Cultura e eventi

Il Dracula di Sergio Rubini e Luigi Lo Cascio apre il 2020 della Stagione Teatrale della Società del Teatro e della Musica “Luigi Barbara” di Pescara

Pescara. Due grandi attori interpretano un classico della letteratura dell’Ottocento. Il prossimo appuntamento con la cinquantaquattresima Stagione Teatrale della Società del Teatro e della Musica “Luigi Barbara” di Pescara presenta Luigi Lo Cascio e Sergio Rubini impegnati nell’adattamento teatrale del Dracula di Bram Stoker, curato da Carla Cavalluzzi e Sergio Rubini per la regia dello stesso Sergio Rubini.

“Dracula” andrà in scena al Teatro Circus. Martedì 14 gennaio 2020, lo spettacolo avrà inizio alle 21; la replica pomeridiana si terrà, invece, mercoledì 15 gennaio 2020 alle 17.

La cinquantaquattresima stagione della Società del Teatro e della Musica “Luigi Barbara” sarà accompagnata dal supporto del Main Partner Fondazione PescarAbruzzo e dell’Istituto Acustico Maico.

Dracula è prima di tutto un viaggio notturno verso l’ignoto. Non solo un viaggio tra lupi che ululano, grandi banchi di foschia e croci ai bordi delle strade. Ma è anche un viaggio interiore che è costretto ad intraprendere il giovane procuratore londinese Jonathan Harker, incaricato di recarsi in Transilvania per curare l’acquisto di un appartamento a Londra effettuato da un nobile del luogo. Il giovane avvocato non immagina la sciagura che lo attende, ma immediatamente, appena ha inizio il suo viaggio, sprofonda in un clima di mistero e di scongiuri.

È proprio in questo clima di illusione, di oscurità e paura che il giovane Harker verrà calato prima ancora di conoscere il Conte e quando si accosterà al cancello del Castello, come chi sopraggiunto nell’Ade comprenderà di essere finito in una tomba. Ma il viaggio che compie il giovane Harker non si limita a quell’esperienza fatta di angoscia e paura. L’orrore di ciò che ha vissuto al Castello deborda e finisce con l’inghiottire tutta quanta la sua esistenza, diventa un’ossessione che contamina tutto ciò che ha di più caro, destabilizzando irrimediabilmente ogni certezza. Di questo contagio ne è vittima in primo luogo sua moglie Mina, a cui Jonathan inizialmente non ha il coraggio di raccontare quanto accaduto. È dalla lettura del diario redatto durante il soggiorno-prigionia di Jonathan al Castello che Mina viene a conoscere l’origine di quel malessere, che sembra essersi impossessato del suo giovane sposo e averlo mutato profondamente.

Un malessere che come una malattia incurabile finirà per consumare anche lei. Una dimensione dove il buio prevarrà sulla luce, il chiarore ferirà come una lama lo sguardo, il cupo battere di una pendola segnerà il tempo del non ritorno, uno scricchiolio precederà una caduta e il silenzio l’arrivo della bestia che azzanna e uccide. Una realtà malata dove sarà impossibile spezzare la tensione e da cui sembrerà difficile uscirne vivi.

La Stagione Teatrale della Società del Teatro e della Musica “Luigi Barbara” prosegirà a febbraio con un grande classico del giallo. Martedì 11 e mercoledì 12 febbraio, Maria Amelia Monti sarà Miss Marple in Giochi di Prestigio di Agatha Christie, nell’adattamento teatrale curato da Edoardo Erba per la regia Pierpaolo Sepe.

Nella sezione “Press Office” del sito della Società del Teatro e della Musica “Luigi Barbara” (socteatromusica.it/press-area) sono disponibili tutte le foto in alta risoluzione degli artisti presenti nel cartellone.

Related posts

Mio Tab, l’elettronica hi-tech per l’età prescolare

admin

Chieti, incontro all’Università del candidato rettore Stefano Trinchese

admin

Pescara, all’Aurum la presentazione del progetto “La cultura della sicurezza”

admin

Lascia un Commento

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. OK Continua a leggere

Privacy & Cookies Policy