Politica

Rapino, consigliere comunale denuncia alle autorità un cantiere ‘fantasma’

Rapino. Il cantiere che non c’è. Seconda curva a destra, questo è il cammino. No, non è una rivisitazione della famosa canzone di Bennato, ma il modo in cui il Sindaco di Rapino rende noto che il Consigliere di opposizione Simone Amoroso, ha denunciato ai Carabinieri di Rapino, alla Asl di Chieti e all’Ufficio Tecnico del Comune di Rapino, presunte irregolarità in un cantiere “fantasma”, che in realtà non c’è. Infatti il Consigliere di opposizione chiede con una nota scritta l’intervento delle autorità perché, a suo dire, sarebbero iniziati lavori di un progetto approvato dall’Amministrazione senza la cartellonistica prevista.

 “Il Consigliere Amoroso – chiarisce il Sindaco di Rapino Rocco Micucci – per la fretta di denunciare l’operato dell’Amministrazione alle Autorità, ha confuso, così come poi ho potuto comprendere dalle richieste rivolte all’Ufficio Tecnico comunale, i lavori affidati ad una impresa ma che devono ancora iniziare per il rifacimento di nuovi manti stradali sulle strade di Rapino, con la manutenzione ordinaria di un tratto di strada rurale che l’Ente sta sistemando, grazie ad una consolidata convenzione che permette di ottenere dei lavori di manutenzione dalle ditte che coltivano in loco le cave, a ristoro degli impatti ambientali provocati. Una strada che sarà asfalta solo successivamente insieme ad altre. –

 “E’ grave – continua il primo cittadino – invece che lo stesso consigliere dichiari di aver fatto la scoperta del “cantiere che non esiste” in occasione di un sopralluogo non autorizzato. Infatti se si fosse trattato davvero dei lavori di rifacimento delle strade che inizieranno a giorni, avrebbe violato lui le norme, perché nessuno può effettuare sopralluoghi non autorizzati dalle figure preposte: Direttore dei lavori e Responsabile della Sicurezza. Neanche se è un consigliere comunale. Ma per fortuna per lui, che sì avrebbe potuto essere denunciato, ha preso un abbaglio.”

 “L’attività inquisitoria dei consiglieri di minoranza, con denunce, come in questo caso, che servono solo a continuare ad avvelenare la serenità di una piccola comunità o continue e copiose richieste di produzione di documenti, che servono solo a ingolfare le attività degli uffici, non preoccupano minimamente la mia Amministrazione – aggiunge il Sindaco Micucci – Ma sarebbe il caso che i Consiglieri di minoranza si rendessero conto che potrebbero fare una opposizione costruttiva, se non collaborativa, invece che gridare al lupo al lupo coinvolgendo forze dell’ordine e autorità, perché tanto questa Amministrazione ha un programma talmentepieno di opere pubbliche, che rischiano di rendersi ridicoli ancora parecchie volte. –

Related posts

Il viceministro Castelli a Chieti: tutto il M5S a sostegno di Amicone

redazione

Pescara, visita spettacolo “Bagno Borbonico” al Teatro Florian

admin

Le ricette abruzzesi nelle poesie di Franca Prosperi nel libro “Sapori e paesaggi del cuore”

admin

Lascia un Commento

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. OK Continua a leggere

Privacy & Cookies Policy