Politica

Tassisti pescaresi all’Aeroporto, Pignoli replica ai consiglieri del M5S di Chieti

Pescara. “Ribadisco che da amministratore cittadino continuerò a battermi in ogni modo per difendere e tutelare i tassisti pescaresi che lavorano all’aeroporto e per vedere riconosciuti i loro diritti. I consiglieri comunali di Chieti del M5S possono stare tranquilli perché io andrò avanti e come annunciato presenterò nel prossimo Consiglio Comunale un Ordine del Giorno per far si che questo problema venga affrontato in aula, auspicando un pieno coinvolgimento da parte dei colleghi consiglieri comunali”. Così il capogruppo dell’Udc al Comune di Pescara Massimiliano Pignoli che risponde alla nota diffusa dai consiglieri di Chieti del Movimento Cinque Stelle che criticano l’azione politica intrapresa dal consigliere dell’Udc, dicendosi pronti ad intraprendere ogni azione politica a difesa dei tassisti teatini. “Sono e resto campanilista ma nel senso vero della parola, ed è per questo che continuerò a seguire questa vicenda che oso definire irreale e con un Decreto palesemente ingiusto e che va a ledere i giusti diritti dei tassisti pescaresi che da anni operano nelle aree esterne dell’aeroporto così come da contratto. Ribadisco con forza che ad operare all’aeroporto devono essere i tassisti pescaresi perché chi arriva in aeroporto si reca al 99% a Pescara. In questo modo caricando i passeggeri per portarli a Pescara, i due tassisti teatini, che secondo il Decreto emanato dal Presidente della Regione, hanno diritto ad occupare due degli otto stalli presenti in aeroporto, entrerebbero a lavorare nel territorio comunale di Pescara, andando di fatto a fare concorrenza ai tassisti della nostra città che hanno la regolare licenza per lavorare nel capoluogo adriatico. Ma c’è di più perché al danno si aggiunge anche la beffa per i tassisti che in aeroporto devono già fare i conti con guadagni sempre più ridotti che poi nel periodo invernale si riducono ulteriormente. Per questo torno a chiedere la revoca del Decreto o comunque l’impugnazione, così come richiesto anche dall’Amministrazione Comunale, affinché si ristabilisca la legalità nelle pertinenze dell’aeroporto. Voglio poi dire ai consiglieri comunali di Chieti che non saremo certo noi a decidere, ma in caso di ricorso i giudici. Di certo – conclude Pignoli – manterrò alta l’attenzione su questa vicenda, pronto anche ad intraprendere azioni eclatanti, al fianco dei tassisti pescaresi”.

Related posts

“La legge sui trabocchi va avanti solo grazie al Partito Democratico”

redazione

Frammenti di un Discorso Odoroso

admin

Distretto Rotaract 2090, una borsa di studio per “cervelli” più talentuosi

admin

Lascia un Commento

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. OK Continua a leggere

Privacy & Cookies Policy