Cultura e eventi

Pescara, Profeta e Foschi su “teorie gender” nelle scuole

Pescara. “Alla luce del dibattito scaturito dopo le proteste del dipartimento tutela vittime della violenza di FdI-An si ribadisce, come già dichiarato nei giorni scorsi, la contrarietà a qualsiasi tentativo d’introduzione delle “teorie gender” nelle scuole di Pescara e provincia”.

Così in una nota i due rappresentanti di Fratelli d’ Italia AN, Carola Profeta e Armando Foschi, che aggiungono: “Atteso che la protesta dei genitori contrari a tale indottrinamento ha già valicato i confini provinciali, il coordinamento del Dipartimento Tutela Vittime della Violenza – Fratelli d’ Italia AN, continuerà la battaglia avviata girando a testa alta tra i genitori e gli allievi/alunni ribadendo le proprie ragioni. Il Dipartimento informa i genitori, che esiste un modulo “Consenso informato preventivo” scaricabile dalla pagina www.difendiamoinostrifigli.it/pdf/scuola/CONSENSO-INFORMATO-MODELLO.doc che può essere presentato nella segreteria della scuola e obbliga la scuola a informare preventivamente la famiglia su tutti i progetti extracurriculari. Il coordinamento del Dipartimento Tutela Vittime della Violenza – Fratelli D’Italia – AN consapevole delle polemiche che l’argomento ha generato auspica che il dibattito resti nei canali democratici non scenda a offese personali a mezzo social network che costringerebbero le persone offese a difendersi in altre sedi”.

Related posts

Confindustria sull’area di Punta Penna a Vasto: “Siamo per il rispetto delle regole”

admin

Torna la rassegna d’arte Un Mosaico per Tornareccio con 16 artisti in gara

redazione

D’Alfonso su quarantennale rapimento Aldo Moro e uccisione scorta

admin

Lascia un Commento

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. OK Continua a leggere

Privacy & Cookies Policy