Cronaca

Costrinsero un minorenne a consegnare soldi e cellulare. Arrestato l’individuo dalla Polizia, un pregiudicato

Pescara. La Squadra Mobile della Questura di Pescara ha tratto in arresto V.S., 23 anni, nato in Romania ma da tempo residente in Italia, noto alle forze dell’ordine in virtù dei suoi plurimi precedenti.
Il giovane è accusato di aver preso parte, unitamente ad altre due persone, ad una rapina commessala notte del 2 giugno scorso, in viale Regina Margherita, ai danni di due minorennii quali, in procinto di rincasare presso le proprie abitazioni, furono minacciati con un coltellino e, uno dei due, fu costretto a subire una sorta di perquisizione personale. Alla fine, furono sottratti 25 euro ed un telefono cellulare.
Per quell’episodio, lo scorso 22 giugno, la Polizia di Stato, in esecuzione di misura cautelare disposta dall’A.G., aveva posto agli arresti domiciliari O.M., 19 anni, anch’egli romeno e da anni residente a Pescara.
Le indagini non si sono fermate e gli investigatori sono riusciti a dare un nome anche al secondo rapinatore, nei confronti del quale il P.M.. ha chiesto ed ottenuto dal Giudice per le Indagini Preliminari la misura della custodia cautelare in carcere, eseguita nella mattinata di ieri dai poliziotti che hanno rintracciato V.S. nella sua abitazione di Montesilvano.
Proseguono gli accertamenti per individuare anche il terzo rapinatore.
Non si esclude che altri giovanissimi possano esser stati bersaglio delle violenze e dei soprusi di un gruppo forse più numeroso e di cui gli arrestati farebbero parte.

Related posts

Vasto, Pasqua in piazza Rossetti con il “Mercatino del gusto, dell’antico e del fai da te”

admin

Fossacesia, per l’estate aumenta la presenza di forze dell’ordine

redazione

Montesilvano, conclusa l’installazione di 20 telecamere nei parchi cittadini

redazione

Lascia un Commento

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. OK Continua a leggere

Privacy & Cookies Policy