Sui sentieri della bellezza

La poesia al tempo del coronavirus: sei visioni e previsioni della parola

di Massimo Pasqualone

Prosegue il nostro cammino sul sentiero della bellezza con altri sei scrittori, che in questi tempi di pandemia hanno riflettuto con la parola oltre il silenzio.
Elisabetta Grilli è laureata in Lingue e Letterature Straniere ed è appassionata da sempre di scrittura. La sua prima opera Mozzo …per sempre! pubblicata nel 2016 ha ottenuto importanti premi e riconoscimenti, tra cui: Premio Bastet 2018 “Per la diffusione della cultura del gatto” da parte dell’Accademia dei Gatti Magici, a Fiesole; Medaglia di Menzione Speciale della Giuria al Premio Letterario Internazionale “Luca Romano” Città di Chieti, 2019.
Apprezzamento del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. Il libro è distribuito sui maggiori stores internazionali ed anche in USA. Ha ricevuto numerosi apprezzamenti e svariati articoli e recensioni sono comparsi su quotidiani nazionali, riviste e quotidiani online. L’autrice ha in corso di scrittura il suo secondo libro Mitzy – La gatta arrivata dal cielo, la cui introduzione è stata pubblicata in anteprima su quotidiani nazionali e ha già vinto diversi premi, come: Menzione Speciale della Giuria al Premio Letterario Internazionale “Ut Pictura Poesis 2019” Città di Firenze e Attestato al Premio di Ronciglione 2019.
Tonia Orlando vive a Lanciano (CH) dove insegna Lettere in un Istituto di Scuola Superiore. Giornalista Pubblicista versatile e curiosa, da anni coniuga eventi storici con quelli letterari. Scrive articoli su riviste e attraverso lo studio negli Archivi si è dedicata per oltre un quindicennio alla ricerca del “territorio” che ha esplorato sotto l’aspetto storico, antropologico ed artistico-culturale. Da qualche anno è approdata alla “Poesia” e alla scrittura per l’infanzia, per le quali è stata insignita di significativi riconoscimenti. Ha pubblicato: I racconti del vicoletto (Lanciano 2013), Come gli aquiloni (Roma 2016), Sotto un cielo di miele (Chieti 2017), Un angioletto senza ali (Chieti) 2019 e Il mio tempo ( Pescara 2019).
Matilde Menicozzi è scrittrice e pittrice di grande sensibilità che vive e lavora nel sud delle Marche, a Grottammare. Dopo la laurea in scienze politiche, con una specializzazione in psicologia sociale, vince il concorso da dirigente presso la provincia di Ascoli Piceno. È stata, per più legislature assessore alla cultura e turismo del suo comune ed ha legato il suo nome ad importanti eventi artistici del territorio. Dal 2009 realizza, con successo, un suo calendario dedicato alle donne. Scrittrice di grande creatività riesce a trasformare il quotidiano in una avventura piacevole e straordinaria con uno stile letterario istintivo e visionario. Tra le sue pubblicazioni i racconti “il senso della vita”, “Il mondo di Pie” e i suoi libri “Il Guardaroba” e “Disegnando\Poetando” delle edizioni Librati. Nel 2019 è uscito il suo ultimo lavoro “La Strologa. Erminia Zwiebler tra storia e leggenda”.
Giulia Madonna è nata a Pescara il 31 luglio del 1963, è laureata in Architettura. Nel 2011 ha pubblicato il romanzo LA STANZA VUOTA, che nel 2011 ha vinto il Premio della Giuria “Cinque terre, Golfo dei poeti”(dove è anche arrivata 3°con il suo racconto “Ossessione”) e il Premio della Giuria “Val di Vara, Alessandra Marziale”. Nel 2014 ha pubblicato il romanzo AMATA TELA, che nel 2014 è arrivato 4°al Premio Zingarelli, nel 2015 ha vinto il Premio Speciale della Giuria FRANZ KAFKA ITALIA e nel 2016 è arrivato 3°al Bookoria Fest. Dal 2015 si dedica alla composizione poetica. A Maggio 2019 la sua poesia “LE ATTESE” ha ricevuto La Menzione Di Merito alla Prima Edizione del Premio Penne Festival delle Arti. Ad Agosto 2019 la sua poesia “LA MIA FACCIA” ha ricevuto La Menzione Di Merito alla VI Edizione del Premio De Meis di Rocca Pia (AQ).
Salvatore La Moglie è nato a Lauropoli (CS) nel 1958. Laureato in “Lettere” alla “Statale” di Milano, nel 1998 ha pubblicato, per la Pellegrini, il suo primo romanzo, La stanza di Pascal e, nel 2000, per la Rubbettino, Il cocchio alato del tempo. Nel 2017 sono state pubblicate, da Aletti, la raccolta La parola che resiste e i Profili letterari del Novecento, mentre nel 2018 la nuova raccolta Il poeta è un minatore e da Macabor la raccolta di fiabe Caporal Tabacco e altre storie e il racconto lungo Hanno rapito Moro!; infine, il volumetto Due racconti, Vitale Edizioni. Nel 2020, per la Macabor, ha pubblicato la nuova edizione del romanzo Il cocchio alato del tempo e il racconto lungo Hanno ucciso Moro! Testi poetici e narrativi sono stati pubblicati in svariate antologie. Dal 2017 ha ottenuto numerosi riconoscimenti in diversi e prestigiosi premi letterari. Collabora da anni al periodico online La Palestra.
Sabrina Galli (Busto Arsizio, 4/12/64) risiede a San Benedetto del Tronto. Educatrice, in qualità anche di Operatore Sportivo CSI, lavora in un centro estivo per bambini, occupandosi dei bimbi della materna. Da anni è impegnata nel volontariato presso “l’Associazione Centro di Solidarietà Porto d’Ascoli” della sua città. È socia delle Associazioni culturali: “I Luoghi della Scrittura” di San Benedetto del Tronto e “dell’Associazione Culturale Euterpe di Jesi”. Ha ricevuto numerosi encomi in Premi Letterari Nazionali e Internazionali. Alcuni dei suoi componimenti sono stati inseriti in diverse antologie poetiche e letterarie. Nel 2019 ha frequentato “La bottega del racconto” laboratorio di scrittura della SCUOLA HOLDEN Contemporary Humanities.
È autrice di tre libri: “Liberi orizzonti” (2014) che comprende una silloge di componimenti poetici e quattro racconti, “Emozioni tra Fiori e Pietre” (2016) composto da un originale testo in prosa poetica e una raccolta di poesie e “I volti del cielo”(2018) un libro di poesie che fa parte della Collana “Le Perle” di Aletti Editore presentato al Salone Internazionale del libro di Torino (maggio 2018) nello stand della regione Marche.

Related posts

La poesia al tempo del coronavirus: quattro proposte

redazione

La poesia al tempo del coronavirus: sei visioni e previsioni della parola

redazione

Uno sguardo sull’arte di Osimo

redazione

Lascia un Commento

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. OK Continua a leggere

Privacy & Cookies Policy