Politica

Terme, Paolucci e Mazzocca su dichiarazione Verì

Pescara. Tempestiva la replica del Capogruppo Regionale PD Silvio Paolucci al comunicato dell’Assessore Regionale alla Sanità Nicoletta Verìsugli inesistenti risultati raggiunti sul tema del Termalismo abruzzese. Questa la sua dichiarazione «DavverounaGiuntapresunta per mancanze di prove. Sulle Terme non sicapisce di quale “obiettivoraggiunto” parlil’Assessore! Sulla base dell’Accordo sottoscritto a livellonazionale, gliinvestimentichel’INAIL è autorizzata a valutarenelsettoretermalesonoesclusivamente di naturaimmobiliare: la crisideltermalismo a Caramanico, come tuttisanno, non è dovuta a ragioni di tipoimmobiliare».

«Per quantoriguarda poi le presunte “iniziative spot” del centrosinistra – incalzaPaolucci -, a riguardodellequalil’Assessore Verìintenderiferirsi al tentativosperimentale di integrazione del termalismo con la riabilitazione, invitol’Assessoreregionalealmeno a leggersi il primo puntodell’Accordo, non aspettandomichelegga il testointero, dove è statoappositamenteprevistal’istituzione di un gruppotecnico per definirel’inserimento in via sperimentaledelleprestazionitermalinell’ambito di percorsiassistenzialiintegrati, sulla base delleindicazionicontenuteneldocumentorealizzato dal Ministerodella salute alla fine del 2016. Ed è proprioquesto il documento a cui ci siamoispiratinella nostra proposta a livelloregionale, solo che lo abbiamofatto con due anni di anticipo!».

«Undocumento – dichiara Mario Mazzocca, Presidente ReteAbruzzo e Capogruppo di “Uniti per Caramanico” –che la stessa Verì ha abbandonato al suodestino alla pari del nostrocomprensorio, che in campagna elettorale non esitò a equiparare a “carta straccia” (a breve diffonderemo un contributo video) e cheoggi continua incredibilmenteadefinire come “inapplicabile”. Sia lei cheilsuoPresidente nonrisultanoessereancorapervenuti. Solo oggiapprendiamo come siastatofinalmente”sottoscritto il contratto (ndrridotto da 3 ad 1 anno)tra la Regione e la Societàdelle Terme per l’erogazionedelle cure termali”: oggi, cioè a 50 giornidallasuascadenza e solo perchésisonovistirecapitareunadiffidalegale a cui la Societàdelle Terme è dovutaricorrere. Cioèl’attivitàtermalesi è svolta solo grazie all’attoufficiale a firma Lolli-Paolucci del dicembrescorso. Meno male che era “carta straccia”

«Siamo ancora in attesa – conclude Mazzocca – di una parvenza di risposta da parte della Giunta Regionale almeno a qualcuna delle 10 domande che gli ponemmo sei mesi fa, tradendo tutti – gliimpegnidellasua propaganda elettorale. Unatteggiamentosenzarispettoalcunodeglioperatori, dellefamiglieancorasenzalavoro e in gravidifficoltàeconomiche, e di un territorio di eccellenzache non meritaunasiffattapoliticabasatasuapprossimazione e superficialità. L’AmministrazioneRegionale è incapace di procedere o non vuoleprocedere? Rivolgiamoanche alla Verì, oggi in secondaplurale,l’esortazionedialettaleieririvolta aMarsilio: smucchiéteve!».

Related posts

Tutto pronto per la Processione del Venerdì Santo a Chieti

admin

In vacanza “come a casa” grazie all’home staging

admin

“L’Arte dis-velata” di Duilio Chilante a Palazzo Fibbioni

admin

Lascia un Commento

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. OK Continua a leggere

Privacy & Cookies Policy