Cronaca

Un ricordo di Giustino Pacifico, amministratore civico e uomo impegnato nel sociale

L’Aquila. E’ deceduto stamane all’ospedale di Teramo, dove da qualche giorno era ricoverato, Giustino Pacifico. 85 anni, era nato a Paganica dove è sempre vissuto, salvo un breve periodo passato a Lecce dove andò a dirigere il patronato Acli di quella città. Giustino ha dedicato la sua vita agli altri, non solo nel lavoro che l’ha visto dirigere per decenni il Patronato Acli dell’Aquila. Il suoun servizio sociale,continuato anche dopo il pensionamento, verso tutti i concittadini che in lui avevano un punto di riferimento sicuro e affidabile.

Sempre aperto e disponibile, Giustino si prendeva direttamente cura di seguire pratiche amministrative e burocratiche di persone anziane e di chiunque ne avesse bisogno. Lo ha fatto con regolarità e continuità fino a quando le condizioni glielo hanno permesso. Negli ultimi mesi i problemi di salute lo hanno costretto a diversi ricoveri in ospedale, senza tuttavia minare la sua bonomia e il sorriso verso tutti, talvolta trapuntati dall’ironia e dagli spunti caratteriali tipici della sua personalità.

Forte di riferimenti spirituali nella dottrina sociale della Chiesa e nei princìpi sanciti dal Concilio Vaticano II,Giustino Pacificoha vissuto l’impegno sociale e cristiano con un ricco bagaglio di valori interiori e con un’autentica attenzione verso il prossimo. Un impegno sociale portato avanti anche in campo politico, come amministratore comunale competente e attento. Fu infatti eletto nel 1975 al Consiglio comunale dell’Aquila con un forte consenso popolare, nella lista della Democrazia Cristiana, e con Ubaldo Lopardi sindaco fu per tre anni Assessore alle Politiche sociali fino al 1978, uscendo dall’amministrazione quando venne costituita la prima Giunta di sinistra.All’inizio degli anni Duemila fu elettoPresidente della X Circoscrizione e per l’intero mandato seguì con assiduità ed impegno le problematiche del territorio di Paganica e delle sue cinque frazioni.

Sempre presente ed operoso in ogni iniziativa di carattere culturale e sociale, Giustino ha dato un esempio duraturo d’impegno al servizio della nostra comunità. L’Aquila e Paganica, suo amato paese natale, della bella testimonianza di amministratore e uomo impegnato nel sociale,che egli ha dato per lunghi anni,ne avranno per sempre grata memoria. Anche chi scrive, con affetto e ammirazione, ha l’orgoglio di aver con lui condiviso un intero quinquennio a Palazzo Margherita e di averlo apprezzato come amministratore civico assiduo e competente, come pure per il profondo ancoraggio che egli aveva nei valori e negli ideali del Cattolicesimo democratico. Il funerale domani alle 15:30 a Paganica, nella Chiesa degli Angeli Custodi.

 

Goffredo Palmerini

Related posts

A Chieti il primo trapianto di cornea durante l’emergenza Covid-19. Mastropasqua: “Adesso è tempo di ripartire”

redazione

Turkish Airlines aggiunge Port Harcourt in Nigeria al suo network globale

redazione

San Salvo, Giornata mondiale dell’autismo. Il sindaco Magnacca: “I bambini sono tutti speciali”

redazione

Lascia un Commento

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. OK Continua a leggere

Privacy & Cookies Policy