Cultura e eventi Sport

Calcio Femminile, sconfitta pesante per le neroverdi all’Angelini con il Tavagnacco

Chieti. Colpo grosso del Tavagnacco che espugna l’Angelini con un roboante 6-2 e porta a casa la prima vittoria esterna del 2017. Il Chieti Calcio Femminile gioca a viso aperto di fronte ad un avversario decisamente forte e ben organizzato in campo, ma rimedia una sonora sconfitta che complica i piani salvezza: sarà ora necessario fare più punti possibile nelle restanti giornate a partire dallo scontro diretto a Luserna del 22 aprile. Per le friulane invece una boccata d’ossigeno: con questi tre punti rimangono infatti a dovuta distanza dalla zona playout.
La prima occasione della partita è per il Chieti con Stivaletta al 3′, ma il suo tiro da fuori si spegne centralmente fra le braccia di Copetti.
All’11′ Tavagnacco in vantaggio al primo vero affondo: si invola sulla fascia Clelland, mette al centro il pallone, sulla traiettoria si trova Innerhuber che devia sfortunatamente nella sua porta.
Un minuto dopo l’arbitro annulla un gol a Clelland per posizione di offside.
Il Chieti è stordito e non riesce a reagire, le friulane trovano così il raddoppio con Brumana che, in sospetta posizione di fuorigioco, al quarto d’ora stoppa bene il pallone e da due passi mette in rete.
Ancora Tavagnacco: Clelland al 20′ si libera bene di Giada Di Camillo, ma il suo tiro sorvola di poco l’incrocio dei pali.
Marinelli viene anticipata dalla tempestiva uscita di Copetti al 22′.
Grande parata di Vicenzi al 25′ sulla conclusione di Clelland lanciata a rete.
Il Chieti comincia finalmente a trovare le misure alle avversarie e accorcia le distanze al 31′ con Carrozzi che si gira bene in mischia e fulmina Copetti.
Tre minuti dopo Giulia Di Camillo colpisce in pieno l’incrocio dei pali con un tiro a spiovere da fuori area.
Brumana sfiora il gol al 36′: il capitano ospite approfitta di un errato retropassaggio di una neroverde, ma poi conclude a lato sull’uscita di Vicenzi.
Il Tavagnacco colpisce ancora in contropiede al 39′ con Sardu che si invola e fredda Vicenzi in uscita con un preciso diagonale nell’angolo opposto.
Si va al riposo con le ospiti in vantaggio per 3-1.
Al 4′ della ripresa grande palla di Riboldi per Marinelli che, tutta sola, da posizione defilata prova a sorprendere Copetti sul primo palo, ma il suo tentativo finisce fuori dallo specchio della porta.
Due minuti dopo sugli sviluppi di un corner Brumana tira al volo sparando alto da centro area.
Al 7′ doppia conclusione a rete della neo entrata Del Stabile che prima si vede respingere il colpo di testa da una miracolosa Vicenzi e poi sulla ribattuta colpisce in pieno la traversa.
Il Tavagnacco insiste e trova la quarta rete al 9′ con Brumana che dal limite dell’area, sul passaggio di Clelland, tira da ferma e mette il pallone dove Vicenzi non può proprio arrivare.
Al 17′ un tiro errato di Marinelli diventa un assist per Riboldi che a due passi da Copetti tira incredibilmente alto.
Al 26′ assist perfetto di Clelland per Brumana che piazza il pallone imparabilmente nell’angolo opposto per il 5-1. Ancora Brumana lanciata a rete al 31′ viene chiusa bene da Vicenzi.
Al 33′ palla filtrante di Marinelli per Stivaletta che prima tira su Copetti in uscita, poi riesce a ribadire in rete.
Cinque minuti dopo il Tavagnacco segna la sesta rete con Camporese che fa secca Vicenzi con un gran tiro al volo dalla distanza.
Al 41′ azione solitaria di Del Stabile che elude l’uscita di Vicenzi ma mette a lato.
Avvicendamento fra i pali nel Chieti: debutto in campionato per Guerracino che entra al 43′ al posto di Vicenzi.
Finisce 6-2 per il Tavagnacco. Ora la pausa: il campionato riprenderà il 22 aprile con le neroverdi che dovranno assolutamente fare punti a Luserna.

