Cultura e eventi

Teramo, al Teatro Ragazzi “Il Gatto con gli Stivali”

Teramo. Domenica 10 novembre alle 17 tutti al Teatro Comunale di Teramo per una favola senza età che saprà stupire i piccoli spettatori pur conservando tutta la struttura classica: in scena Il gatto con gli stivali di Roberto Marafante, regia Emanuela La Torre, della Compagnia Teatro Verde di Roma.

Il Gatto con gli Stivali è la favola delle apparenze.
Una favola in cui si denuncia, sorridendo, l’ipocrisia dei rapporti umani. Una favola che ci dice che è vero solo ciò che sembra… come a teatro, ma che alla fine la verità vien sempre a galla… come a teatro. E allora la sfida è quella di raccontare una favola classica senza cambiare una virgola, ma stupendovi – e stupendoci – con una messa in scena piena di sorprese.

Può un semplice gatto, con l’astuzia ed un paio di stivali diventare ricco e famoso? Può un semplice gatto, con il coraggio e un paio di stivali, sconfiggere un potente orco?
Può un semplice gatto, con la fantasia e il solito paio di stivali, fare innamorare una principessa di un povero mugnaio? Certo, che può!
Ma l’astuzia, il coraggio, la fantasia (e il paio di stivali) nulla possono senza l’aiuto dei bambini del pubblico
Due facchini impegnati in un improbabile trasloco, durante la pausa pranzo, si lasciano prendere dal racconto della celebre favola costruendo le scene davanti agli occhi del pubblico, montando scatole, aprendo scatoloni, giocando con buste, cartoni, cappelliere, pacchi e pacchetti.
Ogni scatola che si apre contiene un mondo colorato e sorprendente e i due facchini diventano gli attori di una rutilante messa in scena: un carosello di personaggi e burattini, di musica e canzoni, di risate e avventure, in un ritmo crescente ed entusiasmante.
Per poi, alla fine della favola, ritornare due semplici facchini, stupiti e increduli di quanto hanno creato, tra scatole, pacchi e scatolette.

età consigliata: 3-10 anni
durata: 60 minuti

Biglietto € 8,00

Acs Abruzzo e Molise
Teatro Comunale, Piazza Cellini, 64100 Teramo
Tel. 0861/246773
info@acsabruzzo.it – www.acsabruzzo.it
Orario botteghino: dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 19 e il giorno dello spettacolo a partire da un’ora prima dell’inizio.

PROPOSTE PER LE SCUOLE PROGETTO I LOVE TEATRO

23 ottobre 2019 ore 10.30
ANTIGONE/METAMORFOSI DI UN MITO
tratto dal libro “Antigone a Scampia”
prodotto da Arti e Spettacolo
di Serena Gaudino
con Tiziana Irti
regia Giancarlo Gentilucci
residenza Teatro Nobelperlapace
testo vincitore Premio Nazionale di Drammaturgia “Artigogolo”

Certe storie antiche arrivano intatte fino a noi perché raccontano le nostre stesse storie, le nostre personalissime e privatissime storie. Sono racconti che resistono al tempo che passa, restano vivi e si rinnovano, anche dopo più di 2500 anni, nelle persone che in essi si immedesimano. Il testo teatrale Antigone/metamorfosi di un mito e tratto dal libro “Antigone a Scampia” (Ed. EFFIGIE IL PRIMO
AMORE anno 2014) che la stessa Serena Gaudino ha scritto per documentare il lavoro che ha condotto con un gruppo di donne di Scampia. Per un intero anno Serena Gaudino ha incontrato una cinquantina di donne del quartiere napoletano e a loro ha raccontato e letto la tragedia di Antigone intrecciandola con il ciclo di Edipo e I Sette contro Tebe. Alla fine del percorso, sull’eco del mito, le donne, immedesimandosi in Antigone e sentendo quella storia vicina alle proprie storie, hanno iniziato a raccontarsi e a riflettere sulla propria condizione. In pratica, l’autrice ha sperimentato l’attualità che ancora pervade il mito greco e messo in pratica ciò che Simone Weil ha più volte scritto: la grande poesia greca è capace di parlare al cuore delle persone e a indurle a riflettere sulle proprie condizioni di vita.
ADATTO A SCUOLE MEDIE E SUPERIORI

