Cronaca

Inseguimento sull’asse attrezzato

Pescara. Nel pomeriggio odierno, la sala Operativa della Questura (113) ha ricevuto alcune segnalazioni di un’autovettura di colore grigio, sprovvista della targa anteriore, i cui occupanti, descritti tutti come ragazzi molto giovani, avevano cercato di rapinare il motorino ad un ragazzo ed, inoltre, tenendo una condotta di guida spericolata, avevano anche rischiato d’investire un pedone nella zona Colli di Pescara, mentre stava attraversando sulle apposite strisce. Il personale della Squadra Volante e del Reparto Prevenzione Crimine Abruzzo ha iniziato le ricerche ed intercettato il mezzo nella medesima zona Colli: intimato l’alt, il conducente non si è fermato ed anzi, si è dato volutamente alla fuga, inseguito dalla pattuglia che per prima aveva individuato l’autovettura, una Citroen C4 risultata rubata ieri, con denuncia sporta presso i Carabinieri di San Giovanni Teatino. La fuga, roccambolesca, con guida azzardata e pericolosa, non è terminata neppure quando una pattuglia del Reparto Prevenzione Crimine Abruzzo ha sbarrato la strada al mezzo: infatti il conducente ha preferito imboccare una via contromano, mettendo a rischio la sua incolumità, quella degli altri occupanti e, soprattutto, quella di altri automobilisti e pedoni ignari di quanto stava accadendo. L’inseguimento è continuato lungo l’Asse, che la Citroen C4 ha imboccato dal Ponte Capacchietti in direzione Chieti, percorrendolo a fortissima velocità, zigzagando pericolosamente tra le auto e tentando più volte di speronare il mezzo della Polizia di Stato che lo affiancava nel tentativo di arrestarne la marcia. L’inseguimento è terminato nella zona Dragonara di Chieti: a bordo della Citroen C4, quattro ragazzi minorenni, tutti di Pescara, due dei quali con precedenti di polizia; due nati nell’anno 2004 e due nell’anno 2003.
Sull’asse attrezzato, durante la fuga, avrebbero urtato, seppure lievemente, anche alcune macchine che viaggiavano nella stessa direzione di marcia.
Dopo i rilievi eseguiti dal personale della Polizia Stradale, i 4 sono stati accompagnati in Questura.
Sono in corso accertamenti, soprattutto sul tentativo di rapina posto in essere in zona Colli, tenuto conto che una delle prime segnalazioni al 113 era riferita alla volontà del gruppo di appropriarsi di un motorino minacciando il proprietario che lo stava conducendo.

Related posts

Due imprese simulate dell’Aterno Manthoné all’incontro delle start up reali “InnovAzioni 2018”

admin

Chieti, dedicata a San Tommaso Apostolo della Cappella dei Carabinieri dell’Abruzzo e Molise

redazione

Unimpresa. Il teatino Carlo Primo Fedecostante eletto vicepresidente nazionale

admin

Lascia un Commento

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. OK Continua a leggere

Privacy & Cookies Policy