Cronaca

La buona sanità: all’ospedale di Pescara, ripristinato l’ambulatorio odontoiatrico per i pazienti “fragili”

Pescara. Addio ai viaggi della speranza per le costose cure odontoiatriche per i pazienti cosiddetti “fragili”, bambini e adulti affetti da patologie rare o genetiche, diabete, cardiopatie, immunodeficienze, deficit intellettivi e disabilità in genere. Da oggi infatti queste persone potranno curarsi all’interno dell’Ospedale Santo Spirito di Pescara, dove dallo scorso mese di febbraio, è stato ripristinato l’ambulatorio di odontoiatria, fortemente voluto dal dott. Gianfranco Ricci, coadiuvato dalla dottoressa Daniela Arcieri Mastromattei.

“Da gennaio ad oggi – spiega Ricci – abbiamo effettuato oltre 1.500 prestazioni odontoiatriche su pazienti fragili esterni e circa 700 prestazioni in consulenza su pazienti interni ai reparti dell’ospedale o provenienti dal Pronto soccorso. I pazienti non collaboranti invece vengono trattati in sedazione cosciente o in anestesia generale, presso il Presidio ospedaliero di Popoli”.

“Ricordo quando all’inizio della mia attività, entrò in reparto una paziente tetraplegica, aveva diciassette anni e pesava poco meno di 25 kg. Affetta da bruxismo, col passare degli anni aveva consumato i denti fino ai nervi. Solo attraverso la sedazione, è stato possibile operarla, devitalizzando 12 denti e in una sola seduta”.

Il dott. Ricci, pugliese di nascita, ma abruzzese di adozione, è stato un precursore delle cure odontoiatriche per i pazienti fragili. Torna a Pescara dopo un’esperienza ventennale a capo dell’Unità di Odontostomatologia dell’Ospedale Cardarelli di Campobasso e 3.500 interventi. Oggi ricopre anche il ruolo di coordinatore provinciale della S.I.O.H. (Società Italiana di Odontostomatologia per l’Handicap).

“Per l’ospedale di Pescara è importante aver ripristinato le cure odontoiatriche per questo tipo di pazienti. Fino all’anno scorso le famiglie erano costrette ad affrontare lunghi viaggi a Milano, Ancona, Campobasso o Roma. Ora invece a Pescara e Popoli si effettuano cure odontoiatriche altamente qualificate”.

E proprio lo scorso 28 ottobre a Popoli, c’è stata la prima seduta operatoria in anestesia generale, su tre pazienti disabili non collaboranti, realizzata dal dott. Ricci, in collaborazione con i prof. Domenico Tripodi e Giuseppe Varvara, del dipartimento di Scienze mediche, orali e biotecnologiche dell’ università “ G. d’Annunzio” di Chieti.

Related posts

Consegnati gli Orti d’oro dell’Associazione “Domenico Allegrino” Onlus

redazione

San Salvo, lavori per l’efficientamento termico al Centro culturale “Aldo Moro”

redazione

Turkish Airlines aggiunge Sharjah al suo network globale

redazione

Lascia un Commento

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. OK Continua a leggere

Privacy & Cookies Policy