Sui sentieri della bellezza

La poesia al tempo del coronavirus: sei visioni e previsioni della parola

di Massimo Pasqualone

Prosegue il nostro cammino sul sentiero della bellezza con altri sei scrittori, che in questi tempi di pandemia hanno riflettuto con la parola oltre il silenzio.
Annamaria Dezio è nata a Bari il 10/03/1978 sotto il segno dei PESCI. Laureatasi in Lettere moderne nel 2005 con una tesi in Letteratura teatrale italiana presso l’Università degli Studi di Bari, ha frequentato nell’a.s. 2007-2009 il corso di Specializzazione S.I.S.S. presso l’Università degli Studi della Basilicata a Matera e a Potenza. Insegna materie letterarie dal 2007, attualmente nelle scuole di Bari e provincia (precedentemente ha insegnato presso alcune scuole medie inferiori e superiori di Trento, Bolzano, Vimercate, Verbania e provincia). Ha composto diverse opere: Le raccolte di poesie “Aspettando te” , “Pensieri notturni” e “Poetando con lo sguardo all’insù”, il romanzo noir “L’ultima notte nel bosco”, il romanzo “Sete d’amore”, il romanzo “Una grande ambizione”, i due racconti “Povera piccina” e “Il cuore in castigo….tra silenzi e parole”, “I brevi racconti” per bambini, il breve racconto filosofico “Elogio ai piaceri della vita”, i due brevi saggi “Il silenzio in poesia” e “La vita come ricerca del piacere”.
Antonio Di Biase nasce e vive a Tollo in provincia di Chieti. È laureato in Giurisprudenza presso la Statale di Milano e fin dagli anni del Liceo Classico si è avvicinato alla poesia e dopo pubblicazioni sporadiche giovanili nel 2016 ha pubblicato la raccolta di poesie “Poesie Nascoste” per le Edizioni Nuova Gutemberg di Lanciano. Negli anni ha maturato interesse anche per la psicoanalisi e per la politica, passione quest’ultima che lo ha portato a diventare consigliere provinciale di Chieti e sindaco di Tollo (CH).
Mario Di Paolo è un artista abruzzese che vive e lavora a Chieti. Sebbene il suo campo principale sia la pittura, a cui dedica la maggior parte del tempo, ama cimentarsi con la poesia, senza comunque definirsi poeta. Il suo intento di artista è quello di dare forma ai propri pensieri tramutandoli in rappresentazioni grafiche che, quando non hanno colore come in questo caso, sono raccontate “nero su bianco”, in maniera spontanea e seguendo la ispirazione del momento. Il risultato di tutto ciò è una serie di versi che egli non disdegna di condividere con quanti vogliano addentrarsi, almeno per un attimo, nel suo modo fatto di parole.
Monica Ferri, nata a Venezia, laureata in lettere antiche e residente a Chieti, docente di materie letterarie nella scuola secondaria di II grado, grafologa ed educatrice del gesto grafico, si dichiara cultrice delle etimologie delle parole perché spesso svelanti per lei il non visibile. Si definisce una appassionata dilettante nella creazione di versi per i quali si ispira a classici e moderni, partecipando individualmente o con i suoi alunni a diversi concorsi e conseguendo premi e menzioni. Promuove e spesso organizza eventi di incontri con autori nelle scuole e presso librerie, enti o associazioni culturali. Ha pubblicato in varie antologie di poeti, ad esempio in “Poesia 2019. Centocinquanta poeti in antologia.” per Edizioni IlViandante, 2019. Ha conseguito il primo posto per la silloge inedita Tracce alla III edizione del Premio Internazionale “Luca Romano”. E’ nella giuria del Premio letterario internazionale “Ut pictura poesis” città di Firenze.
Liberata Grilli, nata a Monte Sant’Angelo nel 1956, vive a Manfredonia, dove ha svolto per quasi 40 anni la professione di assistente sociale. Dopo la pensione ha coltivato la sua passione per la scrittura: ha di recente stampato un piccolo libro sulla storia della sua famiglia e sta lavorando ad un libro in cui racconta le sue esperienze relative al suo lavoro di assistente sociale.
Rosa Mannetta vive ad Avellino. Insegna la lingua italiana agli stranieri e ha pubblicato “La sera e il vento”, “Storie di vita rubata”, “Sussurri di primavera”, “La coperta dei sogni” e “Cuori fuori casa”. E’ editorialista su “IlSudEst.it”, un giornale online, collabora con “Il Quotidiano del Sud” e cura un blog “PensareLiberi”. Ha vinto numerosi premi letterari. Tempo fa ha ricevuto il premio di poesia “Voci nel deserto”, presieduto da Alessandro Quasimodo. Di recente, si è classificata al terzo posto, nel Premio Letterario Nazionale “Faliesi”, nella sezione racconti.

Related posts

Carmine Persichetti tra natura, fede e tradizione

redazione

Rino Panza, 007 del dialetto

redazione

Aldo Aimola, nella patria di Modesto

redazione

Lascia un Commento

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. OK Continua a leggere

Privacy & Cookies Policy