Politica

Pescara, Petrelli (Forza Italia) su sopralluogo Parco della Gioia

Pescara. “Altalene rotte messe in sicurezza e materiale di risulta transennato, in attesa di definire la destinazione dello stesso, al Parco della Gioia, in via Monte Petroso. È quanto avvenuto oggi, subito dopo il sopralluogo della Commissione Ambiente che, verificate le segnalazioni dei cittadini, ha subito allertato la società Ambiente, responsabile degli interventi di manutenzione ordinaria, la quale ha provveduto a ottemperare alle disposizioni dei consiglieri per garantire la tutela dei frequentatori del Parco. Nei prossimi giorni verranno ripristinati i giochi, ma nel frattempo sentiremo anche i residenti per valutare proposte di utilizzo dell’area verde”. Lo ha detto il Presidente della Commissione Ambiente Ivo Petrelli, con il vicepresidente Christian Orta, al termine del sopralluogo odierno della Commissione.
“Il Parco della Gioia – ha spiegato il Presidente Petrelli – è una piccola gemma di verde incastonata tra i palazzi di edilizia residenziale che caratterizzano il quartiere, frutto, evidentemente, di qualche accordo di programma, situato a pochi passi dall’Istituto ‘Di Marzio-Michetti’ e da scuole elementari. Sicuramente rappresenta uno spazio utile per chi abita in un fabbricato a 6 o 7 piani e che non è dotato di un giardino autonomo, peraltro l’area è stata dotata anche di minimi giochi per intrattenere eventualmente i bambini più piccoli. L’area è ben tenuta da Ambiente Spa, i cestini sono svuotati regolarmente, i rifiuti rimossi e il verde è curato, anzi tra le aiuole c’è anche un impianto per l’irrigazione del verde. Tuttavia alcuni genitori ci hanno segnalato, nei giorni scorsi, delle anomalie, che in effetti abbiamo riscontrato: innanzitutto a destra dell’ingresso c’è un’insegna in legno che riporta il nome del Parco, installato ai tempi del sindaco Albore Mascia, che è stato divelto dai vandali ed è steso a terra, con accanto assi di legno. Ambiente era già a conoscenza del danneggiamento e infatti ha protetto gli oggetti vandalizzati con una transenna e il nastro bianco e rosso. Abbiamo chiamato Ambiente per segnalare comunque la necessità di rimuovere il materiale, ma Ambiente ha riferito che le assi stese a terra fanno parte di un vecchio gazebo in legno rotto, che ora cercheranno di ricostruire riutilizzando lo stesso materiale. Discorso diverso per i giochi: purtroppo, come segnalato dai residenti, abbiamo trovato danneggiata la base in legno del girello, comunque utilizzabile, mentre va interdetto immediatamente l’utilizzo delle altalene: i seggiolini presentano delle parti scoperte dalla gomma e ricoperte dalla ruggine, impossibile farci sedere un bambino, e le stesse catene di sospensione delle altalene pendono da un asse in legno completamente marcio, con gli anelli aperti, a rischio crollo. A quel punto con il vicepresidente Orta abbiamo chiamato Ambiente che in giornata ha già provveduto a transennare e a interdire l’utilizzo del gioco. Segnaleremo invece all’Ufficio Verde del Comune – ha aggiunto il Presidente Petrelli – la necessità di sostituire anche le panchine in legno, purtroppo danneggiate dalle intemperie oltre che dai vandali. Tali problematiche andranno risolte nell’immediato, ma nel frattempo sentiremo i residenti per capire quale debba o possa essere la futura destinazione di quel fazzoletto di verde. Difficile, ovviamente, affidarne la gestione all’esterno, dunque valuteremo insieme se destinarlo a qualche uso specifico, se, per esempio, destinarla ad area di sgambamento dei cani o anche se conservarne l’attuale uso”.

Related posts

Storie di alternanza: premiate le scuole del concorso della Camera di Commercio di Chieti Pescara

admin

Michele Pavanello, uscito il nuovo singolo “Vanità”

admin

Università delle Tre Età Cupello, al via le iscrizioni

admin

Lascia un Commento

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. OK Continua a leggere

Privacy & Cookies Policy