Cronaca

Pescara, i servizi demografici durante l’emergenza

Pescara. Nonostante l’emergenza sanitaria epidemiologica che ha determinato ex lege la chiusura al pubblico fino al prossimo 3 aprile, salvo proroghe governative, degli Uffici dei Servizi Demografici, l’amministrazione ha comunque organizzato la continuità dei servizi stessi in modalità digitale e con l’attivazione di un numero unico dedicato. La sola eccezione alla chiusura al pubblico è rappresentata dall’Ufficio di Stato Civile Registrazione Nascite e Decessi che è accessibile al pubblico dal lunedì al venerdì dalle ore 9:00 alle ore 12:00 e, per la registrazione di decessi, anche il sabato e la domenica dalle ore 9:00 alle ore 12:00, con sportello attualmente collocato presso Via Calabria n.4. Per qualsiasi informazione il cittadino da casa può contattare il numero unico dei Servizi Demografici 085 4283700 e scegliere l’opzione desiderata oppure contattare la Responsabile del Servizio Dott.ssa Alessandra Di Zio al numero 085 4283580. Si rammentano inoltre a tutti i cittadini le coordinate per fruire attualmente dei servizi demografici e quanto previsto dalle norme di tutela introdotte in questa fase di emergenza:
• Le Carte d’Identità scadute o in scadenza hanno la validità prorogata al 31 agosto 2020; in caso di carta deteriorata o di altra necessità espressamente dichiarata dal cittadino, si potrà prendere appuntamento tramite la dott.ssa Alessandra Di Zio ( 085 4283580) per l’emissione della carta d’identità esclusivamente presso la sede di via Calabria n. 4. I cittadini dovranno presentarsi con mascherina e guanti.
• I certificati di stato civile e di anagrafe possono essere acquisiti tramite lo Sportello Servizio online del sito del Comune di Pescara. Tale funzionalità è possibile per coloro che posseggano l’identità SPID ( credenziali ufficiali per dialogare con la Pubblica Amministrazione). In caso di certificati anagrafici per i quali occorre il pagamento del bollo, la funzionalità dello Sportello Servizio online consente il pagamento virtuale.
• Per coloro che non possiedono l’identità SPID, i certificati potranno essere richiesti a mezzo posta ordinaria, pec : protocollo@pec.comune.pescara.it, mail: servizio.anagrafe@comune.pescara.it. L’ufficiale di anagrafe provvederà a comunicare se il certificato necessita di bollo e prenderà appuntamento per la consegna del certificato al cittadino.
• Si precisa che i certificati di stato civile sono esente bollo, mentre i certificati anagrafici esenti bollo sono quelli relativi ad adozioni, affidamento, tutela minori, CTU nominato dal tribunale o PM, curatore fallimentare, interdizione/inabilitazione/amministrazione di sostegno, onlus, pensione estera, atti processuali, scambio di documenti e atti tra Pubbliche Amministrazioni, separazioni o divorzi, società sportive, variazione toponomastica stradale e numerazione civica.
• Le iscrizioni anagrafiche o variazioni anagrafiche possono essere effettuate tramite l’acquisizione del modulo nel link Servizi al Cittadino – Servizi Demografici, visionando il sito del Comune di Pescara all’indirizzo www comune.pescara,it. Il modulo, una volta compilato, potrà essere trasmesso a mezzo Ufficio Protocollo del Comune di Pescara, all’indirizzo pec: protocollo@pec.comune.pescara.it oppure via mail: servizio.anagrafe@comune.pescara.it. Sul link vi sono tutte le informazioni utili al cittadino ed in ogni caso si può contattare il numero unico 085 4283700 per ogni chiarimento.
• Per atti notori o autentiche di firme urgenti per comprovate necessità, è possibile prendere appuntamento tramite la Responsabile del Servizio Dott.ssa Alessandra Di Zio .
Si invita tutti i cittadini interessati a visionare il link Servizio al Cittadino – Servizi Demografici esaustivo di informazioni riguardo l’Anagrafe e lo Stato Civile e comprensivo dei modelli utili per le esigenze specifiche.

Related posts

Ospedale di Vasto, trovate le cause del crollo del soffitto in Chirurgia. La Regione sborsa 900 mila euro per i lavori

redazione

Italia Nostra – Pescara sullo spostamento dell’Università nell’area ex Cofa

redazione

Ogni anno 1.200 abruzzesi a rischio Linfedema, convegno internazionale a Francavilla

redazione

Lascia un Commento

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. OK Continua a leggere

Privacy & Cookies Policy