Cronaca

Pescara, lavori bretella in via del Circuito

Pescara. Il 23 ottobre il Comune di Pescara avrà il possesso di alcune aree comprese all’interno di questo terreno che consentiranno di realizzare un progetto fondamentale per la vivibilità di via del Circuito e di tutta la zona Colli, dove oggi si è svolta la conferenza stampa a cui hanno partecipato il consigliere regionale Antonio Blasioli, ex assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Pescara e i consiglieri comunali Pd Piero Giampietro eStefania Catalano. Primo passo dell’iter è l’immissione in possesso da parte del Comune a cui seguirà l’approvazione del progetto esecutivo, in modo che esperita la gara i lavori potrebbero iniziare a gennaio o febbraio. Il progetto ammonta a 500.000 euro e prevede sostanzialmente due lavori. Utili entrambi a snellire l’enorme mole di traffico. La realizzazione di una rotatoria posta all’incrocio tra via del Circuito e via Pian delle Mele e la realizzazione di una strada che si ricolleghi a via Valle Roveto e cioè al lungofiume, in modo da raddoppiare via del Circuito dall’altezza di via Pian delle Mele fino al porto.

“Se ci fosse il coraggio di posizionare qui una centralina di rilevamento dell’inquinamento atmosferico, scopriremmo che questo tratto di via del Circuito è una delle strade più inquinate della città – dice il consigliere Piero Del Pietro- intasata dagli autobus extraurbani, dai mezzi di soccorso e da migliaia di autovetture private che entrano a Pescara, trasformando Villa Fabio e Via del Circuito in una zona ad altissima densità di traffico e inquinamento. Questo intervento, che abbiamo fortemente voluto nella passata amministrazione, libererà il quartiere da inquinamento e rumori, eliminerà il “tappo” che si crea all’altezza del ponte delle Libertà e ridarà dignità al tratto di via del Circuito fra piazza Pierangeli e il confine con Villa Raspa. Vigileremo perché l’intervento venga realizzato nel pieno rispetto dei tempi previsti”.

“Questo intervento è importante anche in chiave di accessibilità – aggiunge la consigliera Stefania Catalano – perché viene prevista la messa in sicurezza della strada e dei marciapiedi, a tutela delle utenze svantaggiate. Questa strada conduce a scuole, ospedali, servizi pubblici, e deve essere sicura ma soprattutto meno trafficata proprio per l’utenza di queste strutture”.

“E’ un intervento a cui sono particolarmente affezionato, perché l’ho seguito personalmente e ho provveduto a farne approvare il progetto e a inserirlo con delibera nel piano Triennale e poi ad approvarne la progettazione preliminare– illustra il consigliere regionale Antonio Blasioli – La bretella decongestionerà il traffico di via del Circuito, uno snodo che soprattutto nelle ore di punta può essere considerato tra le tre strade più congestionate e quindi più inquinate di Pescara, malgrado sia di accesso ai due ospedali pescaresi. Due gli interventi, il primo interessa il tratto di Via Del Circuito che si interseca Via Pian delle Mele, un’area fortemente congestionata negli orari di punta, non dotata di un impianto semaforico ma governata dalle sole regole di precedenza stradale. Per tali ragioni è indispensabile la realizzazione di uno strumento di intersezione a raso che assolva alla funzione di moderazione e snellimento del traffico. In più, è necessaria la creazione di un ulteriore tratto stradale di viabilità locale che dalla nuova rotatoria conduca perpendicolarmente al tracciato principale verso il fiume Pescara e poi lo costeggi in direzione longitudinale, per innestarsi su Via Valle Roveto, capace di alleggerire il flusso di automobili che invade la via. Al termine dei lavori chi oggi amministra avrà più chance per pensare alla distribuzione di quote di traffico, o a nuove vie per la mobilità dolce. L’intervento in progetto sarà completato con il ripristino di marciapiedi e di recinzioni, la costruzione di opere locali di sostegno, la realizzazione delle reti di pubblica illuminazione e di smaltimento delle acque meteoriche. Per questo snodo la soluzione sarà la realizzazione di una rotatoria all’altezza del fronte strada prospiciente il Vivaio Valpescara: sarà a forma allungata con un’isola centrale dotata di fascia valicabile nella parte più larga e totalmente sormontabile nella parte più stretta. In pratica avrà un diametro esterno maggiore pari a m.21; il diametro dell’isola centrale maggiore pari a m.7; quello esterno minore pari a m.19; il diametro dell’isola centrale minore pari a m.5; la larghezza delle corsie sarà pari a m.7; la larghezza dei bracci di ingresso e di uscita pari a m.4; infine la larghezza dei marciapiedi pari a m.1,50. La rotatoria prevede l’arretramento della recinzione privata, nonché delle parti in muratura e rete metallica, dei cancelli di accesso alla proprietà privata, con il ripristino dell’impiantistica relativa”.

L’altro intervento riguarderà la realizzazione del nuovo tratto stradale di viabilità locale alternativo a via del Circuito, che dalla nuova rotatoria, perpendicolarmente al tracciato principale della stessa via del Circuito, andrà verso il Fiume Pescara per poi innestarsi su Via Valle Roveto, illustrano Blasioli e i consiglieri.

“La prima parte del percorso insiste sul tracciato di una strada privata esistente, già soggetta a servitù di passaggio a favore del Comune di Pescara – concludono – Il progetto prevede l’ampliamento della sede stradale disponibile sulla proprietà privata lato sinistro, con arretramento dell’attuale recinzione privata, mediante la demoricostruzione delle parti in muratura e rete metallica. Il percorso, quindi, proseguirà parallelo al fiume, attraversando le proprietà private fino all’innesto su via Valle Roveto.

L’ultimo tratto del percorso, all’altezza del ponte di Villa Fabio, intercetterà la stazione di raccolta e pompaggio della rete fognaria comunale. Il nuovo tracciato stradale, previsto in P.R.G. a doppio senso di marcia, innestandosi su Via Valle Roveto che ne costituisce il proseguimento, è stato progettato a senso unico in direzione Via del Circuito – Via Valle Roveto. La strada sarà larga m.3,50; il marciapiede lato destro pari a m.1,50; la banchina lato sinistro m.0,50. Saranno anche previste opere di completamento per la raccolta delle acque meteoriche avviene nei tratti ove mancassero; l’illuminazione sarà garantita dai pali di illuminazione esistenti incrementati da ulteriori impianti. A lavoro finito sarà realizzata la segnaletica orizzontale e verticale come previsto dal Nuovo Codice della strada”.

Related posts

Turkish Cargo ha riportato nel loro habitat naturale i leoni di un circo VIDEO

redazione

Piano di Emergenza in Aeroporto

redazione

Montesilvano, eliminazione barriere architettoniche: contributi per interventi in edilizia privata

redazione

Lascia un Commento

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. OK Continua a leggere

Privacy & Cookies Policy