Cronaca

Pescara, inaugurazione per campo Croce e parco Morelli

Pescara. Inaugurati nel pomeriggio in via Pasolini il campo sportivo da calcetto, già noto come “campetto Croce”, e l’attiguo parco pubblico che l’amministrazione comunale di Pescara ha voluto recuperare e rammodernare. In una cerimonia intrisa di commozione l’impianto sportivo è stato intitolato a Giandomenico e Lamberto Croce, proprietari per molti anni del terreno e sempre disponibili a lasciarne alla gente del quartiere Zanni-Santa Filomena l’utilizzo gratuito; oggi in luogo dello storico campetto vi è un moderno campo in erba sintetica, illuminato e recintato, con panchine per ospitare le squadre. Il figlio di Lamberto Croce, Claudio, ha voluto ringraziare il sindaco Carlo Masci, presente alla manifestazione insieme al presidente del consiglio comunale Marcello Antonelli e a un nutrito stuolo di Assessori e consiglieri. <Sono felice – ha detto Claudio Croce – perché oltre a portare il nome dei miei genitori questo campo sarà un valore aggiunto di valore sociale per l’intera comunità>. Il sindaco Carlo Masci ha ricordato brevemente le figure dei fratelli Croce e poi ha invitato i ragazzi presenti <ad avere una profonda cura di quest’area così bella della quale dovrete godere per molti anni a venire>. La targa di denominazione è stata scoperta dal sindaco e dal presidente del consiglio, prima della benedizione del sacerdote. Subito dopo i numerosi presenti si sono spostati nel vicino parco pubblico, reso tra l’altro meraviglioso dalla presenza di diversi ulivi, dove si è tenuta la cerimonia di intitolazione dello stesso Mimmo Morelli, compianto titolare del negozio di barberia della piazza, scomparso prematuramente. Il presidente del Consiglio Marcello Antonelli ha sottolineato come nella sua breve esistenza Mimmo Morelli si sia sempre distinto per il suo carattere gioviale e disponibile con tutti: <credo che oggi lui sarebbe davvero felice di tutto questo>. Allo scoprimento dell’insegna di denominazione dell’area verde. la madre, la sorella e la moglie di Mimmo, visibilmente commossi. Poco prima della doppia cerimonia, si era tenuto un torneo “primi calci” con le compagini della Delfino Pescara 1936, della Curi Pescara, della Durini Pescara e della Fater Angelini; disputata anche una partita di calcio camminato tra amministratori comunali e cittadini.

Related posts

San Salvo, rubata la sedia job utilizzata dai disabili

redazione

Sentenza sul diritto all’oblio, soddisfazione Sga

redazione

Le associazioni ambientaliste contro le potature a Montesilvano

redazione

Lascia un Commento

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. OK Continua a leggere

Privacy & Cookies Policy