25 ottobre 2019 ore 11.00
LOVE ME TENDER
Liberamente tratto dalla tragedia Macbeth di W. Shakespeare
prodotto da La Brigata Ballerini

regia di Andrea Dezi
con Giorgia Calandrini e 3 attori
residenza artistica ZONE LIBRE_ azioni di sostegno alla creazione contemporanea di ACS Abruzzo Circuito Spettacolo

L’idea di questo spettacolo nasce dalla volontà di esplorare una discesa, psicologica, fisica, emotiva; una discesa umana, una caduta dai cristalli, dagli scintillii, dal rumore festaiolo e assordante di un mondo patinato e sordo come quello che ci dipinge Fitzgerald in “Tenera e la notte”. Un baratro nel quale si finisce per sprofondare aggrappandosi al drappo rosso e sanguinante dei neri coniugi Shakespeariani; a braccia aperte il signore e la signora Macbeth aspettano i coniugi Diver nella loro discesa; una tentazione e al tempo stesso un cupo avvertimento. Due mondi letterari che hanno ispirato l’idea dello spettacolo: nell’eccentrico Grand Canyon Hotel, situato nell’omonimo deserto americano, i coniugi Diver, tra frivola noia e lussuosi passatempi, soggiornano in compagnia dei fantasmi di un lussureggiante passato. Un dramma, dalle tinte di una sanguinosa trama Shakespeariana, iniziato per gioco finirà in tragedia. Solo una cosa era certa, la sconfitta. “Naturalmente tutta la vita non e che un processo di demolizione” (F.S. Fitzgerald)
ADATTO A SCUOLE MEDIE E SUPERIORI

14 novembre 2019 ore 10.30
GIARDINI DI PLASTICA
prodotto da Centro Di Produzione Teatrale Koreja
Premio speciale Miglior Spettacolo di Teatro Ragazzi nell’ambito di XVI International Theatre Festival for Children and Young Adults Isfahan-Iran

regia Salvatore Tramacere
con Giorgia Cocozza, Emanuele Scarlino, Anđelka Vulid
Tecnici Alessandro Cardinali, Mario Daniele
collaborazione all’allestimento Maria Rosaria Ponzetta

Lo spettacolo cattura gli sguardi, ma lascia libera la fantasia di correre a briglia sciolta. Chi decide di subirne l’incantesimo, si prepari a un viaggio sorprendente alla scoperta di mondi magici dove colori, luci e suoni assecondano i suoi desideri. Mondi a sé, ciascuno con le proprie meraviglie, dove si possono incontrare extraterrestri, samurai, fate, angeli…Dove c’è posto per i ricordi, i sogni, le emozioni. Di grande impatto visivo, le scene suggestionano anche chi bambino non e più, grazie all’originalità delle trovate e alla forza evocativa di certe immagini. Tubi, abiti, copricapo, materiale povero e riciclato di vario genere che grazie all’uso fantasioso delle luci si trasforma fiabescamente in immagini, visioni strampalate e buffe, quadri plastici di un movimento della fantasia. Non c’è in ballo una vera e propria storia che non sia quella inventata, lì al momento, dai tre attori in scena con le loro trasformazioni.
ADATTO DAI 3 AI 13 ANNI

22 novembre 2019 ore 10.30
DIO ARRIVERA’ ALL’ALBA
Omaggio ad ALDA MERINI
prodotto da Teatro Senza Tempo

