Politica

Vastese, Pd: “La Regione si attivi per risolvere l’emergenza idrica”

Chieti. “Sulla grave emergenza idrica che ha colpito l’intero Vastese (a Vasto la situazione purtroppo non è ancora tornata alla normalità), gli esponenti del centrodestra sono arrivati all’assurdo! Scrivono e inviano comunicati stampa a destra e a manca chiedendo a gran voce le dimissioni del Presidente della Sasi, Gianfranco Basterebbe quando l’unica cosa che dovrebbero fare è chiedere le dimissioni della Giunta regionale di centrodestra visto che in un anno alla guida dell’Abruzzo nulla ha fatto in merito a questo grave problema (e non solo)”.
Si legge così in una nota del Segretario del Pd Provinciale di Chieti, Gianni Cordisco, e dei Segretari del Vastese e deli Amministratori del Vastese, che prosegue: “Ricordiamo agli esponenti del centrodestra che la Sasi è il gestore della rete idrica e che il controllo è invece della Regione. Ricordiamo loro inoltre – e per informare nel vero i cittadini – che la precedente Giunta regionale a guida centrosinistra aveva stanziato un miliardo di euro per sopperire e sostentare queste gravi emergenze idriche e che invece l’attuale Giunta regionale a guida Marsilio in questi mesi ha solo stanziato poche migliaia di euro che a nulla servono se non a sperperare soldi pubblici senza risolvere o tamponare in alcunché il problema. Basti guardare le sole ultime 70 ore. I cittadini vastesi sono, giustamente, esasperati.
Siamo tutti consci e consapevoli che la rete idrica necessita di un serio e risolutivo ammodernamento che risolva alla base questo annoso problema e che per far ciò occorrono milioni e milioni di euro. Cifre di certo non irrisorie, ma non impossibili da reperire. Bastano volontà e impegno.
Ma con una Regione assente e silente, con un Presidente e una maggioranza di centrodestra che pensano solo ad approvare Leggi-mancia a favore di alcuni Comuni e a discapito di altri senza alcun criterio, la questione non può certo che peggiorare, come purtroppo sta accadendo.
Che la Sasi dal canto suo stia facendo tutto il possibile per limitare e ridurre il problema, è sotto gli occhi di tutti. Dalla vigilia di Natale fino ad oggi gli operai, con il presidente Basterebbe a seguito, stanno lavorando incessantemente per rispristinare quanto prima la situazione. La Regione invece cosa sta facendo? Gli esponenti del centrodestra che tanto scrivono, attaccano e puntano il dito contro gli altri, cosa stanno facendo? Nulla!
Invitiamo pertanto gli stessi di finirla ad incolpare la Sasi e il centrosinistra, e li invitiamo inoltre ad adoperarsi nell’immediato sollecitando i loro rappresentanti regionali a ri-prendere in mano la situazione, visto che oramai ne hanno perse addirittura le redini. E se non ne sono capaci, è bene che vadano a casa…subito!
L’acqua è un bene primario. La strumentalizzazione politica è deleteria e non risove il problema!”.

Related posts

Presentati i candidati della lista Pescara Città Aperta a sostegno della candidata sindaca Marinella Sclocco

redazione

Amministrative 2021: il programma dell’Udc per San Giovanni Teatino

redazione

Moda, il brand Pregiata Bottega vola oltremare. Da Palermo alla catwalk della Montecarlo Fashion Week

admin

Lascia un Commento

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. OK Continua a leggere

Privacy & Cookies Policy