Cultura e eventi

Il jazz torna a suonare a San Giovanni Teatino

San Giovanni Teatino. Il Jazz “torna” a San Giovanni Teatino. Presentato a Palazzo di Città il “SanGiò Jazz Festival”. Sei i concerti in programma, da novembre al marzo del prossimo anno, nella Scuola Civica Musicale “San Giovanni Teatino”. Ad aprire la rassegna, domenica 17 novembre, alle ore 18.30 sarà “Piero Delle Monache Quartet”.
“Questa rassegna di musica Jazz – dichiara il Sindaco Luciano Marinucci – valorizza una città in cui la cultura musicale è uno dei fiori all’occhiello, grazie alla presenza della Scuola Civica. Siamo orgogliosi di proporre alla cittadinanza, e non solo, sei appuntamenti di grande qualità, promuovendo molti musicisti affermati e altri che si stanno facendo strada nel panorama nazionale e internazionale del Jazz”.
Il SanGiò Jazz Festival nasce da una intuizione dell’assessore Simona Cinosi sviluppato in collaborazione con Cristian Caprarese (ideatore e direttore del festival) che è stato affiancato da Luigi Blasioli e Giacomo Parone nell’organizzazione.
“Riportare a San Giovanni Teatino il jazz di qualità era un obiettivo dell’Amministrazione Marinucci e del mio assessorato in particolare – spiega l’assessore alla cultura Simona Cinosi -. Per anni la nostra città aveva ospitato ‘FBJazz’. FB è l’acronimo di Forcabobolina, antico nome di San Giovanni Teatino, a testimoniare la volontà di radicare in questo territorio un appuntamento importante nel panorama musicale cittadino, capace di far apprezzare al pubblico un genere musicale troppo sbrigativamente definito di nicchia. FBJazz per anni ha richiamato artisti ed estimatori del genere. Oggi il SanGiò Jazz Festival intende rinverdire quella tradizione e, nelle nostre intenzioni, ambisce a valorizzare la nostra scuola civica musicale quale polo della musica jazz e luogo di promozione per musicisti ed artisti locali”.
Primo appuntamento con il quartetto del talentuoso sassofonista e compositore Piero Delle Monache, “uno dei dieci jazzisti del futuro” per GQ Magazine e riconosciuto “Eccellenza d’Abruzzo” dal quotidiano Il Centro. 37 anni, Delle Monache ha già suonato in Giappone, Stati Uniti, Turchia e nelle principali capitali Europee (Parigi, Roma, Bruxelles). Al SanGiò Jazz Festival sarà accompagnato da Alessandro Bravo (piano), Tito Mangialajo Rantzer (contrabbasso) e Alessandro Marzi (batteria). Il Piero Delle Monche Quartet è attivo dal 2011 ed è stato protagonista del Thunupa African Tour (7 concerti tra Addis Abeba e Cape Town) e di concerti in Giappone. Con questa formazione Piero Delle Monache ha pubblicato tre dischi: Thunupa, Aurum e Road Movie. Il concerto alla Scuola Civica Musicale di domenica 17 novembre sarà una esclusiva e straordinaria occasione per sentirli suonare, ma anche per conoscere i musicisti e dialogare con loro. L’evento infatti è stato organizzato come una vera e propria “lezione concerto”.
Il SanGiò Jazz Festival è promosso dal Comune di San Giovanni Teatino (Assessorato alla Cultura), dalla Provincia di Chieti e dall’associazione “Alterazioni Culturali”.
“L’ingresso a tutti i concerti sarà libero e la rassegna – assicura Luigi Blasioli – avrà contenuti e situazioni musicali che saranno apprezzati da chi conosce il genere, ma anche da avranno il piacere di scoprire il creativo e sorprendente mondo del jazz”.

Related posts

Rettore: i 40 anni di “Splendido Splendente” celebrati con un nuovo remix

redazione

Pescara, i risultati operativi del Reparto Operativo Aeronavale

admin

Giornata dei Giusti dell’Umanità, a Pescara due nuovi alberi per Ada Rossi e Nelson Mandela nel Giardino dei Giusti di Villa Sabucchi

redazione

Lascia un Commento

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. OK Continua a leggere

Privacy & Cookies Policy