Cultura e eventi

Arturo Brachetti apre, con il suo straordinario “Solo”, la stagione teatrale della Società del Teatro e della Musica “Luigi Barbara” di Pescara

Pescara. Martedì 22 ottobre 2019, sarà un personaggio straordinario e del tutto unico nel panorama internazionale come Arturo Brachetti ad aprire la cinquantaquattresima Stagione Teatrale della Società del Teatro e della Musica “Luigi Barbara” di Pescara: il suo one man show, intitolato semplicemente “Solo”, è il primo spettacolo del cartellone teatrale presentato dal sodalizio pescarese.

“Solo” si terrà al Teatro Massimo, contrariamente agli altri appuntamenti della stagione teatrale. Martedì 22 ottobre, lo spettacolo avrà inizio alle 21; la replica pomeridiana si terrà, invece, mercoledì 23 ottobre alle 17.

La cinquantaquattresima stagione della Società del Teatro e della Musica “Luigi Barbara” sarà accompagnata dal supporto del Main Partner Fondazione PescarAbruzzo e dell’Istituto Acustico Maico.

Dopo il trionfale debutto in Francia, Italia e Svizzera (oltre 300.000 biglietti venduti in 300 repliche, di cui moltissimi sold out), Arturo Brachetti ritorna a grande richiesta sui palcoscenici europei nel suo coinvolgente one man show Solo, the Legend of quick-change. Un vero e proprio assolo del grande artista, dopo il trionfo dei suoi precedenti one man show L’uomo dai mille voli e Ciak!, applauditi da 2.000.000 di spettatori in tutto il mondo. Un ritorno alle origini per Arturo Brachetti che, in questo spettacolo, apre le porte della sua casa, fatta di ricordi e di fantasie; una casa senza luogo e senza tempo, in cui il sopra diventa il sotto e le scale si scendono per salire.

Dentro ciascuno di noi esiste una casa come questa, dove ognuna delle stanze racconta un aspetto diverso del nostro essere e gli oggetti della vita quotidiana prendono vita, conducendoci in mondi straordinari dove il solo limite è la fantasia. È una casa segreta, senza presente, passato e futuro, in cui conserviamo i sogni e i desideri… Brachetti schiude la porta di ogni camera, per scoprire la storia che ne è contenuta e che prende vita sul palcoscenico. Reale e surreale, verità e finzione, consistenza e magia: tutto è possibile insieme ad Arturo Brachetti, il grande maestro internazionale di quick-change che mette in scena un varietà surrealista e funambolico, in cui immergersi lasciando a casa la razionalità.

Nello spettacolo protagonista è il trasformismo, quell’arte che lo ha reso celebre in tutto il mondo e che qui la fa da padrone con oltre 60 personaggi, molti ideati appositamente per questo show. Ma in Solo, Brachetti propone anche un viaggio nella sua storia artistica, attraverso le altre affascinanti discipline in cui eccelle: grandi classici come le ombre cinesi, il mimo e la chapeaugraphie, e sorprendenti novità come la poetica sand painting e il magnetico raggio laser.

Il mix tra scenografia tradizionale e videomapping, permette di enfatizzare i particolari e coinvolgere gli spettatori nello show. Dai personaggi dei telefilm celebri a Magritte e alle grandi icone della musica pop, passando per le favole e la lotta con i raggi laser in stile Matrix, Brachetti tiene il ritmo sul palco: 90 minuti di vero spettacolo pensato per tutti, a partire dalle famiglie. Lo spettacolo è un vero e proprio as-SOLO per uno degli artisti italiani più amati nel mondo, che torna in scena con entusiasmo per regalare al pubblico il suo lavoro più completo.

La Stagione Teatrale della Società del Teatro e della Musica “Luigi Barbara” proseguirà martedì 26 e mercoledì 27 novembre con il musical “A Christmas Carol”, portato in scena dalla Compagnia dell’Alba con Roberto Ciufoli e con la regia e le coreografie di Fabrizio Angelini.

Nella sezione “Press Office” del sito della Società del Teatro e della Musica “Luigi Barbara” (socteatromusica.it/press-area) sono disponibili tutte le foto in alta risoluzione degli artisti presenti nel cartellone.

Related posts

‘Arte per la libertà’ torna con #nessunoescluso: riprendono gli eventi in streaming e le aste a favore di Amnesty International

redazione

Tocco da Casauria verso il riconoscimento del proprio patrimonio olivicolo tra i Paesaggi Rurali Storici selezionati dal Mipaaf

admin

Giuliano Crupi, “Filtro”: il nuovo singolo del cantautore romano

redazione

Lascia un Commento

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. OK Continua a leggere

Privacy & Cookies Policy