TABELLINO DELLA GARA:

CHIETI CALCIO FEMMINILE – TAVAGNACCO 2-6

Chieti Calcio Femminile: Vicenzi (43′ st Guerracino), Di Camillo Giada, Tona, Vicchiarello, Marinelli, Di Camillo Giulia, Stivaletta, Di Marco (12′ st Mariani), Carrozzi (24′ st Benedetti), Riboldi, Innerhuber. A disp.: Colasante, Di Bari, Nozzi, Copia All. Di Camillo Lello
Upc Tavagnacco: Copetti, Martinelli, Frizza (41′ st Pochero), Sardu (1′ st Del Stabile), Tuttino, Clelland (39′ st Cotrer), Brumana, Camporese, Cecotti, Dri, Filippozzi. A disp.: Demarchi, Zuliani, Minutello All. Cassia Amedeo
Arbitro: Natilla di Molfetta
Assistenti: Coccagna di Teramo e Morelli di Pescara
Marcatrici: 11′ pt Innerhuber (Aut.), 15′ pt Brumana, 31′ pt Carrozzi, 39′ pt Sardu, 9′ e 26′ st Brumana, 33′ st Stivaletta, 38′ st Camporese
Ammonite: Carrozzi e Di Camillo Giulia (Ch), Frizza e Camporese (T)

Le dichiarazioni post partita di Giulia Di Camillo:

“Non ci gira bene in questo periodo, anche noi ci mettiamo del nostro, dobbiamo imparare ad essere più cattive in mezzo al campo: riusciamo a fare delle ottime trame di gioco, poi però pecchiamo un po’ quando c’è da fare un sacrificio in fase difensiva o quando non tiriamo fuori il coraggio necessario per imporsi sull’avversario. Per me è comunque un Chieti che c’è ed è vivo anche se il risultato contro il Tavagnacco è stato pesante. Non riusciamo a vincere da parecchio tempo, Coppa Italia a parte, è difficile dunque tenere il morale alto, ma noi ci impegneremo al meglio per preparare già da subito la prossima partita contro il Luserna che è uno scontro diretto importantissimo. La nostra squadra ha avuto un buon approccio alla partita, ma dopo aver subito la rete si è un po’ demoralizzata subendo la seconda poco dopo. Ha avuto una buona reazione, ma poi ha preso al terza rete. La nostra prestazione è stata altalenante, bisognerebbe invece mantenere meglio gli equilibri e essere più compatte, soprattutto cercare di fare sempre un sacrificio in più anche quando si pensa di non farcela. Siamo ragazze giovani, alcune anche giovanissime, le giocatrici di esperienza devono dare un qualcosa in più e le più giovani correre il doppio.
È un risultato pesante che non mi sarei aspettata dopo la partita a Verona nella quale abbiamo giocato molto bene, infatti avremmo meritato forse il pareggio. Non dobbiamo però dimenticare che il Tavagnacco, anche se ora non si trova nelle zone alte della classifica, ha sempre mantenuto degli ottimi standard, è una squadra che ha giocato la Champions League ed è in Serie A da tantissimo, dunque una sconfitta con loro ci può stare. Abbiamo avuto delle disattenzioni, ma è stata anche molto brava Clelland che è il classico attaccante che mette in difficoltà le difese. Quando è stata formata la nostra squadra ho pensato che avremmo forse potuto lottare per ben altri posti in classifica viste le individualità presenti e quelle prese, invece sono arrivate tante difficoltà. Bisogna forse dare di più in allenamento: se noi cominciassimo a dare non il 100% ma il 200% forse potremmo raccontare altre storie, non dobbiamo dunque sottovalutare il lavoro durante la settimana. Ora c’è una pausa che spero sia arrivata nel momento giusto: dobbiamo preparare la partita di Luserna come se fosse l’ultima per andare lì a vincere”.

Related posts

Mostra d’Arte contemporanea “Comunicare emozioni” alle Cisterne Romane di Atri

redazione

Marco Alessandrini su Gianni Cordova: “La città perde un padre e un riferimento autorevole”

admin

Convegno dell’Ordine degli Architetti PPC della provincia di Teramo

admin

Lascia un Commento

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. OK Continua a leggere

Privacy & Cookies Policy