Cronaca

Da Cesena “la rivoluzione” della potabilizzazione dell’acqua: addio cloro nell’industria alimentare

Cesena. Una vera rivoluzione si fa stradanel settore della potabilizzazione dell’acqua. La nuova formula, che dice no al cloro, è il traguardodella Water Team, azienda che da oltre 40 anni lavora nel trattamento dell’acquae oggi sempre più alleata delleindustrie alimentari d’eccellenza, con il fine della salute degli utilizzatori. La novità è l’impianto altamente tecnologico, già collaudato, capace disoddisfare le esigenze di mercato che Orogel Soc. Coop di Cesena, società leader nella surgelazione di prodotti alimentari, riceve, a partire dai paesi nordici della EU.
La potabilizzazione dell’acqua tramite ozonizzazione rimuove le sostanze contaminanti, rendendo il bene più prezioso, l’acqua, idonea al processo alimentare, alconsumo domestico, all’irrigazione agricola e agli usi industriali.
Il nuovo metodo di sanificazione dell’acquaarriva in Italia in conformità al decreto delle acque potabili D.L. 31/2001. Eliminando la presenza di ferro, manganese e senza creare i sottoprodotti del cloro (Cloriti e Clorati) la Water Teamrisponde alla richiesta, come anticipato, dei mercati del nord Europa, sempre più attenti a prodotti alimentari privi di ogni composto del cloro e suoi derivati.
L’innovativo processo di potabilizzazione dell’acqua sostituisce quindi l’utilizzo del cloro con l’ozono quale ossidante energico, noto come spazzino dell’atmosfera.

I vantaggi nello sceglierel’ozono sono numerosi:
• è capace di distruggere anche gli inquinanti inorganici come pesticidi e altri similari;
• efficace nella ossidazione di tutti i metalli;
• è un prodotto sicuro dal punto di vista sanitario e ambientale;
• si decompone in semplice ossigeno.Ciò significa che non lascia alcun tipo di sottoprodotto sugli alimenti e nell’acqua, dimostrandosi una tecnologia green al passo con i tempi.

Ad oggi il lavaggio di vegetalicon acqua disinfettata con cloro e relativo confezionamento di prodotto pronto all’uso, è permesso da normative nazionali ed EU entro il limite di 0,01 mg/kg. Nell’era in cui viviamo frutta e verdura che non rispettano questi valori sono frequentemente disponibili in Europa (dati Efsa).
Si prospetta, in un futuro non troppo lontano, l’obbligo di commercializzare prodotti alimentari privi dei derivati del cloro, compresi i clorati che ad oggi non sono normati.
Water Team anticipa i tempi di questa “rivoluzione” proponendo la soluzione “dell’ozonizzazione controllata” realizzando la linea di pre-trattamento per produrre acqua potabile in linea con i requisiti richiesti da alcuni mercati attuali, nella convinzione che questa sfera a breve si allarghi alla totalità degli stessi.Ancora una volta l’Emilia Romagna si conferma tra le prime regioni produttive in chiave sostenibile, con benefici concreti per la salute del consumatore e la tutela dell’ambiente.

Related posts

No Snam, sit-in a Sulmona VIDEO

redazione

Pescara, sindaco e Di Carlo su inquinamento atmosferico: ordinanze e provvedimenti

redazione

Guardia di Finanza Popoli: fatture per operazioni inesistenti finalizzate ad indebite compensazioni Iva

redazione

Lascia un Commento

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. OK Continua a leggere

Privacy & Cookies Policy