Sui sentieri della bellezza

La poesia al tempo del coronavirus: sei visioni e previsioni della parola

di Massimo Pasqualone

Prosegue il nostro cammino sul sentiero della bellezza con altri sei scrittori, che in questi tempi di pandemia hanno riflettuto con la parola oltre il silenzio.
Marino Appignani, poeta-pittore-operatore culturale nato a Pescara, vive e opera in Sulmona (AQ). Compone versi fin dai primi anni ‘70. Espone le sue opere in Abruzzo ed in Italia attraverso Personali e Collettive d’Arte ed in Sud America (Argentina). Co-fondatore dell’Ass. ne Culturale “Il Ceppo”. Pubblica una prima raccolta di versi nel 1990 “Tra il sogno e i segni” con S.E.P.A. Editrice. Le sue poesie sono presenti in numerose antologie di settore. Fra i maggiori riconoscimenti artistici citiamo Città di Venezia ‘93 e ‘97, Premio Internazionale Città di Basilea-Svizzera 2004, Premio “De Lollis” 2004 (CH), Concorso di Pittura estemporanea “Città di Alanno” 2006, Premio “Histonium” Vasto (CH) 2006, “Pellicciotta” Perano (CH) 2007 e 2009, Estemporanea di Pittura Pescosansonesco (PE) 2008, Premio “Tollo” Città del Vino 2015/2019/2020, Premio A.S.A.S. Messina 2015/2019/2020, Premio Patrizio Graziani Gioia dei Marsi (AQ) 2015/2018.
Ecle Bonifacio è nata tra i monti del Sannio. Da questi luoghi arcaici ha assimilato il gusto del bello della natura colorata e ricca di ambienti semplici e incontaminati. In età più matura , il mare è diventato la scena dei suoi nuovi interessi e riflessioni. Col suo impegno scolastico ha potuto sovente rivivere e rielaborare la bellezza dei paesaggi in tutte le variabili creative. Usa per esprimersi la penna e/o il pennello e le stesse poesie le trasforma anche in immagini che escono dalla voce dei versi e si concretizzano su tele.
Nel 2017 la tela a tempera” Naufragare” dall’omonima poesia , è stata segnalata dalla Giuria del ” Premio Internazionale città di Firenze”; nel 2014 ha conseguito il “Diploma di Merito al pregio artistico” per la poesia ” Librarsi” e nel 2019 per la poesia “Papavero”nel Premio Letterario in onore ad Alda Merini a San Benedetto del Tronto.
Martina Anna Buffa nasce ad Asti nel settembre del 1996, dove attualmente vive, e frequenta la Facoltà di Medicina e Chirurgia di Torino. Le due forze che guidano la sua vita possono essere riassunte dalla frase di Anton Cechov “La Medicina è la mia legittima sposa, mentre la Letteratura è la mia amante: quando mi stanco di una, passo la notte con l’altra”. Da sempre appassionata di scrittura, questo suo innato interesse diventa un mezzo importante per esprimere il contatto tra contenuti mentali, immaginazione e realtà.
Margherita Casadei, nata il 26 giugno del 1982, abita nelle campagne cervesi in Romagna. Autodidatta per quanto concerne la pittura. Ha frequentato l’Università di Bologna specializzandosi nella materia di Scienze Filosofiche ottenendo i massimi voti con lode. Appassionata alla musica, al canto, alla poesia e da sempre appassionata al disegno e ai colori, inizia a dipingere (quasi improvvisamente) per un’urgenza personale d’espressione intorno ai sedici anni. Il suo percorso pittorico è una continua ricerca che si esplicita nel periodo del liceo classico e prosegue ai tempi dell’università. Questa ricerca ha al suo centro la figura umana (quasi sempre dipinta come donna perché la figura femminile è più vicina al suo modo di sentire e di essere) con le sue problematiche e la sua comunicativa. Sempre più forte in lei l’esigenza di esprimere con i colori quello che le parole da sole non risolvono.
Ersilia Daniela Cataldo è nata a Schilieren (Zurigo) nel 1985 e vive ad Atripalda, in provincia di Avellino. Giornalista pubblicista dal 2012 e scrittrice. Diplomata all’Accademia di Giornalismo di Roma e laureata in Scienze della Comunicazione. Dal 2010 ha collaborato con diversi testate provinciali e regionali. Finalista in vari concorsi nazionali di poesia, in attesa di pubblicare il suo primo romanzo.
Giuliano Franco Commito, ordinario di Filosofia e Storia presso il Liceo Scientifico “E. Fermi” di Sulmona (AQ), è Dottore di Ricerca in Studi Umanistici – Curricolo Storico-Archeologico Classici. I suoi campi di ricerca sono essenzialmente rivolti al pensiero politico antico, che ha curato, in particolare attraverso lo studio dell’Epica classica, della Tragedia, come in Eschilo e Sofocle, e dell’esegesi biblica, al “contrattualismo” moderno, di Hobbes e Locke, nonché alla filosofia politica contemporanea, come quella di Bauman, cui ha dedicato seminari e ricerche, approfondite presso l’Università di Cambridge (UK). Attualmente, svolge attività di laboratorio di Filosofia Politica presso il Di.L.A.SS e il D.E.A. dell’ Università di Chieti-Pescara. È membro, dal 2002, dell’UNIONE GIURISTI CATTOLICI di CHIETI e del comitato scientifico e di ricerca del premio “Benedetto Croce” di Raiano (AQ), di cui è cofondatore.

Related posts

Tra le pagine di Roberto Chirico

redazione

L’Abruzzo di Bruno Terrenzio

redazione

Carmine Persichetti tra natura, fede e tradizione

redazione

Lascia un Commento

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. OK Continua a leggere

Privacy & Cookies Policy