con Antonella Petrone, Daniel De Rossi, Davide Fasano, Valerio Villa, Alberto Albertin, Virginia Menendez
Sharon Orlandini
musiche originali di Paolo Marzo
scene Fabio Pesaro
aiuto regia Margherita Caravello
costumi Virginia Menendez
Scritto e diretto da Antonio Nobili in memoria della celebre poetessa milanese a dieci anni dalla sua scomparsa e un testo poetico e vivace in cui Alda Merini, interpretata da Antonella Petrone, accoglierà il pubblico nel suo quotidiano più intimo e controverso. La finestra sui navigli e aperta sull’interno, e da lì si affaccia alla poesia, alla sua umanissima radice. Infondo fare poesia, scriverla, dettarla, indossarla, altro non è che uno slancio vitale controverso e appassionato nei confronti del mondo intorno, una celebrazione di infinite possibilità. Antonio Nobili ne coglie appieno il senso e la restituzione della Compagnia Teatrosenzatempo è, a detta della critica, il “perfetto omaggio alla figura immensa di Alda Merini” (Fabrizio Corgnati) perché “chi meglio di un poeta può raccontare una poetessa?” (Flaminio Boni), “…Antonio Nobili è il vate che col suo teatro liberamente innamorato si è messo a strofinare la lampada, traendone ancora poesia, altra, nuova, da ammirare su un palcoscenico destinato a un futuro radioso e inscindibile dall’eternazione di Alda Merini. Un miracolo che capita a pochi, forse solo a chi sa davvero cosa e quanto potente sia la tragedia di una vita d’amore” (Daniele Priori – Uffpost) ADATTO A SCUOLE MEDIE E SUPERIORI

25 novembre 2019 ore 10.30
LEO DA VINCI
Il giovane genio toscano raccontato come in un film
prodotto da Compagnia teatrale Gli Alcuni.
ideazione e regia Sergio Manfio
con Francesco Manfio, Sergio Manfio
allestimenti Enrico Darau, Mattia Dal Bianco
Tecnica Teatro d’attore con pupazzi e videoproiezioni

Lo spettacolo e ambientato nello studio di due autori di cartoni animati: il presuntuoso Capo Disegnatore e il suo Assistente. Stanno preparando un nuovo cartoon che ha come protagonista il genio Leonardo da Vinci a 15 anni. Tutto parte dalla frase di Leonardo da Vinci “Chi ha provato il volo camminerà guardando il cielo
perché là è stato e là vuole tornare”. Leonardo, genio-ragazzo-sognatore, vive le sue avventure insieme agli inseparabili amici Lorenzo e Gioconda.
ADATTO AI BAMBINI 5-10 ANNI

6 dicembre 2019 ore 10.30
FONTAMARA
Dal romanzo di IGNAZIO SILONE
prodotto da Teatro Stabile d’Abruzzo e Teatro Lanciavicchio
adattamento e drammaturgia Francesco Niccolini
regia Antonio Silvagni
con Angie Cabrera, Stefania Evandro, Alberto Santucci, Rita Scognamiglio, Giacomo Vallozza
disegno luci Corrado Rea
tecnica Maurizio Di Pasquale
musiche originali Giuseppe Morgante
documentazione video Francesco Ciavaglioli
sartoria Sorelle Marcelli
scenografia e costumi scenotecnica ‘Ivan Medici’
con la collaborazione di Centro Studi Ignazio Silone, Comune Di Pescina, Comune Di Avezzano

residenza artistica ZONE LIBRE_ azioni di sostegno alla creazione contemporanea di ACS Abruzzo Circuito Spettacolo

Cinque attori danno voce a un mondo, a un paese, ai suoi abitanti e pure ai loro carnefici. Raccontano quasi fosse un’opera sinfonica a più voci la storia di Fontamara, dei fontamaresi, di Berardo Viola e di Elvira. Le voci dei protagonisti si accavallano con quelle dei personaggi minori: ogni attore deve acrobaticamente passare da un’identità all’altra. Giuva, Matale, il loro figlio, Marietta, Scarpone, e poi il generale Baldissera, Papasisto, Venerdì Santo, Ponzio Pilato, Betta Limona, l’impresario, il cavalier Pelino, don Circostanza, le mogli, i carabinieri, un prete venduto, un sacrestano disperato… un mondo si affolla sul palcoscenico attraverso una partitura ferrea, un’alternanza di presenze e testimonianze. Perche di testimoni si sta parlando: quasi fossimo di fronte a un giudice, o forse al Giudizio Universale, sono tutti chiamati a ricostruire quei giorni osceni pieni di vergogna violenza e disumano accanimento sui più indifesi.
ADATTO A SCUOLE MEDIE E SUPERIORI

