Cronaca

A cura di Francesco Longobardi. Mie osservazioni sull’Abuso di alcol tra i giovani: un dato allarmante

Al giorno d’oggi bere alcol è un’abitudine molto comune, addirittura approvata dalla società in quanto legata alle feste, agli incontri tra amici o come modo di relazionarsi. Purtroppo, però, nel nostro paese una grande percentuale di persone è intrappolata nelle reti di questa sostanza e molte di loro non lo sanno nemmeno.
Abuso di alcol tra i giovani: un dato allarmante
Sempre più giovani e adolescenti non solo consumano alcolici, ma ne abusano. Secondo le ultime ricerche dell’ISTAT, le fasce della popolazione italiana che eccedono maggiormente nel consumo d’alcol, contro le raccomandazioni fornite dal Ministero della Salute, sono gliultrasessantacinquenni (36,2% uomini e 8,3% donne), i giovani di 18-24 anni (22,8% e 12,2%) e gli adolescenti di 11-17 anni (22,9% e 17,9%).
Si tratta di un dato preoccupante, specialmente se si tiene conto del fatto che chi comincia a fare uso di alcol prima dei 16 anni aumenta fino a 4 volte il rischio di cadere in una dipendenza da adulto. La cautela deve essere massima in questa circostanza: quella che inizia come una trasgressione da ragazzi può seriamente finire per diventare una dipendenza!
Perché i giovani bevono così tanto?
Oltre ad osservare i dati sconcertanti rispetto al crescente consumo di alcol tra i giovani, sarebbe il caso di soffermarci ad analizzare le possibili cause dell’abuso d’alcol in giovane età. Dobbiamo chiederci: perché i giovani bevono così tanto? Ma soprattutto: in che modo il comportamento di genitori, amici e società tutta
influisce su questa realtà drammatica?
Osserviamo alcuni punti cruciali insieme:
La legge del branco: le pressioni esercitate dagli amici hanno sono determinanti. Spesso bere alcolici può essere il lasciapassare per diventare parte di un gruppo o per continuare a essere accettato al suo interno dagli altri membri. Speso ci si ubriaca per non sentirsi diversi dagli altri ragazzi che lo fanno.
Il rapporto con i genitori: prima ancora di ciò che viene insegnato loro, gli esempi che i genitori forniscono ai propri figli sono fondamentali nella loro crescita. Anche rispetto al consumo di alcol conta molto il modo in cui i familiari si pongono.
Un atteggiamento.
La dipendenza da alcol è una delle più gravi e delle più complicate da superare, data la facilità con cui si scatena. Diversamente da quanto accade con altre sostanze, esistono numerosi locali adibiti alla vendita di alcolici e la maggior parte della popolazione li assume in modo abituale o occasionale.
L’alcol presenta severe ripercussioni su chi ne abusa, molto spesso irreversibili. L’alcolismo è una malattia grave che, se non trattata in modo adeguato, può apportare serie conseguenze a livello professionale, personale e fisico.
ottusamente proibizionista non porta molti frutti. Bisogna cercare, invece, di sensibilizzare i giovani ai rischi reali che l’abuso d’alcol può portare e soprattutto seguirli con attenzione nella fase critica
dell’adolescenza, per fare in modo che le ubriacature non diventino le valvole di sfogo di mancanze
affettive e problemi di natura emotiva e psicologica
Il contesto socio-culturale di appartenenza: la società ha un ruolo fondamentale. Così come è opportuno
sottolineare il legame tra consumo di alcolici e occasioni di festa o svago, sarebbe anche utile rimarcare
tutti i rischi che un eccessiva assunzione p00d’alcol può portare a breve e a lungo termine.
Effetti dell’alcol sui giovani: quali sono i rischi?
È noto che cos’è l’alcol: una sostanza psicotropa, tossica e potenzialmente cancerogena, che porta a
dipendenza e ad altri effetti devastanti per l’organismo. I giovani sono particolarmente vulnerabili ai danni
dell’alcol. Per tale ragione, bisogna guardare ai giovani, in particolare agli adolescenti, che si trovano nella
delicata fase di passaggio tra l’infanzia e l’età adulta, come a dei consumatori di bevande alcoliche che
necessitano di attenzione maggiore. Gli effetti dell’alcol sui giovani sono disastrosi. Essi non possiedono ancora completamente la capacità biologica di metabolizzare l’alcol, senza contare che manca loro anche la maturità mentale opportuna a gestire responsabilmente il consumo di alcolici.
I danni a cui si va incontro sono innanzitutto fisici: l’abuso di alcol danneggia organi come il fegato, i reni e
lo stomaco. A questo bisogna poi aggiungere tutto il carico di disturbi di vario genere, a livello neurologico, psicologico e sociale, primo fra tutti l’insorgere di una dipendenza da alcol.

Related posts

Guardia di Finanza: arrestato noto pregiudicato per evasione dagli arresti domiciliari

redazione

Pescara, tratto in arresto cittadino albanese: dopo aver molestato due ragazzine su autobus urbano tenta di accoltellare passeggero intervenuto per difenderle

redazione

Concessioni alla stazione di Tollo: “Bene ricorso ad adiuvandum della SOA”

redazione

Lascia un Commento

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. OK Continua a leggere

Privacy & Cookies Policy