Sport

Il calcio e il sociale

Firenze. C’è un progetto di solidarietà, partito da Firenze per il mondo, che compie 28 anni proprio a Natale.

E’ quello delle adozioni a distanza, che le società di Lega Pro hanno iniziato nel 1991 con il supporto della Caritas Children Onlus, e che ha lo scopo di aiutare i bambini in difficoltà.

I club di C, in totale nella stagione, hanno adottato 126 bambini. Vivono in Bangladesh, Brasile, Colombia, Congo, Eritrea, India e Sri Lanka.

Il progetto adozioni rientra nella mission di un calcio di valori, che ha visto in un anno quasi 500 iniziative promosse dalla Lega Pro e dai suoi 60 club negli stadi e sugli spalti.

Nel corso del 2019, la Lega Pro ha promosso eventi sociali, curati in particolare da Gaia Simonetti, addetto stampa della C. Ha aderito alla giornata mondiale contro ogni forma di violenza verso le donne, a quella contro il razzismo, a quella internazionale dell’amicizia fino a quella mondiale per i diritti delle bambine. Ha dato vita al turno di campionato dedicato a Davide Astori, ai nonni ed istituito la giornata della legalità con le scuole a Somma Vesuviana, il 25 settembre scorso, per ricordare il vicebrigadiere Cerciello Rega.

Related posts

Un solo risultato possibile: ad Ortona arriva l’Atlante Grosseto

redazione

La rimonta del Colormax si ferma sul palo, sconfitta con onore nell’anticipo a Rieti

redazione

Jacopo D’Alessandro nuovo acquisto per Il Delfino Flacco Porto

redazione

Lascia un Commento

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. OK Continua a leggere

Privacy & Cookies Policy