19 marzo 2020 ore 10.30
VULCANIA
La Costituzione raccontata ai bambini
dal libro di Anna Sarfatti
prodotto da Compagnia Teatrale Catalyst

testo e regia di Riccardo Rombi
con Alba Grigatti, Rosario Campisi, Virgiani Billi, Giorgia Calandrini
in collaborazione con La Nottola di Minerva

Uno spettacolo che si rivolge all’immaginario dei giovanissimi studenti. A partire dalle parole e dalle filastrocche che Anna Sarfatti ha dedicato alla nostra carta fondamentale, Riccardo Rombi ha costruito una cornice narrativa singolare e suggestiva. Vulcania e una nave che attraversa la storia del 900 come transatlantico, poi nave militare e ospedale, torna a solcare l’oceano, rotta Genova/Napoli/New York… Siamo nel 1947. Bice, una astronoma fiorentina, e Fifì, un maestro siciliano, vivono clandestinamente sul Vulcania dal ‘44. Sfuggiti alle retate fasciste, non sanno che la guerra e finita, sono ignari di tutto. L’Italia e un luogo dove tutto sta per ripartire. La monarchia e il fascismo non esistono più e l’Assemblea Costituente sta lavorando alla carta dei diritti, una legge fondamentale del nuovo Stato democratico italiano. I nostri protagonisti, come i bambini a cui si rivolge lo spettacolo, per la prima volta sentono parlare di diritti e doveri del cittadino e sentono nell’aria il vento del cambiamento, le sue promesse.
ADATTO DAGLI 8 AI 13 ANNI

29 gennaio 2020 ore 10.30
SEGRE. COME UN FIUME
prodotto da Teatro Del Krak

di Antonio G. Tucci
con Alberta Cipriani
scena Antonella Spelozzo, Chiedi Scena
light designer Tea Primiterra
Regia Antonio G. Tucci

Liliana Segre ha otto anni quando, nel 1938, le leggi razziali fasciste si abbattono con violenza su di lei e sulla sua famiglia. Discriminata come “alunna di razza ebraica”, viene espulsa da scuola e a poco a poco il suo mondo si sgretola: diventa “invisibile” agli occhi delle sue amiche, e costretta a nascondersi e a fuggire fino al drammatico arresto sul confine svizzero che aprirà a lei e al suo papà i cancelli di Auschwitz. Dal lager ritornerà sola, ragazzina orfana tra le macerie di una Milano appena uscita dalla guerra, in un Paese che non ha nessuna voglia di ricordare il recente passato né di ascoltarla. “Scegliere di raccontare è stato come accogliere nella mia vita la delusione che avevo cercato di dimenticare di quella bambina di otto anni espulsa dal suo mondo. E con lei il mio essere ebrea”.
ADATTO A SCUOLE MEDIE E SUPERIORI

27 gennaio 2020 ore 10.00
CONCERTO PER IL GIORNO DELLA MEMORIA
Orchestra Sinfonica del Conservatorio Statale di Musica “G. Braga” di Teramo
diretto dal M° Simone Genuini
musiche di Mendhelsonn, Schubert,
Williams e tratte dal film Schindler’s list

“Se comprendere è impossibile, conoscere è necessario, perché ciò che è accaduto può ritornare, le coscienze possono nuovamente essere sedotte e oscurate: anche le nostre.” Primo Levi
Mendelssohn Ouverture – Le Ebridi in Si minore
Williams – Schindler’s list
Schubert – Sinfonia n. 8 in Si minore “Incompiuta” – Primo movimento: Allegro moderato
Un concerto esempio dell’investimento che due istituzioni come il Conservatorio e il Teatro Comunale portano avanti in un settore della società che più di tutti rappresenta il futuro del nostro paese: i giovani, la scuola e la formazione!
ADATTO A TUTTE LE ETA’

