Politica

Sciopero Filcams Cgil, Rifondazione Comunista: “Lavoratori commercio non sono carne da macello”

Pescara. “Rifondazione Comunista esprime enorme ringraziamento e solidarietà ai lavoratori della piccola e grande distribuzione che, senza soste e troppo spesso in condizioni limite e a rischio, stanno provvedendo a garantire i beni di prima necessità alla cittadinanza.

Rifondazione Comunista sostiene lo sciopero proclamato dalla FILCAMS-CGIL Abruzzo e Molise per domani domenica 29 marzo per denunciare turni massacranti (oltre le 50 ore settimanali) e spesso senza protezioni, una situazione che giorno dopo giorno diventa sempre più insostenibile all’interno dei supermercati. I lavoratori del commercio sono persone, hanno le nostre stesse paure, hanno i nostri stessi affetti, hanno diritto al riposo ed a allentare la pressione, per la tutela della propria salute e della nostra.

Rifondazione Comunista si unisce alla richiesta dei sindacati e di Confcommercio e rivolge un appello al Presidente della Regione Abruzzo Marsilio e ai sindaci per un provvedimento omogeneo sul territorio regionale per la chiusura domenicale, l’apertura al pubblico dal lunedì al sabato con orario giornaliero ridotto (max 10 ore) e l’obbligo di ingresso contingentato nei negozi.

La chiusura delle attività alla domenica permetterebbe alle aziende di igienizzare e sanificare le superfici commerciali che in questi giorni sono state prese d’assalto dai cittadini/consumatori. La chiusura degli esercizi alla domenica permetterebbe alle lavoratrici e ai lavoratori di allentare la tensione di queste ultime settimane potendo restare almeno la domenica in famiglia. La riduzione dell’orario di apertura durante la settimana consentirebbe alle lavoratrici e ai lavoratori di rifornire gli scaffali in assenza di clienti e quindi con maggiore sicurezza. Misure pienamente in linea con i provvedimenti contenimento del contagio.

Rifondazione Comunista si è sempre battuta contro le aperture selvagge e illimitate che hanno distrutto il nostro tessuto economico, a partire dal piccolo commercio. Oggi i comuni di Montesilvano e di Pescara consentono l’apertura giornaliera dalle 7 alle 21 ovvero ben 14 ore. 7 giorni su 7. È una follia, già normalmente, figurarsi adesso con una pandemia in corso.

Invitiamo le cittadine e i cittadini ad organizzarsi per la spesa durante la settimana, abbiamo tanto tempo, a rispettare le indicazioni e ad avere rispetto per tutti gli addetti al commercio. Non è necessario fare la spesa anche di domenica! Non è necessario fare la spesa a tutte le ore! È bene ricordare che chi sciopera rinuncia al proprio salario giornaliero e lo fa per il bene e la sicurezza di noi tutti”. Si legge così in una nota di Maurizio Acerbo, segretario nazionale PRC-SE, Marco Fars, segretario regionale PRC-SE Abruzzo, e Corrado Di Sante, segretario provinciale PRC-SE Pescara.

Related posts

Premio Majella, Francesca Diotallevi è la vincitrice Premio Speciale Ragazzi

admin

Problemi di trasporto scolastico per i ragazzi di Isola del Gran Sasso

redazione

Tutto pronto per la terza edizione della Primavera Spoltorese

admin

Lascia un Commento

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. OK Continua a leggere

Privacy & Cookies Policy