Cronaca

I Carabinieri del Comando Tutela Lavoro scendono in campo per contrastare il fenomeno del caporalato in ambito nazionale tra i riders operanti per le principali piattaforme virtuali

Chieti. Durante il fine settimana i Carabinieri del Comando Tutela Lavoro e di tutti i Comandi provinciali dell’Arma sul territorio nazionale hanno intervistato oltre mille “riders”, operanti per le principali “piattaforme virtuali“ del “food delivery”, al fine di acquisire informazioni utili alle indagini in corso, delegate all’unita specializzata dell’Arma dalla Procura della Repubblica di Milano, sulla gestione del rapporto di lavoro da parte delle citate “piattaforme“.

Le attività dei Carabinieri si sono svolte su strada e contestualmente in tutte le province ed hanno consentito di “fotografare”, attraverso la voce dei lavoratori e delle condizioni reali constatate sul territorio, le modalità di svolgimento del servizio e le forme di tutela loro garantite, sia sotto il profilo della sicurezza che sanitario.

Related posts

Guardiagrele, a zonzo con la macchina sequestrata: denunciato dai Carabinieri

redazione

Carabinieri Nas Pescara: sequestro preventivo di due immobili di una struttura per anziani priva di autorizzazioni VIDEO

redazione

Coronavirus, in provincia di Chieti tamponi nei drive-in per chi è arrivato dalla Gran Bretagna

redazione

Lascia un Commento

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. OK Continua a leggere

Privacy & Cookies Policy