14 febbraio 2020 ore 10.00
UN SECOLO DI DANZA
Omaggio a Pina Baush
prodotto da Compagnia Artemis Danza

ideazione, coreografia e regia Monica Casadei
creato e interpretato con la Compagnia Artemis Danza
scritto e realizzato da Sonia Schoonejeans,

La storia della danza attraverso un film documentario, la danza e le arti plastiche, particolarmente indicato per incontri con scuole e corsi universitari, oltre che all’interno delle stagioni teatrali. Il programma interseca in modo creativo e ardito cinema e performance. In occasione dei 10 anni dalla scomparsa di Pina Bausch, Artemis Danza ha creato una performance sulle immagini dell’episodio di Un secolo di Danza dedicato a questa icona del ‘900. Un secolo di danza – Omaggio a Pina ripercorre le vicende della danza con un affondo nell’Europa centrale dei primi decenni del Novecento, proponendo un viaggio attraverso tutte le forme dell’espressionismo artistico, dalla danza alle arti visive al cinema, senza dimenticare un riferimento alle correnti filosofiche e psicologiche del tempo. Il documentario continua a seguire le vicende degli artisti della danza tedesca dedicando uno speciale approfondimento alla coreografa-simbolo del tanz-theater: Pina Bausch.
ADATTO AI LICEI COREUTICI

19 febbraio 2020 ore 10.00
NEVE DI CARTA
Liberamente tratto dal saggio Ammalò di testa di Anna Carla Valeriano
prodotto da Florian Metateatro
con Elisa Di Eusanio, Andrea Lolli
testo Letizia Russo
regia Daniele Muratore
luci Camilla Piccioni
aiuto regista Valentina Fois
scene Azzurra Angeletti
costumi Angela Di Eusanio
musiche Stefano 66K De Angelis
residenza artistica ZONE LIBRE_ azioni di sostegno alla creazione contemporanea di ACS Abruzzo Circuito Spettacolo
promosso da Hypsis con il sostegno di Fondazione Tercas, Regione Abruzzo

Una lettera portata dal vento. Mezzo bruciata. E cosi che una mattina, nella campagna abruzzese dove vive e fatica da sempre, Bernardino riceve inaspettate notizie di Gemma, chiusa ormai da molti anni nel manicomio di Teramo. Allora Bernardino parte per un viaggio per andare a riprendere Gemma, riportarla nel mondo dei vivi e attraversa una terra che con le sue asprezze, i suoi uomini e le sue donne, racconta l’Italia in quel difficile travaglio storico che l’ha portata nel numero delle nazioni contemporanee. Gemma, che ha passato una grande parte della propria esistenza fra le mura del manicomio di Teramo, ha scoperto che soltanto scrivere lettere le permette di mantenere l’illusione di un rapporto con la realtà, col mondo dei vivi. Attraverso le sue lettere, che non sono mai riuscite a varcare la soglia del manicomio, Gemma racconta e rivive le storie, le speranze, la rabbia di chi ha conosciuto quel luogo che somiglia a un solco, e che divide i sani dai malati, i giusti dagli sbagliati.
ADATTO A SCUOLE MEDIE E SUPERIORI

9 marzo 2020 ore 10.00
NAUFRAGIO CON SPETTATORE
Liberamente ispirato al saggio “Naufragio con spettatore” di Hans Blumenberg
prodotto da Compagnia Zappalà Danza
prima tappa di Odisseo, dal progetto re-mapping sicily dedicato a Sergio
coreografia e regia Roberto Zappala
musiche (eseguite dal vivo) J.S.Bach (preludi e fughe dal Clavicembalo ben temperato), C.Gounod
drammaturgia Nello Calabro e Roberto Zappala
danzatori Roberto Provenzano, Fernando Roldan Ferrer
al pianoforte Luca Ballerini
soprano Marianna Cappellani
scene e luci Roberto Zappala
costumi Debora Privitera
direttore tecnico Sammy Torrisi
produzione e tour manager Maria Inguscio
una coproduzione Compagnia Zappala Danza – Scenario Pubblico performing arts, in collaborazione con Teatro Stabile di Catania, ArtEZ Arnhem (NL), Uva Grapes Catania Contemporary Dance Festival, AME Associazione Musicale Etnea

