Cultura e eventi

Pienone dopo pienone, Chieti Classica arriva al Galà con i maestri del festival

Chieti. Pienone dopo pienone, Chieti Classica arriva alla serata di Galà con i maestri del festival. Sul palco, domani alle 21.15, in piazza Vico (ingresso libero), saliranno infatti sei dei più attivi e talentuosi docenti di musica classica di livello internazionale:

Zvi Carmeli (viola, docente all’accademia di Musica e Danza di Gerusalemme e allo Julius Sten Institute di Berlino),
Pavel Berman (violino, insegna strumento a Lugano e suona uno Stradivari originale),
Romain Garioud (violoncello, suona un eccezionale Nicolai Gagliano del 1760),
Antonio Tinelli (clarinetto, artista Buffet-Crampo e D’Addario Woodwind, è docente al conservatorio di Bari),
Rita D’Arcangelo (flauto traverso, il suo strumento è stato realizzato appositamente per lei da Kanichi Nagahara),
Giuliano Mazzoccante (pianoforte e direzione artistica, tra i principali pianisti classici contemporanei, spesso nelle giurie di premi e concorsi).

Nel programma del concerto – che il direttore artistico definisce “vario” e “gradevole” – è compreso anche il Quartetto per pianoforte e archi in Sol minore di Mozart, oltre ad alcune composizione di Mahler. Sul palco si alterneranno diverse formazioni, dal duo al quintetto.

“Tutti attivi sul piano didattico e musicale mondiale, questi maestri si sono contraddistinti per enorme professionalità e capacità di dialogare con i giovani allievi – aggiunge Mazzoccante -. “Quest’anno abbiamo raggiunto un livello molto alto di preparazione. Sono contento che il festival e le masterclass di Chieti Classica riescano a crescere così velocemente”.

Organizzata dall’associazione ArtEnsemble e patrocinata dal Comune di Chieti e dal MIBAC, Chieti Classica sta riscontrando un enorme successo di pubblico, con tutto esaurito ogni sera, in alcuni tra i luoghi più simbolici del centro storico:
Palazzo De’ Mayo, Museo Barbella, le Terme Romane, il museo universitario, il Palazzo del Governo, piazza Vico.

Fondamentale la collaborazione con i numerosi partner: la deputazione teatrale del Marrucino, la Fondazione Immagine, la Fondazione Banco di Napoli, Federfarma e l’Ordine dei farmacisti della provincia di Chieti, la CCIAA Camera di Commercio di Chieti Pescara, Clivio, Pasquarelli auto, Zaccagnini, Confartigianato e ConfArte.

Chieti Classica terminerà dopodomani, mercoledì 31 luglio, con un doppio concerto in Prefettura/Palazzo del Governo (posti esauriti). Per l’occasione saranno trasferite in loco le mostre fotografiche “Chieti Classica 2018” a cura di Pino Giannini e la collettiva di giovani fotografi intitolata “Musica e…”.

Maggiori info sono online sul sito dell’associazione www.artensemble.eu nella pagina dedicata al festival. Il quartieri generale del festival è invece presso il convitto Vico, in corso Marrucino 135. Infoline 340/0954309 oppure il 331/6019983.

Related posts

Bruxelles, Intervista a un giovane ristoratore abruzzese

admin

Sieco Impavida Ortona, si riparte da Spoleto

admin

Ortona, grande affluenza per la serata ‘Note di Pergolone’ dedicata ai violini di Vito Cavuti

admin

Lascia un Commento

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. OK Continua a leggere

Privacy & Cookies Policy