Cronaca

Presentata la prima APP europea contro il bullismo ed il cyber-bullismo

Pescara. Si è svolta Martedì 17 Dicembre 2019 alle ore 11.30 presso l’aula magna dell’Istituto Superiore “Aterno-Manthonè di Pescara” la presentazione della prima App europea che mira a contrastare il fenomeno negativo del Bullismo.
Nonostante i tentativi di arginare il problema del bullismo siano sempre più all’ordine del giorno, i fatti di cronaca riportano un numero sempre più alto di episodi di prepotenza e violenza fisica e psicologica tra giovani di età sempre più precoce. Rispetto alle ormai note forme di bullismo, la novità più allarmante sta proprio nell’utilizzo dei dispositivi tecnologici per offendere e aggredire gli altri pari tramite gesti di cyberbullismo.

Da qui nasce la rivoluzionaria idea della BGSA – Beach Golf Sport Association – di lanciare questo innovativo strumento che sarà fornito gratuitamente a tutti gli Istituti scolastici che ne faranno richiesta, e l’Aterno-Manthonè si è fatto capofila in questa presentazione, in Italia ed all’estero. La formula vincente di questa iniziativa sarà l’idea che sta alla base del progetto: combattere l’anominato del Cyberbullo grazie all’anonimato della App “Anti-Bullying Beach Golf”.

Gli sviluppatori hanno infatti predisposto questo strumento in modo tale che tutte le richieste di aiuto vengano fornite in modo anonimo, evitando cosi di incontrare reticenze e paure nel dover confessare di aver subìto, o di aver assistito ad episodi di bullismo o cyberbullismo.
Il tutto sarà gestito da un Team di psicologi, che raccoglieranno le richieste di aiuto e contatteranno i responsabili dei vari istituti internazionali dai quali è partita la segnalazione.

Presenti tra i relatori e gli ospiti della conferenza, aperta dalla padrona di casa, il dirigente scolastico dell’Istituto “Aterno-Manthonè”, Prof.ssa Antonella Sanvitale, anche la Prof.ssa Daniela Puglisi, referente per il Bullismo presso il Provveditorato agli studi della Provincia di Pescara.
Il dott. Enrico Squadroni e la dott.ssa Alessia De Luca, psicologi che hanno curato il progetto “Anti-Bullying Beach Golf” e lo sviluppo della App hanno evidenziato i risultati di uno studio fatto su un campione di oltre 500 studenti di tutta Europa, interrogati sul loro rapporto con il bullismo e sulla consapevolezza di questo tema.
Infine, il Presidente della BGSA Mauro De Marco ha svelato a tutti i presenti aspetto e funzionamento della App, che già da oggi è disponibile per tutti.

Contemporaneamente alla diffusione della app, nelle scuole di tutta Europa si diffonderà anche la figura del “Camaleonte”.
Il Camaleonte sarà l’angelo custode del progetto Anti-Bullying Beach Golf. E’ la persona che vuole dare un aiuto concreto ai propri compagni, ai propri amici, ai propri fratelli e sorelle.
Sarà il punto di riferimento di questo progetto all’interno delle scuole di tutta Europa e potrà candidarsi in totale autonomia a questo ruolo, venendo poi guidato dallo staff di esperti che gestirà la app.
Condizione fondamentale sarà quella di avere un gran cuore e la voglia di aiutare gli altri semplicemente guardando ed ascoltando quello che ci accade intorno.
Il lancio di questa rivoluzionaria app si inserisce nel progetto Anti Bullying Beach Golf European Project, co-finanziato nell’ambito del programma comunitario Erasmus+, per la linea Not For Profit Sport Event, che visto la partecipazione già di 15 Stati Europei.
Sfruttando questa rete già creata, gli ideatori del progetto sperano che si possa avere una diffusione molto veloce e capillare.

Quindi, la scuola Manthoné è stata ufficialmente la prima scuola europea a beneficiare e quindi ad utilizzare questa App, ma già da prima del termine di questo 2019 sono previsti altri “lanci scolastici”.
Dopo Pescara, Parigi, Istanbul e Barcellona saranno le prossime tappe di presentazione.
Se i numeri supporteranno le previsioni, sono già previste altre funzioni da inserire in questa Applicazione.

Per chi avesse intenzione di usufruire gratuitamente di questa App, potrà farne richiesta direttamente alla BGSA.

Related posts

FAIM: “I giovani emigrano: tutelarli all’estero, creare occupazione per farli tornare”

redazione

Vasto, un minuto di silenzio e bandiere a mezz’asta per le vittime del covid-19

redazione

Una riflessione del WWF Abruzzo sullo sviluppo turistico della Costa dei Trabocchi

redazione

Lascia un Commento

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. OK Continua a leggere

Privacy & Cookies Policy