Naufragio con Spettatore e la prima tappa di ODISSEO, un lavoro sull’emigrazione/immigrazione e sul rapporto che noi bianchi/occidentali abbiamo nei confronti del popolo migrante. Sia il viaggio di Ulisse che molte delle tragiche odissee del tempo presente si dislocano entrambi nella stessa mappa: il mediterraneo.
Partendo dall’idea del naufragio si e approdati a concetti quali viaggio, fame/sete, morte/salvezza, assenza di spazio, oltre a riferimenti a Ulisse in quanto naufrago e unico sopravvissuto nell’isola di Alcinoo, e non si è potuto non trattare la cronaca con i continui attraversamenti dei migranti e i conseguenti e tragici naufragi.
ADATTO A SCUOLE MEDIE E SUPERIORI, SCUOLE A INDIRIZZO MUSICALE E COREUTICO

3 PROVE APERTE POMERIDIANE
CON I GRANDI MAESTRI DELLA MUSICA
ADATTO A TUTTE LE SCUOLE AD INDIRIZZO MUSICALE

Venerdi 29 novembre 2019 ore 16.30
FABRIZIO MELONI E I PERCUSSIONISTI DELLA SCALA
GIANNI ARFACCHIA, GERARDO CAPALDO, ELIO MARCHESINI, FRANCESCO MURACA
FABRIZIO MELONI, primo clarinetto dell’Orchestra del Teatro alla Scala di Milano.
Un’occasione unica per vedere all’opera uno dei migliori clarinettisti al mondo, Fabrizio Meloni, con l’ensemble di percussioni del Teatro alla Scala.
PROGRAMMA
David Friedman, Dave Samuels – Carousel
Marchesini, Meloni – I. S. DISCOVERY
Chick Corea – Children Song
Hans Gunter Broodman – Greetings to Hermann

Venerdi 13 dicembre 2019 ore 16.30
DALLA FORMA ALLA TRASCENDENZA
MANUEL ARAUJO – Piano Recital
Il pianista portoghese Manuel Araujo sara protagonista di un momento utile a capire quel fenomeno chiamato “ascolto attivo”. Fenomeno, questo, che ci permette di riconoscere elementi musicali distinti e ci consente di godere coscientemente dell’emozione infinita e totalizzante della musica.
PROGRAMMA
Beethoven Sonata n. 32 op. 111 in Do minore
Primo movimento: Maestoso, Allegro con brio
Chopin Notturno op. 9 n.1in Si bemolle minore
Notturno op. 62 n.1 in Si maggiore
Polacca – Fantasia in La bemolle maggiore op. 61

Venerdi 20 marzo 2020 ore 16.30
ETICA, POETICA E VIRTUOSISMO
RUBEN MICELI – Piano Recital
Medaglia d’Argento 9th International Franz Liszt Piano Competition Weimar – Bayreuth 2018.
“Etica, poetica e virtuosismo” rappresenta la sintesi dell’idea interpretativa di un pianista. L’etica è l’obiettivo, la poetica il contenuto, il virtuosismo il mezzo.
PROGRAMMA
Beethoven Sonata n. 21 op. 53 in Do maggiore “Waldstein”
Primo movimento: Allegro con brio
Liszt Ballata n. 2
Liszt Studio Trascendentale n. 8 “Caccia Selvaggia” in Do minore
Studio Trascendentale n. 10 Allegro agitato molto in Fa minore
Studio Trascendentale n. 12 “Tormenta di neve” in Si bemolle minore

Related posts

Policlinico Chieti, Febbo: “Accolgo con favore la discesa in campo dei docenti in difesa delle strutture teatine”

admin

Montelapiano connesso con Interfibra e Red free social Wi-Fi

admin

Pescara, Servizio Volontario Europeo: incontro alla Di Marzio

admin

Lascia un Commento

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. OK Continua a leggere

Privacy & Cookies Policy