Politica

Vasto, mancati rimborsi ai cittadini danneggiati dalla grandine: Menna non ci sta

Vasto. Il sindaco di Vasto, Francesco Menna non ci sta ed esprime grande disappunto per il mancato riconoscimento dello stato di calamità per la provincia di Chieti dopo la grandinata del 10 luglio 2019. I danni causati dalle palle di ghiaccio, grosse come arance, ammontano solo per il Comune di Vasto a 12.144.201,00. Questa è la cifra raccolta, in alcune settimane dal Comune, attraverso la denuncia per la stima dei danni subiti presentata da cittadini e vacanzieri. A nulla è servita anche la richiesta daMenna al Presidente della Regione Abruzzo Marco Marsilio per chiedere il riconoscimento dei danni.
Il primo cittadino di Vasto con una lettera indirizzata a Marsilio e a tutta la giunta regionale ha chiesto di rivalutare i criteri per il risarcimento. Il solo Comune di Vasto ha registrato oltre seimila denunce, per danni a terreni e mezzi agricoli, immobili e automezzi, regolarmente inviate alla Regione Abruzzo, ma questi numeri non sono stati sufficienti per ottenere lo stato di emergenza e quindi niente indennizzi.“Come ente- ha spiegato Menna-abbiamo provveduto a segnalare alla Regione i danni subiti, mala risposta è stata negativa. In Abruzzo,-ha concluso Menna-la regione guidata dalla giunta del cambiamento, fa presto ad aumentare i compensi dei manager Asl e a ripristinare i rimborsi spese per le trasferte istituzionali di presidente e assessori, rimborsi aboliti nel 2015 dall’ex governatore Luciano D’Alfonso, dimenticando invece i cittadini pesantemente danneggiati da una grandinata”.

Related posts

Teramo, Open! Studi di Architettura aperti alla città

admin

San Salvo, nuovi locali Caritas: voto unanime del Consiglio

redazione

Fondi per potenziare i collegamenti aerei

redazione

Lascia un Commento

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. OK Continua a leggere

Privacy & Cookies Policy