Politica

Pescara, Roberto Latini in I Giganti della Montagna radio edit per Teatro d’Autore al Florian Espace

Pescara. FLORIAN METATEATRO Centro di Produzione Teatrale presenta  TEATRO D’AUTORE ed altri linguaggi direzione artistica Giulia Basel Stagione 2016/2017 Florian Espace sabato 18 alle ore 21.00 per Assolononsolo fortebraccio teatro I GIGANTI DELLA MONTAGNA radio edit di Luigi Pirandello  adattamento e regia Roberto Latini  con Roberto Latini musiche e suoni Gianluca Misiti luci e direzione tecnica Max Mugnai video Barbara Weigel organizzazione Nicole Arbelli foto Simone Cecchetti produzione Fortebraccio Teatro in collaborazione con Armunia Festival Costa degli Etruschi Festival Orizzonti . Fondazione Orizzonti d’Arte Emilia Romagna Teatro Fondazione.

Grande ritorno a Pescara, al Florian, dopo un lungo periodo di assenza, di Roberto Latini ormai consacrato attore-autore e regista tra i più conosciuti e apprezzati del nuovo teatro,
vincitore di diversi premi tra cui il PREMIO SIPARIO nell’edizione 2011, il PREMIO UBU 2014 come Miglior Attore e il PREMIO DELLA CRITICA dall’Associazione Nazionale dei Critici di Teatro nel 2015, per la stagione di Teatro d’Autore.
Terzo dei miti moderni di Pirandello. Dopo il religioso (Lazzaro) e il sociale (La Nuova Colonia), I Giganti della Montagna è il mito dell’arte. Rappresentato postumo nel 1937, è l’ultimo dei capolavori pirandelliani ed è incompleto per la morte dell’autore.
La vicenda è quella di una compagnia di attori che giunge nelle sue peregrinazioni in un tempo e luogo indeterminati: al limite, fra la favola e la realtà, alla Villa detta “la Scalogna”. La compagnia sembra avere, in qualche forma, un appuntamento col proprio doppio. Cotrone e Ilse stanno uno all’altra come scienza e coscienza, gli stessi Giganti, mai visti o vedibili, sono così nei pressi di ognuno da potersi sentire come proiezioni di sé.
“Voglio immaginare tutta l’immaginazione che posso per muovere dalle parole di Pirandello verso un limite che non conosco. Portarle “al di fuori di tempo e spazio”, come indicato nella prima didascalia, toglierle ai personaggi e alle loro
sfumature, ai caratteri, ai meccanismi dialogici, sperando possano portarmi ad
altro, altro che non so, altro, oltre tutto quello che può sembrare.
Le parole, le parole, le parole! sono queste il personaggio che ho scelto.
Se i limiti del mio linguaggio sono i limiti del mio mondo, per andare appena oltre, per provarci almeno, devo muovere proprio da quelli”. Roberto Latini

Roberto Latini è il fondatore della compagnia Fortebraccio Teatro con la quale ha intrapreso negli ultimi vent’anni una personalissima ricerca che ha al suo centro l’arte e la responsabilità dell’attore, e come campo d’azione la drammaturgia dei classici, ridefinendo in scena personaggi come Caligola, Edipo, Amleto, Ubu, Otello.

Dopo lo spettacolo per “Incontri a teatro” seguirà un colloquio con la compagnia a cura di
Paolo Verlengia.

Ingresso euro 10 ridotto euro 8
ridotto speciale per le scuole di teatro convenzionate euro 6
Si consiglia la prenotazione tel 085 4224087 393 9350933

Related posts

‘Il ruolo sociale dello sport’, incontro a Chieti

admin

Riserva naturale di Punta Aderci di Vasto, D’Amico: “Sui cinghiali è ora di finirla con le parole e le vaghe promesse”

redazione

Insieme per Cupello deposita istanza di dissequestro parziale della terza vasca della Civeta

redazione

Lascia un Commento

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. OK Continua a leggere

Privacy & Cookies Policy