Politica

Pescara, Petrelli (Forza Italia) su affidamento gestione Parchi

Pescara. “Sono tre i Parchi cittadini di Pescara che, entro poche settimane, verranno affidati a una gestione esterna al Comune. Si partirà entro metà ottobre con il centralissimo Parco Florida, per il quale già è stata svolta la gara d’appalto, ed è pronto l’affidamento; seguiranno il parco all’interno di piazza Santa Caterina e, infine, il Parco della Pace in via Orfento. È quanto deciso dalla giunta Masci e oggi ufficializzato dalla dirigente Emilia Fino e dal funzionario Mario Caudullo nel corso della Commissione Ambiente convocata per avviare una revisione generale del Regolamento del Verde e del Regolamento per la fruizione dei Parchi cittadini”. Lo ha detto il Presidente della Commissione Ambiente Ivo Petrelli al termine della riunione di Commissione.
“Già da diverse settimane, ormai, abbiamo avviato sopralluoghi importanti per verificare le condizioni in cui si trovano i nostri parchi cittadini, alcuni di grandi dimensioni, come il Florida o il Parco Calipari, in via Caduti di Nassiryia o anche il Parco Baden Powell in via Raffaello – ha ricordato il Presidente Petrelli -, altri più piccoli, come il Parco Cicognini o il Parco Rodari. Le verifiche sul posto ci hanno permesso di far emergere piccole o grandi criticità che sono state peraltro prontamente risolte dagli uffici tecnici, congiuntamente con Ambiente Spa. In tutti i casi, però, è soprattutto emersa la difficoltà nella gestione ordinaria di quegli spazi, dunque le problematiche connesse con l’assenza di una vigilanza costante, presente che possa mettere al riparo quelle aree da intrusioni o invasioni diurne o notturne e dal loro utilizzo per scopi illegittimi. E in questi casi è evidente che non si tratta semplicemente di installare delle telecamere, ma addirittura bisognerebbe pensare di alzare delle recinzioni per costruire barricate, impensabili in pieno centro urbano, o addirittura di installare dei sistemi di allarme, con una spesa esorbitante e che comunque non escluderebbe atti vandalici. Ecco allora che diventa fondamentale pensare di affidare una quota dei parchi esistenti a una gestione esterna, che si tratti di Associazioni o privati, creando anche le condizioni affinchè sia appetibile assumere la gestione di un parco per cinque o dieci anni. La precedente amministrazione ha tentato la via dei bandi, spesso però andati deserti, vanificando sforzi e lavoro degli uffici tecnici. Il nostro compito è quello di trovare il punto debole di quei bandi, apportare dei correttivi e ritentare, partendo dagli esempi positivi comunque esistenti sul territorio, come il Parco Sabucchi, in viale Bovio, o il Parco di Villa de Riseis. Uno degli elementi di attrattività è sicuramente quello di consentire al privato aggiudicatario di poter realizzare dei chioschi all’interno del Parco, attraverso strutture leggere, in legno, amovibili, attraverso le quali svolgere un minimo di attività ricreative o anche di ristorazione, e assicurando di poter scomputare la spesa sostenuta dal canone dovuto al Comune e accollandosi anche le spese della manutenzione ordinaria, sgravando in questo modo le casse comunali. Non solo: l’affidamento all’esterno significa anche assicurare una vigilanza quotidiana e continua all’interno del Parco, che è di per sé un deterrente. Tale operazione è già partita e a oggi sono tre i Parchi che, entro la fine dell’anno, verranno affidati in gestione esterna – ha aggiunto il Presidente Petrelli -: si partirà con il Parco Florida, compreso tra via Regina Margherita e via Regina Elena, un’area straordinaria e centralissima dove da sempre si registra un problema di ordine pubblico con famiglie e genitori che denunciano la presenza di attività illecite, come lo spaccio di sostanze stupefacenti. Il funzionario Caudullo oggi ha ufficializzato che già da giugno scorso è stato chiuso il bando per l’affidamento e che entro questa settimana si firmerà l’affidamento con il vincitore della gara con la consegna delle chiavi del Parco. La seconda area che passerà nelle mani esterne sarà il parco di piazza Santa Caterina, teatro appena un mese fa di una seduta straordinaria del Consiglio comunale per denunciare, anche in questo caso, i problemi di ordine pubblico che si verificano nell’area con risse che richiedono una presenza costante e vigile: in questo caso gli uffici stanno definendo le procedure e i termini per far partire l’avviso e poi procedere con l’apertura delle candidature. Il terzo caso riguarda il Parco della Pace, in via Orfento, dunque nel quartiere Rancitelli-Villa del Fuoco. Per la nostra amministrazione si tratta di tre esperimenti che, se daranno i frutti sperati, potranno sicuramente essere replicati altrove. Nelle prossime settimane – ha ancora detto il Presidente Petrelli – cominceremo la revisione dei Regolamenti esistenti, peraltro un po’ datati e che necessariamente la Commissione dovrà aggiornare, tenendo conto anche dei suggerimenti che arrivano dagli uffici per poi valutare, in previsione del prossimo bilancio, quali sono gli investimenti prioritari per il verde cittadino”.

Related posts

M5S impegna la giunta su 13 punti per la tutela della biodiversità e delle api

redazione

Regione Abruzzo, Commissione Vigilanza: gli argomenti all’ordine del giorno della nuova seduta

redazione

Festival del peperone dolce di Altino, tutti menu in gara alla X edizione

admin

Lascia un Commento

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. OK Continua a leggere

Privacy & Cookies Policy