ortona è una città di mare un po’ impropria perché è vero che c’è il mare ma è un po’ distante dal centro cittadino, bisogna andarci appositamente. Questa zona l’abbiamo legata a noi, quindi noi collaboreremo costantemente con questa associazione per portare i turisti a Ortona, per proporre tante cose ai clienti e ai turisti. È una collaborazione che inizia adesso e che durerà per gli anni a venire”.
“Il nostro obiettivo è quello di promuovere e far sviluppare il Lido Riccio – ha spiegato la vicepresidente dell’associazione Operatori Turistici del Lido Riccio, Marina Luciani – abbiamo una spiaggia splendida delle acque per fortuna ancora cristalline, incontaminate. Ringrazio a nome di tutta l’associaizone il sindaco, l’amministrazione comunale e Cristiana Canosa che ha creduto in noi sin dalla prima riunione che abbiamo avuto nella quale abbiamo esposto i problemi che abbiamo al Lido Riccio, in gran parte sono già stati risolti grazie all’intervento dell’amministrazione comunale. Adesso ci danno la spinta per poter rilanciare il Lido Riccio, ci teniamo a precisare che è la prima volta che un’amministrazione comunale si interessa al Lido Riccio, quindi noi la possiamo soltanto ringraziare con la speranza che questa collaborazione continui e che il Riccio possa diventare come tutte le altro località. Abbiamo dei progetti da poter sviluppare in collaborazione con l’amministrazione comunale per valorizzare le bellezze naturali che abbiamo sulla costa”.
“Ringrazio l’assessore Cristiana Canosa che sta lavorando alacremente – ha affermato il sindaco di Ortona, Leo Castiglione – portando avanti quello che è stato sin dall’inizio il modo di agire di questa amministrazione, vale a dire cercare di coinvolgere tutti nella gestione del territorio comunale. Quando ho ricevuto la delegazione dell’associazione, che in modo civile e costruttivo si è presentata all’amministrazione, mi ha chiesto un incontro, sono rimasto veramente contento perché ho percepito già da allora che qualcosa stesse cambiando. Quando ci si pone in una certa maniera, si portano già le idee con i progetti che si stanno già trasformando in realtà e credo che sia positivo per tutti. Questo è un modo che noi stiamo cercando di trasmettere ai cittadini, in questo caso è importante perché riusciamo a collegare meglio il Riccio e i Saraceni con la città. Questa è la novità importante su cui noi investiremo in termini di decoro e di servizi e lo farmo insieme, ognuno con la sua competenza, migliorando quella che è la qualità offerta in termini di servizi, di depurazione. Questa mattina sono stato alla Sasi dove ho rimarcato che le città della costa devono avere un trattamento diverso appunto in preparazione della stagiona balneare e in questo senso l’assessore Canosa ha fatto un lavoro molto puntuale e alcuni problemi sono stati già risolti, qualcosa è in corso d’opera. È la prima volta che si fa un progetto serio che è propedeutico ad un’estate che si spera possa portare tanti turisti e tanti visitatori nella nostra città. In termini di servizi mi fa piacere dire che abbiamo individuato un’area parcheggio che risolverà sicuramente il problema dei parcheggi nella zona Riccio sia in termini di numero di postazioni che di sicurezza stradale perché l’intervento fatto dall’amministrazione lo scorso anno con i parcheggi a pagamento era volto proprio a dare un certo decoro che non è solamente il verde, ma anche per com’è tenuta in ordine la città, poi il ritorno è a cascata per tutti. ci siamo posti per quest’anno di fare di meglio e l’abbiamo fatto. Sono molto contento, voglio ringraziare tutti gli operatori, questo deve essere l’inizio di un percorso e soprattutto un modello di convivenza, di appartenenza di una comunità che deve coinvolgere tutto il territorio e i cittadinie questo devo dire che sta succedendo e lo abbiamo visto anche con le aree verdi, ci sono delle richieste dei cittadini che vogliono gestire degli spazi. Serve la collaborazione dei cittadini un po’ per necessità, ma anche perché deve essere un modello di vivere la comunità. Ortona puà essere un modello da seguire, lo dimostrano i complimenti dei giornalisti in visita in questi giorni, purtroppo questo non sempre accade, dispiace, non è un’accusa ma una sollecitazione a fare sempre meglio”.

Related posts

Pescara, omaggio al genio leonardesco in occasione dei cinquecento anni dalla sua morte

redazione

Al Museo Ugo Guidi la presentazione del libro di Antonella Serafini

redazione

Coppa Italia Eccellenza, Spoltore – Delfino 3-2

admin

Lascia un Commento

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. OK Continua a leggere

Privacy & Cookies Policy